Magnetoterapia in oftalmologia

La magnetoterapia a casa e in ospedale è un metodo quasi universale per il trattamento di malattie di vari organi e sistemi. La magnetoterapia domestica non causa quasi nessun problema associato ad altri metodi fisioterapici, e nemmeno la persona più prospera può acquistare un apparato di magnetoterapia - i prezzi per loro partono da 2500 rubli. Le indicazioni della magnetoterapia, in cui i casi di magnetoterapia sono controindicati - le istruzioni per l'elenco dei dispositivi insieme ai metodi di utilizzo. Ed è impossibile non prestare attenzione al fatto che l'elenco di indicazioni supera significativamente l'elenco di malattie e condizioni per le quali è vietata la magnetoterapia. Le controindicazioni alla procedura superano appena una dozzina di punti, mentre le raccomandazioni per la sua attuazione vanno oltre il cento.

Applicazione in questo campo della medicina

Le malattie oftalmiche non fanno eccezione: la magnetoterapia è ampiamente usata contro di loro. Le procedure di solito non vengono eseguite con l'ausilio di dispositivi domestici standard, come AMT-01 o Almag, ma con l'ausilio di dispositivi specializzati. Uno di questi è il dispositivo AMO-Atos con il prefisso Amblio-1.

In quali casi aiuta la magnetoterapia??

  • L'applicazione per l'esoftalmo edematoso contribuisce alla rapida eliminazione del liquido in eccesso e alla riduzione dell'edema.
  • Con il glaucoma, la magnetoterapia rimuove anche il liquido in eccesso. La magnetoterapia aumenta anche l'efficacia dei farmaci usati per abbassare la pressione intraoculare..
  • Un dispositivo di magnetoterapia può essere acquistato come ausilio nel trattamento dell'ambliopia e della miopia. L'effetto positivo del campo magnetico sui tessuti non è in grado di invertire il processo patologico, ma blocca lo sviluppo di malattie.
  • L'apparato colpisce con successo le malattie infiammatorie di tutte le parti dell'occhio, dalla congiuntivite all'iridociclite. Dodici procedure dimostreranno chiaramente se la magnetoterapia aiuta: queste malattie si sviluppano rapidamente e altrettanto rapidamente scompaiono con un trattamento adeguato..
  • Poiché dopo la magnetoterapia si attivano i processi rigenerativi, si raccomanda spesso un corso di procedure durante il periodo di riabilitazione dopo qualche tempo dopo l'intervento chirurgico.
  • La magnetoterapia ha meritato le recensioni più positive sull'uso delle malattie delle palpebre: orzo, calazio.

Un vantaggio importante che, indipendentemente dall'utilizzo di Almag, AMO-Atos o AMT, la magnetoterapia differisce da molti altri metodi di fisioterapia: la sua capacità di penetrazione piuttosto profonda. Durante la procedura, non è necessario il contatto dell'applicatore con l'occhio, il campo magnetico passa facilmente attraverso la palpebra e la benda di garza protettiva.

Bisogno di sapere

Puoi conoscere il costo di un corso di trattamento in un ospedale sul sito web della clinica selezionata e con i prezzi dei dispositivi domestici - in qualsiasi motore di ricerca per la richiesta "acquista magnetoterapia" o "prezzo magnetoterapia".

Trattamenti di fisioterapia per malattie degli occhi

elettroterapia

L'elettroterapia consiste nell'esposizione a correnti elettriche: bassa tensione (elettroforesi, galvanizzazione), correnti periodiche a bassa tensione (terapia diadinamica, stimolazione elettrica), campi elettrici ad alta tensione (terapia UHF) e campi magnetici alternati (magnetoterapia a bassa frequenza).

elettroforesi

Il metodo di elettroforesi farmacologica è il più comune in oftalmologia. È una variante della combinazione fisico-chimica di esposizione alla corrente elettrica diretta e soluzioni acquose di farmaci.

Quando si applica il metodo, si verificano reazioni galvaniche con la formazione di calore e un cambiamento nel pH dell'ambiente, ridistribuzione degli ioni nella sostanza cellulare, formazione e attivazione di sostanze biochimicamente attive. Tali reazioni stimolano la circolazione sanguigna locale e la capacità di riassorbimento dei tessuti, attivano i processi metabolico-trofici e la funzione secretoria delle ghiandole, aumentano la permeabilità della barriera ematico-oftalmica.

La nomina dell'elettroforesi è efficace nelle malattie infiammatorie acute e distrofiche dell'occhio, patologie croniche:

  • Cambiamenti cicatriziali nelle palpebre.
  • Orzo.
  • flemmone.
  • Calazio.
  • Cheratite, iridociclite, episclerite.
  • Clouding ST.
  • Adesioni, emoftalmo.
  • Corioretinite, degenerazione corioretinica.
  • Degenerazione maculare, varie retinopatie.
  • Neurite e atrofia della MN.

Diadynamophoresis

Il metodo prevede l'introduzione delle dosi necessarie del farmaco nell'area interessata mediante impulsi CC con una frequenza di 50/100 Hz. Sotto l'influenza delle correnti diadinamiche, le terminazioni nervose sensoriali vengono bloccate e vengono stimolati i processi trofici e metabolici. Ciò favorisce il rapido riassorbimento di edema, emorragia e opacità del corpo vitreo.

La diadinamoforesi è prescritta per:

  • Varie eziologia della cheratite, con sindrome del dolore;
  • Processi distrofici della cornea;
  • Episclerite e iridociclite acuta;
  • Paresi dei muscoli oculomotori.

Elettrostimolazione

L'effetto terapeutico della stimolazione elettrica è di attivare i processi di rigenerazione e riparazione dei tessuti. Di conseguenza, vengono ripristinate le funzioni di quelle strutture che hanno conservato la loro vitalità riducendo la conduzione degli impulsi nervosi. L'elettrostimolazione è prescritta per danni ai neurorecettori dell'occhio e all'arco riflesso:

  • Atrofia del nervo ottico.
  • Miopia.
  • Distrofia retinica.
  • Ambliopia di vario tipo nei bambini.
  • Cheratite neurogena.
  • Glaucoma primario ad angolo aperto compensato.

Controindicazioni per la stimolazione elettrica dell'occhio. Le procedure di elettrostimolazione non sono prescritte per:

  • Neoplasie oncologiche;
  • Malattie del sangue e organi che formano il sangue;
  • Epilessia;
  • Malattie infettive in forma acuta, condizioni febbrili;
  • Malattie infettive croniche (tubercolosi, brucellosi, ecc.);
  • Ipertensione III grado;
  • Malattie degli organi interni nella fase di scompenso.

Inoltre, le controindicazioni all'elettrostimolazione sono:

  • Lacrimazione.
  • Emorragia fresca o rischio di recidiva.
  • Glaucoma scompensato.
  • Corpi estranei metallici nei media interni dell'occhio.

Electroreflexotherapy

Questo è l'effetto sui punti di agopuntura del corpo umano da parte di determinati fattori fisici.

I punti di agopuntura sono aree con un'alta concentrazione di terminazioni nervose attraverso le quali un effetto terapeutico sul corpo con stimoli fisici (laser, phono, elettro, magnetopuntura, ecc.).

L'elettroreflessoterapia è prescritta per:

  • Ambliopia.
  • Spasmo di accomodamento e miopia progressiva.
  • Cataratta, glaucoma.
  • Processi distrofici nella retina e nel nervo ottico.

Terapia UHF

Il trattamento con questo metodo comporta l'esposizione dell'organo visivo a un campo elettrico ad altissima frequenza continuo e pulsato.

Sotto tale effetto, si verifica la stessa frequenza, l'oscillazione degli ioni, la polarizzazione delle particelle dielettriche e la rotazione delle molecole di dipolo con il riscaldamento dei tessuti e la formazione di calore intracellulare.

La terapia UHF è indicata per:

  • dacryocystitis.
  • Orzo.
  • Cellulite lacrimale sac.
  • Cheratite e uveite.

↑ Elettroreflessoterapia

L'elettroreflessoterapia è un effetto terapeutico e profilattico di vari fattori fisici sulle aree dei punti dei punti di agopuntura del corpo umano.

Sinonimo: fisioterapia puntura.

La fisioterapia della puntura deve la sua origine all'agopuntura, che ha avuto origine nei tempi antichi. Si basa sul concetto di canali energetici interni che comunicano tra organi interni e pelle. In riflessologia, le aree del corpo interessate sono chiamate punti di agopuntura. Si ritiene che i punti di agopuntura siano zone di massima concentrazione di elementi nervosi, un elemento riflesso periferico attraverso il quale vari stimoli possono essere esercitati sul corpo a scopi terapeutici (elettro, fono, laser, magnetopuntura, ecc.).

Miopia progressiva, spasmi di alloggio, ambliopia, glaucoma, cataratta. malattie degenerative della retina e del nervo ottico.

La posizione esatta dei punti e l'impatto su di essi da parte di fattori fisici viene effettuata con l'aiuto dei dispositivi "ELAN", "ELITA", "ATOS", "Karat". I dispositivi di ultima generazione consentono di agire su punti di agopuntura con correnti costanti e di impulso, "pacchetti" di impulsi, cambiare automaticamente la polarità della corrente, agire contemporaneamente su 5-6 punti.

La stimolazione dei punti biologicamente attivi viene eseguita con una corrente elettrica da 20 a 500 μA a una tensione non superiore a 9 V. La forza della corrente dipende dalla posizione dei punti biologicamente attivi: ad esempio, nell'area del padiglione auricolare, il livello ammissibile è 20-50 μA e nella massa ascellare della regione glutea - fino a 500 μA. Durante la procedura, il paziente può avvertire una leggera sensazione di formicolio, distensione, calore nell'area del punto di agopuntura..

magnetoterapia

Questo metodo di trattamento viene effettuato utilizzando campi magnetici costanti alternati e intermittenti..

La magnetoterapia fornisce effetti antinfiammatori, analgesici e antiedema. Le procedure aiutano a migliorare il trofismo, stimolare la rigenerazione dei tessuti, migliorare la microcircolazione, promuovere una rapida epitelizzazione delle superfici ulcerative.

Il vantaggio principale della magnetoterapia è l'esposizione a distanza senza contatto visivo con l'induttore.

Il trattamento è prescritto per:

  • Malattie delle palpebre (orzo, blefarite).
  • Varie eziologia di cheratite e iridociclite.
  • Complicanze postoperatorie.
  • cheratocono.
  • Distrofie retiniche.
  • Miopia e disturbi della sistemazione.
  • Condizioni ischemiche della retina.
  • Atrofia del nervo ottico.
  • Sanguinamento negli occhi.
  • Esoftalmo edematoso.

Cosa scegliere

Malattie articolari, incontinenza urinaria, disturbi neurologici, infezioni e conseguenze del trauma: tutti questi problemi possono verificarsi non solo in un adulto, ma anche in un bambino. E con tutti loro l'apparato di magnetoterapia è in grado di far fronte. Dispositivi economici come Almag, l'apparato di magnetoterapia AMT-01, che sono riusciti a dimostrarsi nel miglior modo possibile, sono disponibili per molti, ma i genitori non sempre ritengono possibile utilizzarli per il trattamento di un piccolo paziente. E sono tutt'altro che sempre giusti.

È vietato effettuare trattamenti di magnetoterapia solo se il bambino ha meno di 1,5 anni. Questa è l'unica controindicazione rigorosa associata all'età. Il sistema nervoso vulnerabile dei bambini è molto sensibile alle influenze esterne e l'effetto della magnetoterapia è principalmente diretto alle fibre nervose, quindi è meglio aspettare con un trattamento hardware, limitandosi al massaggio e ad altre delicate tecniche fisioterapiche.

Magnetophoresis

Il metodo consente di somministrare farmaci nell'area interessata utilizzando un campo magnetico a bassa frequenza.

Le procedure forniscono un effetto combinato di un campo magnetico e farmaci, grazie ai quali si ottengono effetti vasoattivi (miglioramento della microcircolazione), antinfiammatori, trofici, analgesici e ipocoagulanti. L'esposizione viene effettuata attraverso le palpebre chiuse, con l'applicazione di sostanze medicinali sulle palpebre o la loro introduzione nel sacco congiuntivale.

La magnetoforesi è prescritta per:

  • Oftalmopatia endocrina.
  • Congiuntivite, episclerite, cheratite.
  • Distrofie corneali endoteliali epiteliali.
  • Sindrome dell'occhio secco.
  • iridociclite.
  • Forme edematose di malattie della retina e della coroide.

Costo del servizio

Nome del servizioPrezzo, rub.
Accoglienza primaria e ambulatoriale di un oculista pediatrico1900
Ri-nomina di un oculista pediatrico, ambulatoriale1900
Appuntamento oculistico preventivo1800
Ricevimento di un oculista pediatrico per bambini del primo anno di vita, preventivo1900
Ricevimento di un oculista pediatrico per interpretare i risultati di un esame effettuato in un altro istituto medico3000
Terapia magnetica delle malattie degli occhi (dispositivo AMO-ATOS 1 sessione)500

Puoi familiarizzare con l'elenco completo dei servizi e il listino prezzi alla reception o porre una domanda per telefono. L'amministrazione cerca di aggiornare tempestivamente il listino prezzi pubblicato sul sito Web, ma al fine di evitare possibili equivoci, si consiglia di chiarire telefonicamente il costo dei servizi il giorno del contatto alla reception o nel call center.
8 (495) 223-22-22
. Il listino prezzi pubblicato non è un'offerta.

AppuntamentoPrendi un appuntamento per telefono o compilando il modulo online

L'amministratore ti contatterà per confermare l'inserimento. IMC "ON CLINIC" garantisce la completa riservatezza del ricorso.

fototerapia

Questo tipo di fisioterapia include opzioni per l'esposizione all'energia delle oscillazioni elettromagnetiche della luce, nonché le gamme di onde vicine ad essa, comprese le radiazioni ultraviolette e infrarosse. Nella pratica clinica, il trattamento laser è particolarmente diffuso..

Terapia laser

Le procedure comportano l'irradiazione di aree specifiche dell'occhio con radiazioni monocromatiche coerenti da generatori chiamati laser..

L'esposizione alle radiazioni laser porta a un effetto fotodinamico che attiva l'apparato nucleare delle cellule e i sistemi di enzimi intracellulari. Ciò fornisce un effetto analgesico, antinfiammatorio e antispasmodico. L'edema viene rimosso, la rigenerazione dei tessuti migliora, il trofismo migliora, aumenta l'immunità locale.

La terapia laser è efficace quando:

  • Blefarite, orzo, calazio, cheratite;
  • Forme edematose di distrofia corneale;
  • Sindrome dell'occhio secco;
  • Ulcere corneali;
  • Malattie infiammatorie delle palpebre.
  • Spasmi di alloggio, sintomi di astenopia, ambliopia, bassi gradi di miopia;
  • Distrofie dei nervi retinici e ottici.

Per irradiare varie aree dell'occhio, vengono utilizzati dispositivi laser con diversi tipi di radiazioni. Il corso della terapia non supera le dieci procedure.

Terapia quantistica

Procedure per esporre il sistema di visione a energia luminosa a bassa intensità, con diverse lunghezze d'onda.

L'effetto terapeutico è dovuto alla regolazione dei processi elettrici sottocortico-corticali, all'attivazione dello scambio di neurotrasmettitori nel sistema immunitario, all'attivazione della funzione delle ghiandole endocrine, al miglioramento della neuro- e dell'emodinamica.

Le procedure sono prescritte per:

  • Violazione dell'alloggio.
  • Miopia progressiva, astenopia.

Vengono utilizzati speciali apparati spettrali con diverse frequenze di impatto dell'impulso di colore. Alcuni dispositivi combinano il trattamento laser a infrarossi e la terapia quantistica.

Cause e sintomi della miopia

Secondo le statistiche, l'80% della popolazione mondiale soffre di miopia di varie forme. La percentuale principale di pazienti è miopia lieve. Ma senza correzione e trattamento, può progredire rapidamente e una persona peggiorerà sempre più di vedere oggetti situati in lontananza..

La miopia è di diversi gradi:

  • debole (fino a -3 diottrie);
  • mezzo (da -3 a -6 diottrie);
  • forte, in cui la visione si deteriora a -6 diottrie o più.

La causa principale della malattia è una predisposizione genetica alla miopia. Se entrambi i genitori hanno una visione scarsa in lontananza, il bambino nasce con miopia nel 50% dei casi. Oltre all'eredità, l'aspetto della miopia provoca debolezza dei muscoli dell'apparato accomodante, che sono responsabili del cambiamento tempestivo nella curvatura della lente quando si guarda da vicino e lontano. Se i muscoli sono deboli, il bulbo oculare si allunga rapidamente, portando allo sviluppo della miopia. Influisce sull'acuità visiva e aumenta costantemente lo stress sugli organi (lavorare con piccoli dettagli, leggere in un veicolo in movimento, ore continue di permanenza sul monitor del computer), mancanza di riposo per gli occhi.

I sintomi all'inizio dello sviluppo della malattia praticamente non disturbano il paziente. Ma nel tempo, una persona vede sempre peggio in lontananza, il disagio appare quando si cerca di considerare oggetti distanti. Gli occhi si stancano rapidamente, diventano rossi, diventano asciutti.

Meccanoterapia

Questi sono vari tipi di massaggio, terapia ad ultrasuoni e terapia vibrazionale. Il metodo della fonoforesi è particolarmente ampiamente usato in oftalmologia..

fonoforesi

Il metodo combina l'esposizione acustica alle vibrazioni ad altissima frequenza e l'uso di droghe.

Tra gli effetti terapeutici del metodo, va notato l'azione antinfiammatoria, antispasmodica, analgesica, metabolica e defibrillante..

La fonoforesi viene utilizzata per:

  • Chalazione, lesioni cutanee cicatriziali delle palpebre.
  • Opacità corneali.
  • Processi di adesione dopo le operazioni trasferite.
  • Hemophthalmus.
  • Cambiamenti fibrotici nella retina e nella coroide.
  • Degenerazione maculare.

La fonoforesi non è prescritta per emorragie fresche, iridociclite e uveite nella fase acuta.

Contattando la clinica oculistica di Mosca, ogni paziente può essere sicuro che alcuni dei migliori specialisti russi saranno responsabili dei risultati del trattamento. L'alta reputazione della clinica e migliaia di pazienti riconoscenti aggiungeranno sicuramente fiducia nella scelta giusta. Le più moderne attrezzature per la diagnosi e il trattamento delle malattie degli occhi e un approccio individuale ai problemi di ciascun paziente sono una garanzia di risultati di trattamento elevati nella Clinica oculistica di Mosca. Diagnostichiamo e curiamo bambini di età superiore a 4 anni e adulti. Il costo di vari metodi di fisioterapia nella clinica è disponibile al link.

Usando la terapia fisica per curare gli occhi a casa

La fisioterapia per i bambini può essere eseguita a casa. Ciò è particolarmente vero per i pazienti che hanno difficoltà a raggiungere l'ospedale. Prima di eseguire la fisioterapia, è necessario decidere il metodo di trattamento. La terapia è prescritta solo dal medico curante o dal fisioterapista.

Per eseguire la fisioterapia a casa, è necessario acquistare dispositivi speciali. Sono venduti nei negozi di forniture mediche. È possibile acquistare dispositivi di fisioterapia nei negozi medici online.

dispositivi

Tipo di fisioterapiadispositivi
Elettroforesi, amplipulseStream 1, Stream 2, Elfor, Amplipulse, Tonus-2
ElettrostimolazioneESU-2, ESO-2, fosfene, corniola
magnetoterapiaPolo 1, Polo 2
Terapia laserMOLTO, ULTIMO, Speckle
Terapia ad ultrasuoniUZT MedTeKo

Prima di eseguire la fisioterapia, è necessario leggere le istruzioni per il dispositivo, consultare un medico.

Diagnosi di cataratta nelle prime fasi

L'elastotonometria è un metodo per determinare l'oftalmotone quando si misura la pressione intraoculare con tonometri di vari pesi (5,0 g; 7,5 g; 10,0 g; 15,0 g). Gli esami tonografici vengono eseguiti utilizzando tonografi elettronici.

Normalmente, il coefficiente di facilità di deflusso (C) nelle persone di età pari o superiore a 40 anni varia da 0,16 a 0,48 mmz (min / mm Hg). Volume minuto di umor acqueo (G) - da 1,1 a 3,58 mmz / min. Pressione intraoculare (Po) reale (non tonometrica) - da 10,48 a 20 mm Hg. st.

Con il glaucoma, il campo visivo cambia. Una scarsa afflusso di sangue alla retina dal lato temporale rispetto al lato nasale porta al fatto che il restringimento del campo visivo inizia inizialmente nella parte interna superiore sotto forma di un settore, quindi l'intero lato nasale cade - e gradualmente il difetto si avvicina al punto di fissazione.

Quando si esamina il punto cieco (proiezione della testa del nervo ottico) mediante campimetria, un aumento significativo di esso si trova spesso in una fase molto precoce. Il punto cieco sembra uno scotoma ad arco, che circonda il punto di fissazione sotto forma di un semicerchio.

ultrasuono

L'ecografia è il metodo più sicuro, dopo che la sua applicazione migliora il benessere del paziente, si formano i seguenti effetti positivi sul corpo:

  • eliminazione della tensione eccessiva del tessuto muscolare;
  • eliminazione dell'affaticamento degli occhi;
  • migliorare la qualità della visione.

Non è consigliabile eseguire la terapia ad ultrasuoni per le malattie cardiovascolari. Per la procedura viene utilizzato un dispositivo speciale sotto forma di binocolo. Gli occhi sono imbrattati di gel o acqua, il dispositivo viene applicato. Le onde ultrasoniche lo attraversano. Si consiglia di effettuare un ciclo di trattamento almeno 7 sessioni.

Stimolazione laser

La tecnica è applicabile per le persone con ridotta acuità visiva e per la profilassi, se una persona è a rischio. Durante la procedura, la luce laser colpisce la retina.


Vengono effettuati i seguenti effetti sui bulbi oculari:

  • eliminazione della tensione eccessiva dei muscoli intraoculari ed esterni;
  • accelerazione della rigenerazione dei tessuti, rinnovamento della composizione cellulare;
  • la miopia non viene eliminata solo con l'aiuto di questo metodo, ma il processo di sviluppo rallenterà;
  • miglioramento della nutrizione dei tessuti attraverso i vasi, che contribuisce a un maggiore apporto di vitamine e sostanze nutritive;
  • migliorare la qualità della visione.

La tecnica non è applicabile per tutte le categorie di pazienti, ci sono controindicazioni:

  • lo stato di sopportare il feto;
  • aumento della pressione sanguigna;
  • attacco di cuore.

L'essenza del metodo è che una persona è seduta di fronte a una tela dello schermo. Varie immagini vengono proiettate su di essa usando un laser. Colpisce la retina degli occhi, stimola i recettori nervosi (coni e bastoncelli). Si consiglia di eseguire fino a 14 sessioni al giorno. Dopo la procedura, la persona non sente dolore.

Alla fine di ogni ciclo di trattamento, il medico determina la visione del paziente. Le dinamiche positive sono rivelate.

Metodi di fisioterapia per il trattamento delle malattie degli occhi in pediatria

La fisioterapia è attivamente utilizzata oggi per le malattie degli occhi nei bambini. La tecnica viene utilizzata per patologie incurabili progressive, nonché per condizioni temporanee. La fisioterapia è necessaria per miopia, leucorrea, cataratta congenita, strabismo concomitante, ustioni corneali, neurite ottica, lungimiranza (ipermetropia), sclerite causata da malattie reumatiche, blefarite.

Varietà di trattamento fisioterapico in oftalmologia pediatrica, ambito della fisioterapia

La fisioterapia è indicata durante il recupero o il trattamento delle malattie degli occhi. Aiuta a ripristinare il tessuto oculare, ridurre l'infiammazione e ridurre l'ulteriore progressione della malattia. Gli oftalmologi considerano la fisioterapia efficace e sicura, soprattutto nella pratica pediatrica.

Caratteristiche positive del trattamento fisioterapico:

  • La terapia non provoca dolore, disagio, che è molto importante per i bambini (a volte è possibile una leggera sensazione di formicolio, specialmente durante l'elettroforesi).
  • Il trattamento non limita le attività educative e di altro tipo del paziente (puoi andare a scuola (scuola materna) immediatamente dopo la fisioterapia).
  • Per l'implementazione della terapia, non sono necessari lunghi preparativi e recupero.
  • Non ci sono danni dopo il trattamento (al contrario dell'intervento chirurgico).
  • L'effetto del trattamento dura per un lungo periodo di tempo.

La fisioterapia è necessaria per miopia, astigmatismo, strabismo, ipermetropia, patologie binoculari, glaucoma, atrofia nervosa, ambliopia, lesioni e lesioni dei tessuti oculari.

In oftalmologia, viene spesso utilizzato il trattamento hardware. I dispositivi sono molto più facili da usare. L'efficacia della terapia è molto più elevata. La scelta del dispositivo e della tecnica viene eseguita da un fisioterapista, a seconda della malattia. Il trattamento viene effettuato nella sala di fisioterapia.

Varietà di metodi terapeutici:

  • magnetoterapia.
  • Elettrostimolazione.
  • Diadynamophoresis.
  • Stimolazione laser.
  • Meccanoterapia (massaggio, ultrasuoni).
  • Terapia quantistica (basata su quanti).

La fisioterapia viene eseguita sulla base di ospedali, cliniche a pagamento e gratuite, policlinici. Il trattamento viene erogato nell'ambito della polizza assicurativa medica obbligatoria negli istituti di bilancio. Le cliniche a pagamento possono anche trattare i pazienti in base alla polizza assicurativa medica obbligatoria.

Magnetoterapia, indicazioni, limitazioni

La magnetoterapia è una tecnica basata sull'uso di impulsi magnetici a bassa frequenza. Gli impulsi del campo elettromagnetico possono essere intermittenti e variabili. Sullo sfondo del trattamento nei tessuti degli occhi e dei muscoli oculari, la risposta infiammatoria diminuisce, l'edema e l'intensità della sindrome del dolore diminuiscono. Se esposto a un campo magnetico, la rigenerazione dei tessuti danneggiati viene accelerata, la nutrizione cellulare viene normalizzata, le strutture epiteliali vengono ripristinate in caso di lesioni ulcerative e il flusso sanguigno nell'occhio aumenta. In oftalmologia, viene spesso utilizzato un campo magnetico alternato.

Indicazioni per il trattamento del campo magnetico:

  • Patologia del secolo.
  • cheratocono.
  • Processo infiammatorio sulla cornea.
  • iridociclite.
  • Cambiamenti distrofici retinici.
  • Corso postoperatorio complicato.
  • Ischemia retinica.
  • Atrofia del nervo ottico incompleta.
  • Miopia, cambiamenti nelle funzioni accomodanti.
  • Esoftalmo causato da edema tissutale.
  • Emorragia negli occhi.

La magnetoterapia è vietata in presenza di un corpo estraneo, sangue nel corpo vitreo, vasculite. La fisioterapia viene eseguita in sessioni del corso. La terapia può essere eseguita quotidianamente o a giorni alterni. Il tempo di fisioterapia per i bambini è di 15 minuti. Terapia del corso - 10-15 sessioni.

Magnetophoresis

La magnetoforesi è una procedura di terapia fisica che utilizza un campo magnetico per iniettare farmaci. Il dosaggio dell'intensità delle onde magnetiche è determinato dal medico. Durante la somministrazione di droghe, non è necessario osservare la polarità quando si posizionano le piastre. Oltre agli elettrodi, il campo magnetico può essere applicato utilizzando bagni medicinali, nonché su palpebre chiuse. Con la tecnica delle palpebre chiuse, il farmaco può essere applicato alle palpebre stesse o iniettato nei tessuti dell'occhio.

La magnetoforesi viene utilizzata attivamente per lesioni acute e croniche dell'occhio, patologia endocrina, episclerite, cornea secca, iridociclite, danno degenerativo alla retina, vasi sanguigni. La magnetoforesi non è prescritta per vasculite, sanguinamento ricorrente dell'occhio, presenza di un corpo estraneo.

Elettroterapia, tipi di trattamento

L'elettroterapia è l'uso di corrente continua per il trattamento di patologie oftalmiche. I metodi principali includono galvanizzazione, elettroforesi, stimolazione elettrica e terapia diadinamica, elettroreflessoterapia.

La tecnica principale oggi è l'elettroforesi. È un effetto sui tessuti della corrente continua e sull'introduzione di soluzioni medicinali. Lo ioduro di potassio, la riboflavina, i farmaci antibatterici possono essere somministrati per elettroforesi.

Sullo sfondo dell'utilizzo della tecnica, aumenta il metabolismo nei tessuti dell'organo ottico, migliora il flusso sanguigno. L'elettroforesi consente di somministrare il farmaco localmente, al contrario dell'iniezione o della somministrazione orale. Ciò migliora notevolmente l'efficacia della terapia. Gli elettrodi sono posizionati sulla regione temporale, occipitale, cervicale o sulle palpebre. Il luogo della loro installazione dipende dal tipo di patologia..

Indicazioni per la fisioterapia nei bambini:

  • Orzo.
  • Danno flemmatico all'organo della visione.
  • iridociclite.
  • Cicatrici delle palpebre.
  • Episclerite.
  • Danno corneale.
  • Adesioni della parte anteriore del bulbo oculare.
  • Accumulo di sangue, opacità nell'umor vitreo.
  • Retinopatia.
  • Miopia.
  • Danno al nervo ottico.

Il trattamento di elettroforesi non viene eseguito per oncopatologie, convulsioni epilettiche, ipertermia, patologie infettive, malattie del sangue, disfunzione ematopoietica, alta pressione, patologia degli organi interni nella fase di scompenso, presenza di corpi estranei di metallo.

Metodi per la somministrazione di farmaci e l'installazione di elettrodi:

MetodoRegole per l'applicazione di elettrodi, malattie
Elettroforesi endonasaleGli elettrodi sono posizionati nei passaggi nasali. Gli elettrodi sono avvolti in un batuffolo di cotone imbevuto di soluzione medicinale.

In questo modo viene trattata l'infiammazione, la degenerazione della retina dell'organo ottico..

Tecnica del BourguignonGli elettrodi sono posizionati sulle palpebre e sulla regione occipitale. Il trattamento viene effettuato per le malattie delle parti anteriori dell'occhio e delle palpebre.
Metodo del bagnoPer il trattamento, prendono uno speciale bagno di piccole dimensioni (diametro 3-5 cm) riempito con una soluzione di guarigione. Il paziente si china sul bagno. I suoi bordi devono essere premuti strettamente contro l'orbita dell'occhio in modo che il medicinale non fuoriesca. Il vassoio funge da primo elettrodo. Il secondo elettrodo è posizionato sulla parte inferiore del collo.

Questo trattamento è indicato per danni profondi all'organo visivo..

Metodo localeViene utilizzato un elettrodo punto speciale. La posizione dell'elettrodo è determinata dal medico. Spesso il metodo locale viene utilizzato a scopi diagnostici per vedere il movimento del fluido nelle camere anteriori dell'organo della visione nel glaucoma, nelle malattie della cornea.

La durata delle sessioni di elettroforesi è di 10-15 minuti. Terapia del corso 8-10 fisioterapia. Se necessario, il trattamento è esteso.

Stimolazione elettrica, tipi di metodi, indicazioni, limitazioni

Con la stimolazione elettrica, vengono utilizzate correnti elettriche deboli di natura pulsata. La tecnica consente di migliorare il recupero dei tessuti, aumenta la conduzione degli impulsi nervosi per gli occhi. Il metodo è usato abbastanza spesso, non causa disagio al bambino.

  • Percutaneo.
  • transcongiuntivale.
  • Impianto.

Il metodo più comunemente prescritto è percutaneo. Il trattamento è indicato in presenza di processi atrofici nel nervo ottico, ambliopia, miopia, strabismo, lesioni retiniche distrofiche, cheratite neurogena, glaucoma ad angolo aperto. Il metodo è molto efficace per i bambini miopi..

Restrizioni all'uso della stimolazione elettrica:

  • Oncopathology.
  • Trombosi, embolia vascolare retinica.
  • Lesione purulenta dell'organo ottico.
  • Glaucoma scompensato.

La durata di una procedura di fisioterapia per i bambini è di 10-15 minuti. Il trattamento può essere effettuato in 1-2 giorni. Terapia del corso 10-15 sessioni.

Terapia laser e terapia ad ultrasuoni

La terapia laser è una tecnica basata sull'azione delle radiazioni laser. I raggi laser sono generati da dispositivi speciali (laser). Il trattamento è indicato per infiammazione delle palpebre, blefarite, danno corneale, miopia, orzo, secchezza oculare, ambliopia, spasmo della sistemazione. Il trattamento laser aiuta a ridurre l'infiammazione, alleviare la sindrome del dolore, l'edema, accelerare la rigenerazione, aumentare la difesa immunitaria, eliminare i batteri, ridurre il vasospasmo.

Il bambino viene messo gli occhiali. Il bambino vede in loro lampi di rosso. Questi raggi di luce stimolano la contrazione muscolare. Il trattamento è eccellente per miopia, ipermetropia, ambliopia. Il numero di sessioni è 5-10. La durata di una procedura di fisioterapia è di 5-10 minuti.

Puoi anche usare macchine con uno schermo a emissione laser. Gli occhi del paziente devono trovarsi ad una distanza di 8-10 cm dallo schermo. Il trattamento laser a bassa intensità è consentito nei bambini di età inferiore a 1 anno, compresi i neonati.

I neonati non ricevono la terapia laser se sono presenti le seguenti condizioni:

  • Sepsi.
  • Patologia del sangue e fluidodinamica cerebrospinale.
  • Forte perdita di peso nel primo mese di vita.
  • Difetti cardiaci.

La terapia non ha effetti negativi sul bulbo oculare, poiché viene utilizzata una radiazione laser molto debole.

La terapia ad ultrasuoni si basa sull'uso di dispositivi speciali che generano ultrasuoni. Un gel speciale viene applicato sulla zona del bulbo oculare del paziente, migliorando la conduttività delle onde ultrasoniche. Dopo aver applicato il gel, posizionare il sensore del dispositivo sulle palpebre chiuse del bambino. La durata della fisioterapia è di 5-10 minuti. Terapia del corso 5-10 fisioterapia. Il trattamento viene effettuato a giorni alterni o quotidianamente.

L'ecografia è indicata per miopia, ipermetropia, iridociclite, danni alla cornea e alla retina. L'ecografia non viene utilizzata per emorragia vitreale, iridociclite acuta, uveite.

Usando la terapia fisica per curare gli occhi a casa

La fisioterapia per i bambini può essere eseguita a casa. Ciò è particolarmente vero per i pazienti che hanno difficoltà a raggiungere l'ospedale. Prima di eseguire la fisioterapia, è necessario decidere il metodo di trattamento. La terapia è prescritta solo dal medico curante o dal fisioterapista.

Per eseguire la fisioterapia a casa, è necessario acquistare dispositivi speciali. Sono venduti nei negozi di forniture mediche. È possibile acquistare dispositivi di fisioterapia nei negozi medici online.

dispositivi

Tipo di fisioterapiadispositivi
Elettroforesi, amplipulseStream 1, Stream 2, Elfor, Amplipulse, Tonus-2
ElettrostimolazioneESU-2, ESO-2, fosfene, corniola
magnetoterapiaPolo 1, Polo 2
Terapia laserMOLTO, ULTIMO, Speckle
Terapia ad ultrasuoniUZT MedTeKo

Prima di eseguire la fisioterapia, è necessario leggere le istruzioni per il dispositivo, consultare un medico.

Conclusione

Il trattamento delle patologie oculari viene effettuato in modo completo. Spesso non uno, ma vengono utilizzati diversi metodi contemporaneamente. Per i bambini, la fisioterapia è di grande importanza, poiché non sono ammessi tutti i farmaci e i metodi chirurgici. In pediatria, cercano di preservare e migliorare il più possibile la funzione visiva. La fisioterapia è eccellente per questi scopi. Con un'adeguata fisioterapia, l'efficacia del trattamento è piuttosto elevata.

Campo magnetico con il farmaco Taufon

La magnetoterapia è uno dei trattamenti più efficaci per molte malattie oftalmiche..

La magnetoterapia è uno dei trattamenti più efficaci per molte malattie oftalmiche. Colpisce il corpo a livello molecolare, sottomolecolare e subcellulare e consiste nell'uso di campi intermittenti, pulsati e costanti a bassa frequenza.

Pazienti indeboliti, pazienti anziani e bambini sono ugualmente ben tollerati dalla magnetoterapia. In alcuni casi (ad esempio, con lesioni agli occhi), questa tecnica è, in linea di principio, l'unica opzione di trattamento possibile. Il campo magnetico passa facilmente attraverso la medicazione e la palpebra chiusa senza richiedere il contatto diretto con l'elemento magnetico, il che facilita notevolmente tale procedura.

Agendo sulla vista, la magnetoterapia consente di risolvere diversi problemi:

  • riduce l'edema e l'infiltrazione dei bordi della ferita corneale;
  • promuove il riassorbimento dell'essudato nella camera anteriore dell'occhio (lo spazio tra la cornea e l'iride, riempito con liquido intraoculare);
  • riduce la pressione intraoculare;
  • accelera i processi di rigenerazione.

Chi è indicato per le procedure che utilizzano un campo magnetico?

Il campo magnetico viene utilizzato nel trattamento della distrofia retinica e delle malattie vascolari, atrofia del nervo ottico, ferite penetranti ed erosioni corneali, nonché ambliopia (il cosiddetto "occhio pigro" - compromissione della vista funzionale) nei bambini.

Ci sono delle controindicazioni?

Il trattamento con un campo magnetico non deve essere eseguito se il paziente ha neoplasie maligne, processi acuti purulenti, ipotensione grave (bassa pressione sanguigna).

Campo magnetico + medicine

Oggi, un tale metodo di trattamento delle malattie oftalmiche come la magnetoforesi è ampiamente usato - un metodo che consente di combinare il trattamento farmacologico con l'esposizione a un campo magnetico..
Nel centro medico multidisciplinare Best Clinic ci sono 4 programmi di trattamento hardware complesso di disabilità visive. Un componente importante di ciascuno di essi è l'uso di un campo magnetico con il farmaco Taufon.

Taufon action

Il componente principale di questo farmaco è la taurina. Il nostro corpo produce questo aminoacido da solo ed è estremamente importante per il normale metabolismo dei tessuti oculari. Tuttavia, sotto l'influenza di alcuni fattori sfavorevoli, questo processo può essere interrotto, il che richiede il ripristino della quantità di taurina con l'aiuto di droghe..
Tra questi mezzi, Taufon è uno dei più efficaci. Promuove i processi di rigenerazione nel bulbo oculare e in alcuni casi è persino in grado di fermare i cambiamenti degenerativi.
Taufon è prescritto per il trattamento delle seguenti malattie:

  • cataratta (nel trattamento della patologia, nonché dopo le operazioni sulla lente);
  • malattie della cornea (ha un effetto di supporto, riduce il disagio del paziente);
  • glaucoma (riduce la pressione intraoculare);
  • distrofia retinica (aiuta a rafforzare i vasi sanguigni);
  • per lesioni agli occhi (ripristina la cornea, previene l'appannamento della retina e l'emorragia, riducendo il rischio di gravi complicanze).

Taufon è anche prescritto per quei pazienti che hanno subito un intervento chirurgico agli occhi..

Impatto complesso

La combinazione delle capacità del campo magnetico e dell'azione del farmaco Taufon può aumentare significativamente l'efficacia della terapia per patologie refrattive quali: miopia (miopia), ipermetropia (lungimiranza), astigmatismo (violazione della sfericità della cornea), presbiopia (lungimiranza legata all'età - cambiamenti sclerotici nella lente).

Come succede??

La procedura prevede l'introduzione del farmaco Taufon nel tessuto oculare mediante un campo magnetico a bassa frequenza - le sue onde letteralmente "spingono" le molecole del farmaco in profondità nell'organo. Pertanto, l'efficacia del farmaco, e quindi l'intero complesso del trattamento hardware, aumenta in modo significativo.
Il paziente viene sepolto Taufon e uno speciale elemento magnetico viene applicato nel luogo in cui è necessario il massimo impatto (vicino all'occhio, al tempio, alla parte posteriore della testa). La procedura può durare fino a 20 minuti e non richiede alcuna preparazione speciale da parte del paziente..
Ciascuno dei complessi di apparati per il trattamento delle disabilità visive nella migliore clinica comprende 10 procedure di campo magnetico con il farmaco Taufon.

Correzione della visione con terapia magnetica: come funziona? Magneti per gli occhi Gli occhi sono trattati con campi elettromagnetici.

La fisioterapia è attivamente utilizzata oggi per le malattie degli occhi nei bambini. La tecnica viene utilizzata per patologie incurabili progressive, nonché per condizioni temporanee. La fisioterapia è necessaria per miopia, leucorrea, cataratta congenita, strabismo concomitante, ustioni corneali, neurite ottica, lungimiranza (ipermetropia), sclerite causata da malattie reumatiche, blefarite.

Varietà di trattamento fisioterapico in oftalmologia pediatrica, ambito della fisioterapia

La fisioterapia è indicata durante il recupero o il trattamento delle malattie degli occhi. Aiuta a ripristinare il tessuto oculare, ridurre l'infiammazione e ridurre l'ulteriore progressione della malattia. Gli oftalmologi considerano la fisioterapia efficace e sicura, soprattutto nella pratica pediatrica.

Caratteristiche positive del trattamento fisioterapico:

  • La terapia non provoca dolore, disagio, che è molto importante per i bambini (a volte è possibile una leggera sensazione di formicolio, specialmente durante l'elettroforesi).
  • Il trattamento non limita le attività educative e di altro tipo del paziente (puoi andare a scuola (scuola materna) immediatamente dopo la fisioterapia).
  • Per l'implementazione della terapia, non sono necessari lunghi preparativi e recupero.
  • Non ci sono danni dopo il trattamento (al contrario dell'intervento chirurgico).
  • L'effetto del trattamento dura per un lungo periodo di tempo.

La fisioterapia è necessaria per miopia, astigmatismo, strabismo, ipermetropia, patologie binoculari, glaucoma, atrofia nervosa, ambliopia, lesioni e lesioni dei tessuti oculari.

In oftalmologia, viene spesso utilizzato il trattamento hardware. I dispositivi sono molto più facili da usare. L'efficacia della terapia è molto più elevata. La scelta del dispositivo e della tecnica viene eseguita da un fisioterapista, a seconda della malattia. Il trattamento viene effettuato nella sala di fisioterapia.

Varietà di metodi terapeutici:

  • magnetoterapia.
  • Elettrostimolazione.
  • Diadynamophoresis.
  • Stimolazione laser.
  • Meccanoterapia (massaggio, ultrasuoni).
  • Terapia quantistica (basata su quanti).

La fisioterapia viene eseguita sulla base di ospedali, cliniche a pagamento e gratuite, policlinici. Il trattamento viene erogato nell'ambito della polizza assicurativa medica obbligatoria negli istituti di bilancio. Le cliniche a pagamento possono anche trattare i pazienti in base alla polizza assicurativa medica obbligatoria.

Magnetoterapia, indicazioni, limitazioni

La magnetoterapia è una tecnica basata sull'uso di impulsi magnetici a bassa frequenza. Gli impulsi del campo elettromagnetico possono essere intermittenti e variabili. Sullo sfondo del trattamento nei tessuti degli occhi e dei muscoli oculari, la risposta infiammatoria diminuisce, l'edema e l'intensità della sindrome del dolore diminuiscono. Se esposto a un campo magnetico, la rigenerazione dei tessuti danneggiati viene accelerata, la nutrizione cellulare viene normalizzata, le strutture epiteliali vengono ripristinate in caso di lesioni ulcerative e il flusso sanguigno nell'occhio aumenta. In oftalmologia, viene spesso utilizzato un campo magnetico alternato.

Indicazioni per il trattamento del campo magnetico:

  • Patologia del secolo.
  • cheratocono.
  • Processo infiammatorio sulla cornea.
  • iridociclite.
  • Cambiamenti distrofici retinici.
  • Corso postoperatorio complicato.
  • Ischemia retinica.
  • Atrofia del nervo ottico incompleta.
  • Miopia, cambiamenti nelle funzioni accomodanti.
  • Esoftalmo causato da edema tissutale.
  • Emorragia negli occhi.

La magnetoterapia è vietata in presenza di un corpo estraneo, sangue nel corpo vitreo, vasculite. La fisioterapia viene eseguita in sessioni del corso. La terapia può essere eseguita quotidianamente o a giorni alterni. Il tempo di fisioterapia per i bambini è di 15 minuti. Terapia del corso - 10-15 sessioni.

Magnetophoresis

La magnetoforesi è una procedura di terapia fisica che utilizza un campo magnetico per iniettare farmaci. Il dosaggio dell'intensità delle onde magnetiche è determinato dal medico. Durante la somministrazione di droghe, non è necessario osservare la polarità quando si posizionano le piastre. Oltre agli elettrodi, il campo magnetico può essere applicato utilizzando bagni medicinali, nonché su palpebre chiuse. Con la tecnica delle palpebre chiuse, il farmaco può essere applicato alle palpebre stesse o iniettato nei tessuti dell'occhio.

La magnetoforesi viene utilizzata attivamente per lesioni acute e croniche dell'occhio, patologia endocrina, episclerite, cornea secca, iridociclite, danno degenerativo alla retina, vasi sanguigni. La magnetoforesi non è prescritta per vasculite, sanguinamento ricorrente dell'occhio, presenza di un corpo estraneo.

Elettroterapia, tipi di trattamento

L'elettroterapia è l'uso di corrente continua per il trattamento di patologie oftalmiche. I metodi principali includono galvanizzazione, elettroforesi, stimolazione elettrica e terapia diadinamica, elettroreflessoterapia.

La tecnica principale oggi è l'elettroforesi. È un effetto sui tessuti della corrente continua e sull'introduzione di soluzioni medicinali. Lo ioduro di potassio, la riboflavina, i farmaci antibatterici possono essere somministrati per elettroforesi.

Sullo sfondo dell'utilizzo della tecnica, aumenta il metabolismo nei tessuti dell'organo ottico, migliora il flusso sanguigno. L'elettroforesi consente di somministrare il farmaco localmente, al contrario dell'iniezione o della somministrazione orale. Ciò migliora notevolmente l'efficacia della terapia. Gli elettrodi sono posizionati sulla regione temporale, occipitale, cervicale o sulle palpebre. Il luogo della loro installazione dipende dal tipo di patologia..

Indicazioni per la fisioterapia nei bambini:

  • Orzo.
  • Danno flemmatico all'organo della visione.
  • iridociclite.
  • Cicatrici delle palpebre.
  • Episclerite.
  • Danno corneale.
  • Adesioni della parte anteriore del bulbo oculare.
  • Accumulo di sangue, opacità nell'umor vitreo.
  • Retinopatia.
  • Miopia.
  • Danno al nervo ottico.

Il trattamento di elettroforesi non viene eseguito per oncopatologie, convulsioni epilettiche, ipertermia, patologie infettive, malattie del sangue, disfunzione ematopoietica, alta pressione, patologia degli organi interni nella fase di scompenso, presenza di corpi estranei di metallo.

Metodi per la somministrazione di farmaci e l'installazione di elettrodi:

MetodoRegole per l'applicazione di elettrodi, malattie
Elettroforesi endonasaleGli elettrodi sono posizionati nei passaggi nasali. Gli elettrodi sono avvolti in un batuffolo di cotone imbevuto di soluzione medicinale.

In questo modo viene trattata l'infiammazione, la degenerazione della retina dell'organo ottico..

Tecnica del BourguignonGli elettrodi sono posizionati sulle palpebre e sulla regione occipitale. Il trattamento viene effettuato per le malattie delle parti anteriori dell'occhio e delle palpebre.
Metodo del bagnoPer il trattamento, prendono uno speciale bagno di piccole dimensioni (diametro 3-5 cm) riempito con una soluzione di guarigione. Il paziente si china sul bagno. I suoi bordi devono essere premuti strettamente contro l'orbita dell'occhio in modo che il medicinale non fuoriesca. Il vassoio funge da primo elettrodo. Il secondo elettrodo è posizionato sulla parte inferiore del collo.

Questo trattamento è indicato per danni profondi all'organo visivo..

Metodo localeViene utilizzato un elettrodo punto speciale. La posizione dell'elettrodo è determinata dal medico. Spesso il metodo locale viene utilizzato a scopi diagnostici per vedere il movimento del fluido nelle camere anteriori dell'organo della visione nel glaucoma, nelle malattie della cornea.

La durata delle sessioni di elettroforesi è di 10-15 minuti. Terapia del corso 8-10 fisioterapia. Se necessario, il trattamento è esteso.

Stimolazione elettrica, tipi di metodi, indicazioni, limitazioni

Con la stimolazione elettrica, vengono utilizzate correnti elettriche deboli di natura pulsata. La tecnica consente di migliorare il recupero dei tessuti, aumenta la conduzione degli impulsi nervosi per gli occhi. Il metodo è usato abbastanza spesso, non causa disagio al bambino.

  • Percutaneo.
  • transcongiuntivale.
  • Impianto.

Il metodo più comunemente prescritto è percutaneo. Il trattamento è indicato in presenza di processi atrofici nel nervo ottico, ambliopia, miopia, strabismo, lesioni retiniche distrofiche, cheratite neurogena, glaucoma ad angolo aperto. Il metodo è molto efficace per i bambini miopi..

Restrizioni all'uso della stimolazione elettrica:

  • Oncopathology.
  • Trombosi, embolia vascolare retinica.
  • Lesione purulenta dell'organo ottico.
  • Glaucoma scompensato.

La durata di una procedura di fisioterapia per i bambini è di 10-15 minuti. Il trattamento può essere effettuato in 1-2 giorni. Terapia del corso 10-15 sessioni.

Terapia laser e terapia ad ultrasuoni

La terapia laser è una tecnica basata sull'azione delle radiazioni laser. I raggi laser sono generati da dispositivi speciali (laser). Il trattamento è indicato per infiammazione delle palpebre, blefarite, danno corneale, miopia, orzo, secchezza oculare, ambliopia, spasmo della sistemazione. Il trattamento laser aiuta a ridurre l'infiammazione, alleviare la sindrome del dolore, l'edema, accelerare la rigenerazione, aumentare la difesa immunitaria, eliminare i batteri, ridurre il vasospasmo.

Il bambino viene messo gli occhiali. Il bambino vede in loro lampi di rosso. Questi raggi di luce stimolano la contrazione muscolare. Il trattamento è eccellente per miopia, ipermetropia, ambliopia. Il numero di sessioni è 5-10. La durata di una procedura di fisioterapia è di 5-10 minuti.

Puoi anche usare macchine con uno schermo a emissione laser. Gli occhi del paziente devono trovarsi ad una distanza di 8-10 cm dallo schermo. Il trattamento laser a bassa intensità è consentito nei bambini di età inferiore a 1 anno, compresi i neonati.

I neonati non ricevono la terapia laser se sono presenti le seguenti condizioni:

  • Sepsi.
  • Patologia del sangue e fluidodinamica cerebrospinale.
  • Forte perdita di peso nel primo mese di vita.
  • Difetti cardiaci.

La terapia non ha effetti negativi sul bulbo oculare, poiché viene utilizzata una radiazione laser molto debole.

La terapia ad ultrasuoni si basa sull'uso di dispositivi speciali che generano ultrasuoni. Un gel speciale viene applicato sulla zona del bulbo oculare del paziente, migliorando la conduttività delle onde ultrasoniche. Dopo aver applicato il gel, posizionare il sensore del dispositivo sulle palpebre chiuse del bambino. La durata della fisioterapia è di 5-10 minuti. Terapia del corso 5-10 fisioterapia. Il trattamento viene effettuato a giorni alterni o quotidianamente.

L'ecografia è indicata per miopia, ipermetropia, iridociclite, danni alla cornea e alla retina. L'ecografia non viene utilizzata per emorragia vitreale, iridociclite acuta, uveite.

Usando la terapia fisica per curare gli occhi a casa

La fisioterapia per i bambini può essere eseguita a casa. Ciò è particolarmente vero per i pazienti che hanno difficoltà a raggiungere l'ospedale. Prima di eseguire la fisioterapia, è necessario decidere il metodo di trattamento. La terapia è prescritta solo dal medico curante o dal fisioterapista.

Per eseguire la fisioterapia a casa, è necessario acquistare dispositivi speciali. Sono venduti nei negozi di forniture mediche. È possibile acquistare dispositivi di fisioterapia nei negozi medici online.

Prima di eseguire la fisioterapia, è necessario leggere le istruzioni per il dispositivo, consultare un medico.

Conclusione

Il trattamento delle patologie oculari viene effettuato in modo completo. Spesso non uno, ma vengono utilizzati diversi metodi contemporaneamente. Per i bambini, la fisioterapia è di grande importanza, poiché non sono ammessi tutti i farmaci e i metodi chirurgici. In pediatria, cercano di preservare e migliorare il più possibile la funzione visiva. La fisioterapia è eccellente per questi scopi. Con un'adeguata fisioterapia, l'efficacia del trattamento è piuttosto elevata.

Varie tecniche fisioterapiche sono utilizzate per trattare le patologie degli organi visivi. La magnetoterapia per gli occhi ha effetti antinfiammatori, analgesici e decongestionanti. La fisioterapia migliora il trofismo, stimola la rigenerazione dei tessuti, migliora il flusso sanguigno locale.

Indicazioni per l'uso

Il trattamento di fisioterapia viene utilizzato per le seguenti patologie degli organi visivi:

  • glaucoma;
  • miopia;
  • ipermetropia;
  • cataratta;
  • strabismo;
  • atrofia del nervo ottico;
  • flemmone;
  • astigmatismo;
  • orzo;
  • calazio;
  • cheratite;
  • ambliopia;
  • miopia infantile;
  • Sindrome di Adie Holmes;
  • uveite;
  • episclerite;
  • spasmo della sistemazione;
  • iridociclite;
  • opacità della cornea;
  • hemophthalmos;
  • opacità di CT;
  • cambiamenti cicatriziali nelle palpebre;
  • processi di adesione;
  • degenerazione maculare;
  • corioretinite;
  • retinopatia, ecc..

Metodi di fisioterapia e disposizioni generali

Le procedure di fisioterapia sono prescritte individualmente, a seconda della diagnosi.

Per le malattie degli occhi, vengono utilizzati i seguenti metodi fisiologici in oftalmologia:

  • elettroforesi;
  • Meccanoterapia;
  • fonoforesi;
  • stimolazione elettrica;
  • terapia laser;
  • fototerapia;
  • trattamento con magnete;
  • magnetophoresis;
  • diadynamophoresis;
  • terapia quantistica, ecc..

elettroforesi

La tecnica è considerata diffusa e rappresenta una combinazione fisico-chimica di esposizione a soluzioni di farmaci con corrente elettrica costante.

Durante l'elettromilling si verificano reazioni galvaniche, viene generato calore e il pH del mezzo cambia. Gli ioni vengono ridistribuiti nelle cellule, contribuendo alla formazione e all'attivazione di elementi biochimicamente attivi. La comparsa di reazioni stimola la microcircolazione, attiva i processi metabolici e l'attività secretoria delle ghiandole e aumenta la permeabilità della barriera emato-oftalmica. L'elettroforesi viene utilizzata per eliminare i disturbi distrofici degli occhi e le condizioni patologiche croniche.

Meccanoterapia

Questo tipo di terapia fisica consiste nei seguenti metodi:

  • massaggio;
  • terapia vibrazionale, compresa la fonoforesi.

Le zone di vuoto e compressione a livello di celle e sottocellule si alternano, determinando l'effetto di una pressione acustica variabile. L'ecografia aiuta ad alleviare l'infiammazione e ha un effetto antispasmodico, analgesico, metabolico e defibrillante. È prescritta una procedura per i seguenti disturbi:

  • calazio;
  • processi distrofici;
  • malattie della pelle cicatriziali delle palpebre.

fonoforesi

La fisioterapia consiste nel simultaneo effetto acustico delle vibrazioni ad altissima frequenza e nell'uso di medicinali. La fisioterapia oftalmica ha un effetto antinfiammatorio, metabolico, antispasmodico, analgesico e defibrillante. Indicazioni per l'uso:

  • calazio;
  • lesioni cicatriziali della pelle delle palpebre;
  • opacità corneale;
  • aderenze dopo l'intervento chirurgico;
  • disturbi fibrotici della membrana vascolare e retinica;
  • degenerazione maculare.

UHF per gli occhi

L'organo della visione è influenzato da campi elettrici ad altissima frequenza. Ciò porta a vibrazioni di ioni, rotazione di molecole di dipolo e polarizzazione di particelle dielettriche. Di conseguenza, si verifica la formazione di calore intracellulare, il cui livello è influenzato dalle proprietà dielettriche e dalla conduttività elettrica dei tessuti. UHF viene utilizzato per le seguenti patologie:

Elettrostimolazione

L'effetto di impulsi deboli di corrente elettrica con una certa sequenza e struttura sui tessuti neuromuscolari e sensoriali dell'occhio, induzione funzionale con anabolismo eccessivo. Di conseguenza, l'attività delle strutture che hanno mantenuto la loro vitalità viene ripristinata con una diminuzione della conduzione degli impulsi nervosi. La terapia laser è adatta per il trattamento dei disturbi della vista negli adulti.

Questo è uno dei metodi più accessibili ed efficaci in grado di risolvere i problemi degli errori di rifrazione: miopia nei bambini e negli adulti, astigmatismo e ipermetropia. Nel trattamento laser, le radiazioni monocromatiche coerenti di un generatore irradiano aree specifiche dell'occhio. C'è un effetto fotodinamico che attiva l'apparato nucleare cellulare e i sistemi di enzimi intracellulari.

La fisioterapia aiuta ad alleviare dolore, spasmi e infiammazione. La fisioterapia aiuta ad eliminare il gonfiore, ripristinare i tessuti, aumentare l'immunità locale e migliorare il trofismo. Per irradiare diverse aree dell'occhio, vengono utilizzati dispositivi laser che hanno diversi tipi di radiazioni. La durata del corso è di massimo 10 sessioni. Indicazioni per l'uso:

  • blefarite;
  • orzo;
  • cheratite;
  • ulcere corneali;
  • malattie infiammatorie delle palpebre;
  • spasmi di alloggio;
  • distrofia retinica.

La magnetoterapia a casa e in ospedale è un metodo quasi universale per il trattamento di malattie di vari organi e sistemi. La magnetoterapia domestica non causa quasi nessun problema associato ad altri metodi fisioterapici, e nemmeno la persona più prospera può acquistare un apparato di magnetoterapia - i prezzi per loro partono da 2500 rubli. Le indicazioni della magnetoterapia, in cui i casi di magnetoterapia sono controindicati - le istruzioni per l'elenco dei dispositivi insieme ai metodi di utilizzo. Ed è impossibile non prestare attenzione al fatto che l'elenco di indicazioni supera significativamente l'elenco di malattie e condizioni per le quali è vietata la magnetoterapia. Le controindicazioni alla procedura superano appena una dozzina di punti, mentre le raccomandazioni per la sua attuazione vanno oltre il cento.

Applicazione in questo campo della medicina

Le malattie oftalmiche non fanno eccezione: la magnetoterapia è ampiamente usata contro di loro. Le procedure di solito non vengono eseguite con l'ausilio di dispositivi domestici standard, come AMT-01 o Almag, ma con l'ausilio di dispositivi specializzati. Uno di questi è il dispositivo AMO-Atos con il prefisso Amblio-1.

In quali casi aiuta la magnetoterapia??

  • L'applicazione per l'esoftalmo edematoso contribuisce alla rapida eliminazione del liquido in eccesso e alla riduzione dell'edema.
  • Con il glaucoma, la magnetoterapia rimuove anche il liquido in eccesso. La magnetoterapia aumenta anche l'efficacia dei farmaci usati per abbassare la pressione intraoculare..
  • Un dispositivo di magnetoterapia può essere acquistato come ausilio nel trattamento dell'ambliopia e della miopia. L'effetto positivo del campo magnetico sui tessuti non è in grado di invertire il processo patologico, ma blocca lo sviluppo di malattie.
  • L'apparato colpisce con successo le malattie infiammatorie di tutte le parti dell'occhio, dalla congiuntivite all'iridociclite. Dodici procedure dimostreranno chiaramente se la magnetoterapia aiuta: queste malattie si sviluppano rapidamente e altrettanto rapidamente scompaiono con un trattamento adeguato..
  • Poiché dopo la magnetoterapia si attivano i processi rigenerativi, si raccomanda spesso un corso di procedure durante il periodo di riabilitazione dopo qualche tempo dopo l'intervento chirurgico.
  • La magnetoterapia ha meritato le recensioni più positive sull'uso delle malattie delle palpebre: orzo, calazio.

Un vantaggio importante che, indipendentemente dall'utilizzo di Almag, AMO-Atos o AMT, la magnetoterapia differisce da molti altri metodi di fisioterapia: la sua capacità di penetrazione piuttosto profonda. Durante la procedura, non è necessario il contatto dell'applicatore con l'occhio, il campo magnetico passa facilmente attraverso la palpebra e la benda di garza protettiva.

Bisogno di sapere

Puoi conoscere il costo di un corso di trattamento in un ospedale sul sito web della clinica selezionata e con i prezzi dei dispositivi domestici - in qualsiasi motore di ricerca per la richiesta "acquista magnetoterapia" o "prezzo magnetoterapia".

Descrizione

La fisioterapia è uno dei metodi di trattamento conservativo, ampiamente utilizzato nel complesso trattamento delle malattie degli occhi. I trattamenti di fisioterapia per le malattie degli occhi comprendono elettroterapia, fisicoparmacoterapia, fototerapia, meccanoterapia e baroterapia.

elettroterapia

L'effetto sul corpo di questi metodi si basa sull'uso di vari tipi di corrente elettrica. Nella pratica del trattamento delle malattie degli occhi, vengono utilizzate la corrente continua a bassa tensione (galvanizzazione), le correnti di impulso a bassa tensione (terapia diadinamica, stimolazione elettrica), i campi elettrici ad alta tensione (terapia UHF), l'esposizione a un campo magnetico alternato (magnetoterapia a bassa frequenza), l'elettroreflessoterapia.

Il trattamento fisioterapico più comune in oftalmologia è l'elettroforesi farmacologica.

Elettroforesi medicinale

L'elettroforesi medicinale è un metodo fisico-chimico combinato di esposizione locale a corrente elettrica costante e farmaci (farmaci) introdotti da soluzioni acquose mediante corrente elettrica.

Le caratteristiche dell'elettroforesi del farmaco sono dovute all'effetto sia del farmaco utilizzato che della corrente elettrica diretta.

Quando passa attraverso i tessuti da un elettrodo all'altro, una corrente elettrica incontra resistenza, che dipende dalla conduttività elettrica dei tessuti. Nel bulbo oculare, il fluido intraoculare ha la più alta conduttività elettrica e l'epidermide palpebrale ha il più basso. Per superare i luoghi con la più bassa conducibilità elettrica, viene spesa una significativa energia corrente, che porta alla comparsa di reazioni galvaniche dei tessuti, accompagnate da una significativa generazione di calore, ridistribuzione degli ioni nella sostanza cellulare e intercellulare, una variazione del pH dell'ambiente, la formazione di sostanze biochimicamente attive, l'attivazione di enzimi e processi metabolici. Tutto ciò provoca una significativa attivazione locale della circolazione sanguigna, iperemia tissutale, una sensazione di bruciore nel sito di esposizione agli elettrodi.

Durante la galvanizzazione, aumenta la circolazione sanguigna e linfatica, aumenta la capacità di riassorbimento dei tessuti, vengono stimolati i processi metabolici e trofici, aumenta la funzione secretoria delle ghiandole e aumenta significativamente la permeabilità della barriera emato-oftalmica. Grazie all'elettroforesi, l'effetto del farmaco viene prolungato a una dose inferiore a quella normalmente utilizzata per la somministrazione parenterale. Inoltre, la cornea funge da membrana semi-permeabile ideale attraverso la quale gli ioni possono penetrare nell'occhio. L'aumentata permeabilità della barriera emato-oftalmica sotto l'azione della galvanizzazione porta a una maggiore penetrazione dei farmaci nell'occhio rispetto a quando vengono iniettati nei tessuti attorno al bulbo oculare. Inoltre, i farmaci si accumulano nei tessuti, causando il loro effetto prolungato sui tessuti patologicamente alterati..

Malattie infiammatorie e distrofiche acute e croniche degli occhi: orzo, flemmone, chalazions, alterazioni cicatriziali delle palpebre, episclerite, cheratite, iridociclite, aderenze nel segmento anteriore dell'occhio, emoftalmia, opacità CT, corioretinite, degenerazioni macoretiniche centrali, degenerazioni macenerali neurite e atrofia del nervo ottico.

Generale (valido per tutti i metodi di fisioterapia):

  • neoplasie benigne e maligne;
  • malattie del sangue e degli organi che formano il sangue (condizioni emorragiche, disturbi della coagulazione del sangue);
  • epilessia;
  • malattie infettive acute e condizioni febbrili di eziologia sconosciuta;
  • malattie infettive croniche nella fase acuta (tubercolosi, brucellosi, ecc.);
  • malattie scompensate del cuore, dei polmoni e di altri organi interni;
  • stadio di ipertensione III.

Locale: corpi estranei metallici intraoculari.

Per l'elettroforesi, vengono utilizzati dispositivi come "Potok-1", "Potok-2", "Elfor" e altri, che generano una corrente continua continua, o del tipo "Amplipulse" e "Tonus-2", che fungono da sorgente di correnti dirette pulsanti o intermittenti. Come elettrodi, vengono utilizzate piastre metalliche (o ben conduttive) con guarnizioni in tessuto idrofilo, di almeno 1 cm di spessore e 1,5 cm più grandi della dimensione della piastra..

Metodologia e cure di follow-up

L'elettroforesi medicinale viene eseguita in diversi modi.

  • Elettroforesi secondo Bourguignon. Un elettrodo con una guarnizione imbevuta di una soluzione farmacologica viene posizionato sulle palpebre chiuse e il secondo elettrodo viene posizionato sulla parte posteriore del collo. In questo modo, vengono somministrate sostanze medicinali per le malattie delle palpebre e del segmento anteriore dell'occhio..
  • L'elettroferesi da bagno è più spesso usata per influenzare le strutture intraoculari. Con questo metodo, i farmaci disciolti vengono mantenuti in un bagno oculare speciale con un elettrodo. Il paziente in posizione seduta inclina la testa e applica il bagno sul bulbo oculare aperto, immergendolo nella soluzione. Un secondo elettrodo è attaccato alla parte posteriore del collo. Questo metodo è usato per trattare i processi infiammatori e degenerativi del segmento anteriore dell'occhio.
  • L'elettroforesi endonasale dei farmaci viene eseguita da speciali cuscinetti posizionati nei passaggi nasali. Usano anche turchini di cotone avvolti su elettrodi metallici. Il secondo elettrodo è attaccato alla parte posteriore del collo. Il metodo viene utilizzato per una consegna più efficiente di farmaci al segmento posteriore dell'occhio nei processi infiammatori e degenerativi nella retina e nella coroide.
  • L'elettroforesi locale viene eseguita con uno speciale elettrodo "punto". Inoltre, il metodo viene utilizzato per diagnosticare le malattie della cornea e valutare il flusso di liquido intraoculare nel glaucoma.

Con l'elettroforesi con i metodi descritti, la forza corrente è 0,5-1,0 mA, la durata della procedura è 10-20 minuti. Il corso del trattamento comprende 10-15 procedure al giorno o a giorni alterni. A seconda delle forme nosologiche specifiche e del quadro clinico della malattia, vengono utilizzati preparati vasodilatatori ed enzimatici, neuro- e angioprotettori, miotici, midriatici e altri agenti. Le soluzioni farmacologiche vengono introdotte dall'anodo o dal catodo in base alla loro polarità. Preliminare stabilire sperimentalmente la stabilità dei farmaci e del campo elettrico, la possibilità di formazione di metaboliti tossici, determinare la polarità dei farmaci, la concentrazione ottimale di somministrazione. Tutti i farmaci per elettroforesi sono approvati dal Ministero della Salute della Federazione Russa e sono inclusi in un elenco speciale di farmaci per la fisioterapia, in cui sono collocati in base alla polarità e viene indicata la concentrazione per la somministrazione..

Diadinamoforesi, magnetoforesi, fonoforesi.

La diadinamoforesi è un metodo di trattamento fisioterapico combinato che prevede l'introduzione di farmaci che utilizzano corrente continua con impulsi semisinusoidi, 50 e 100 Hz.

  • Giustificazione. Le caratteristiche principali dell'azione delle correnti diadinamiche nel corpo sono il blocco delle terminazioni nervose sensibili e l'aumento della soglia di sensibilità al dolore, la stimolazione dei processi trofici, il metabolismo dei tessuti e il riassorbimento dell'edema perineurale. Le correnti diadinamiche contribuiscono anche al riassorbimento delle emorragie e delle opacità della TC.
  • Indicazioni. Cheratite di varie eziologie, specialmente accompagnata da sindrome del dolore; processi distrofici e neurotrofici nella cornea; episclerite, iridociclite acuta; paresi dei muscoli oculomotori.
  • Controindicazioni. Emorragie e lesioni fresche, infiammazione purulenta degli occhi (congiuntivite, ecc.).
  • Formazione. Per la terapia diadinamica e la diadinamoforesi, vengono utilizzati dispositivi di produzione domestica: "SNIM-1", "Topus-1", "Tonus-2", dispositivi stranieri: "Diadinamik" (Francia), "Ridan" (Polonia), "Biopulsar" (Bulgaria ). I dispositivi modulano vari tipi di correnti di impulso. Nella pratica oftalmica vengono utilizzati tre tipi di corrente: push-pull fisso, modulato da corto e modulato da lunghi periodi..
  • Metodologia e cure di follow-up. Per la terapia diadinamica vengono utilizzati piccoli elettrodi bipolari locali ed elettrodi a piastra. Di solito, l'elettrodo attivo (catodo) viene posizionato nella proiezione del sito di uscita del nervo sopraorbitale sulla pelle della fronte sopra il sopracciglio o il nervo infraorbitale (pelle del bordo orbitale inferiore). Il secondo elettrodo è posizionato nella regione temporale, nell'angolo esterno della fessura palpebrale. La potenza attuale è di 1,0-1,5 mA, la durata della procedura è di 6-8 minuti. Una guarnizione di tessuto idrofilo inumidita con una soluzione di novocaina o soluzione isotonica viene posta sull'elettrodo attivo. Durante la procedura, il paziente avverte vibrazioni o una leggera sensazione di formicolio. In presenza di elettrodi a piastra, uno viene applicato sulla pelle delle palpebre chiuse sopra il bulbo oculare, l'altro sulla pelle della regione temporale. In questo caso, l'intensità di corrente è di 0,2-0,5 mA, la durata della procedura è di 3-6 minuti. Si consiglia di utilizzare diversi tipi di corrente in una procedura. Per la diadinamoforesi, vengono spesso utilizzati elettrodi di forma ovale, che vengono posizionati sulle palpebre chiuse dell'occhio malato e sulla regione dell'osso sopracciglio. L'attività dell'elettrodo è determinata dalla polarità del farmaco iniettato. Con soluzioni di farmaci, i cuscinetti realizzati con uno strato di carta da filtro vengono inumiditi, posizionati tra la pelle e un panno idrofilo sul quale viene applicato un elettrodo. Prima della procedura, 1-2 gocce della sostanza iniettata vengono installate nella cavità congiuntivale. Innanzitutto, viene fornita una corrente continua push-pull per 10 minuti, quindi per 2-3 minuti - modulazione in brevi periodi. La forza attuale è regolata in base alle sensazioni soggettive del paziente (lieve vibrazione), ma non più di 2 mA. Il corso del trattamento è di 6-8 procedure, ogni giorno. Per aumentare l'efficacia del trattamento, la diadinamoforesi può essere utilizzata secondo la tecnica del bagno..
  • Metodi alternativi. Elettroforesi medicinale, magnetoforesi.

Elettrostimolazione

Stimolazione elettrica - impatto di impulsi deboli di corrente elettrica di una certa struttura e sequenza sull'apparato sensoriale e neuromuscolare dell'occhio.

L'effetto terapeutico della stimolazione elettrica è dovuto all'induzione funzionale dell'eccessivo anabolismo, che si manifesta nell'attivazione di processi riparativi di rigenerazione intracellulare e tissutale. Come risultato di questi processi nel nervo ottico e nella retina, viene ripristinata la capacità di lavoro di quegli elementi che mantengono la loro vitalità sullo sfondo di una diminuzione della conduzione degli impulsi nervosi. Gli effetti dell'elettrostimolazione sono usati per le malattie accompagnate da danni alla neurorecezione e all'arco riflesso..

Distinguere tra stimolazione elettrica percutanea, transcongiuntivale e dell'impianto. La stimolazione elettrica transcutanea è più comunemente usata.

Atrofia del nervo ottico di varie eziologie, ambliopia nei bambini di tipo refrattivo e oscurante, miopia, distrofia retinica, glaucoma primario ad angolo aperto compensato, cheratite neurogena.

Tumori dell'orbita e del bulbo oculare, processi purulenti verso l'orbita, trombosi, embolia dei rami della vena centrale e dell'arteria retinica, glaucoma non compensato.

I seguenti dispositivi sono utilizzati per la stimolazione elettrica: "ESU-2", "ESO-2", "Fosfene", "Serdolik".

Metodologia e cure di follow-up

La tecnica più comune in cui l'elettrodo attivo viene applicato sulla palpebra superiore del paziente alternativamente nel tempo e nel naso. Un avambraccio indifferente con una grande superficie di contatto è attaccato all'avambraccio. Al fine di determinare i parametri della corrente stimolante, la forza corrente è determinata dalle soglie per il verificarsi di elettrofosfeni e la sua frequenza è determinata dalla frequenza critica di diminuzione e scomparsa degli elettrofosfeni. Attraverso l'elettrodo attivo vengono alimentati impulsi rettangolari negativi monofase con una durata di 10 ms con una frequenza di ripetizione di 5-30 Hz e un'ampiezza di corrente di 10-800 μA. La stimolazione elettrica viene eseguita in modo strutturato (4-8 impulsi) con una frequenza di ripetizione del motivo di 0,5-20 Hz. Ogni bulbo oculare viene alimentato con 4-6 serie di impulsi con una durata di 15-45 s, l'intervallo tra le serie è di 1 minuto. Il corso del trattamento è di 5-10 sessioni al giorno. Se necessario, dopo 3-6 mesi. il trattamento può essere ripetuto.

Terapia UHF

La terapia UHF è un metodo di trattamento che consiste nell'esporre parti del corpo a un campo elettrico ad altissima frequenza continuo o pulsato (40,68 e 27,12 MHz).

Un campo elettrico ad altissima frequenza fa oscillare gli ioni con la stessa frequenza, la rotazione delle molecole di dipolo e la polarizzazione delle particelle dielettriche. Questi fenomeni sono accompagnati dalla formazione di calore intracellulare, la cui quantità dipende dalla conduttività elettrica e dalle proprietà dielettriche dei tessuti. Le radiazioni UHF penetrano liberamente attraverso spazi aerei, pelle, tessuto adiposo sottocutaneo, tessuto osseo, cioè in quelle strutture che rimangono inaccessibili ad altri tipi di energia. La maggior parte dell'energia UHF viene assorbita nel tessuto adiposo sottocutaneo. Qui si verifica il più grande riscaldamento dei tessuti..

Dacriocistite, flemmone sacro lacrimale, orzo, cheratite, uveite.

Lachrymation, densi chalazions, emorragie fresche o ricorrenti nella TC, glaucoma non compensato, formazioni maligne dell'occhio e dell'orbita.

Nella pratica oculare vengono utilizzati dispositivi come "UHF-62", "UHCh-30", "UHCh 4" e altri. Viene utilizzata la tecnica a due elettrodi.

Quando esposti alla zona del bulbo oculare, gli elettrodi n. 1 (3,8 cm) sono posizionati tangenzialmente: uno a una distanza di 1 cm dall'occhio, il secondo a una distanza di 4-5 cm dal padiglione auricolare. Tra la pelle e gli elettrodi rimangono spazi vuoti di 2 cm La dose di esposizione è non termica o debolmente termica. La durata dell'esposizione è di 6-8 minuti. Il corso del trattamento va da 3 a 10 procedure. Con la dacriocistite, l'elettrodo attivo viene posizionato nell'area del sacco lacrimale con uno spazio di 1-1,5 cm, l'altro sul lato opposto del naso ad una distanza di 3-4 cm dalla piega nasolabiale.

Dopo la procedura, si consiglia di rimanere in casa per 15-20 minuti.

Terapia diadinamica, elettroforesi medicinale.

magnetoterapia

Magnetoterapia: l'uso a scopi terapeutici di campi magnetici costanti variabili o intermittenti a bassa frequenza.

I campi magnetici hanno un pronunciato effetto antinfiammatorio, analgesico e antiedema. La magnetoterapia migliora il trofismo, accelera i processi di rigenerazione dei tessuti, l'epitelizzazione delle superfici ulcerative e migliora la microcircolazione. Il trattamento viene effettuato con un campo magnetico costante, alternato e meno spesso pulsato. Un campo magnetico alternato è vantaggioso perché per ottenere l'effetto terapeutico desiderato è necessaria una minore intensità di campo e il tempo di esposizione è significativamente ridotto..

La magnetoterapia è utilizzata per alleviare l'infiammazione e alleviare l'edema, risolvere infiltrati, essudato ed emorragia intraoculare, accelerare i processi metabolici, migliorare la circolazione sanguigna (microcircolazione), migliorare il trofismo e una migliore guarigione delle ferite corneali. La magnetoterapia presenta vantaggi rispetto ad altri metodi di fisioterapia: la procedura non richiede il contatto del bulbo oculare con l'induttore, poiché il campo magnetico passa attraverso le palpebre chiuse e le bende di garza.

Malattie delle palpebre (blefarite, orzo), cheratite di varie eziologie, cheratocono, iridociclite, complicanze postoperatorie, distrofie tapetoretiniche e altre retiniche, miopia e disordini della sistemazione, atrofia del nervo ottico parziale, condizioni ischemiche della retina, emorragie nella membrana ed esofit.

Corpi estranei intraoculari, emorragie ricorrenti nella TC, vasculite emorragica.

Per la magnetoterapia a bassa frequenza, vengono spesso utilizzati i dispositivi "Pole-1" e "Pole-2".

Modalità procedurale: 1a intensità, che corrisponde a un'induzione magnetica di circa 10 mT, forma sinusoidale del campo magnetico, modalità continua. Un induttore di campo magnetico è posizionato direttamente davanti all'occhio interessato. La procedura può essere eseguita attraverso una benda di garza. La durata dell'esposizione è di 7-10 minuti. 10-15 procedure giornaliere per corso.

Magnetophoresis

La magnetoforesi è un metodo di trattamento fisioterapico che consente di iniettare farmaci utilizzando un campo magnetico a bassa frequenza.

Oltre all'effetto dei farmaci, l'effetto terapeutico si ottiene a causa dell'effetto di un campo magnetico, che è caratterizzato da effetti vasoattivi (principalmente sulla microcircolazione), antinfiammatori (antiedema), trofici, anestetici locali, ipocoagulanti. A differenza dell'elettroforesi, per la somministrazione di farmaci, non è necessario stabilire la polarità e le sostanze vengono somministrate in normali dosi terapeutiche. Viene anche utilizzato il metodo di somministrazione del bagno e il metodo di somministrazione più comunemente usato attraverso le palpebre chiuse, quando il farmaco viene applicato sulle palpebre o pre-iniettato e la cavità congiuntivale.

Processi infiammatori e distrofici acuti e cronici (degenerativi) nel segmento anteriore e posteriore dell'occhio, ad esempio in malattie come oftalmopatia endocrina, congiuntivite, episclerite, cheratite, distrofie corneali epiteliali-endoteliali, sindrome dell'occhio secco, iridociclite e forme edematose di malattie della retina e delle membrane vascolari dell'occhio.

Come per la magnetoterapia.

Electroreflexotherapy

L'elettroreflessoterapia è un effetto terapeutico e profilattico di vari fattori fisici sulle aree dei punti dei punti di agopuntura del corpo umano.

Sinonimo: fisioterapia puntura.

La fisioterapia della puntura deve la sua origine all'agopuntura, che ha avuto origine nei tempi antichi. Si basa sul concetto di canali energetici interni che comunicano tra organi interni e pelle. In riflessologia, le aree del corpo interessate sono chiamate punti di agopuntura. Si ritiene che i punti di agopuntura siano zone di massima concentrazione di elementi nervosi, un elemento riflesso periferico attraverso il quale vari stimoli possono essere esercitati sul corpo a scopi terapeutici (elettro, fono, laser, magnetopuntura, ecc.).

Miopia progressiva, spasmi di alloggio, ambliopia, glaucoma, cataratta. malattie degenerative della retina e del nervo ottico.

La posizione esatta dei punti e l'impatto su di essi da parte di fattori fisici viene effettuata con l'aiuto dei dispositivi "ELAN", "ELITA", "ATOS", "Karat". I dispositivi di ultima generazione consentono di agire su punti di agopuntura con correnti costanti e di impulso, "pacchetti" di impulsi, cambiare automaticamente la polarità della corrente, agire contemporaneamente su 5-6 punti.

La stimolazione dei punti biologicamente attivi viene effettuata con una corrente elettrica da 20 a 500 μA a una tensione non superiore a 9 V. La forza della corrente dipende dalla posizione dei punti biologicamente attivi: ad esempio, nell'area del padiglione auricolare, il livello consentito è di 20-50 μA e nella massa ascellare della regione glutea - fino a 500 μA. Durante la procedura, il paziente può avvertire una leggera sensazione di formicolio, distensione, calore nell'area del punto di agopuntura..

fototerapia

La fototerapia combina metodi che utilizzano l'energia delle oscillazioni elettromagnetiche della luce e delle gamme di onde vicine, in particolare la radiazione ultravioletta, infrarossa e visibile. In oftalmologia, la terapia laser è più ampiamente utilizzata.

Terapia laser

Laserterapia: l'uso a scopo terapeutico di irradiazione di determinate aree del corpo con radiazioni monocromatiche coerenti, ottenute utilizzando generatori quantici chiamati laser.

Le vibrazioni elettromagnetiche con coerenza e monocromaticità consentono di ottenere un'alta densità a bassa potenza di uscita (fino a 50 mW). Quando esposto alle radiazioni laser, si verifica un effetto fotodinamico, che si manifesta nell'attivazione dell'apparato nucleare della cellula, ribosomi, sistemi di enzimi intracellulari, citocromo ossidasi, catalasi, ecc..

I principali effetti clinici della terapia laser (analgesici, antinfiammatori, decongestionanti, antispasmodici, rigenerativi, desensibilizzanti, immunocorrettivi, vasoattivi, ipocolesterolemici, vagotonici, battericidi e batteriostatici) hanno trovato applicazione nel trattamento di molte malattie degli occhi.

Malattie del segmento anteriore e posteriore dell'occhio: blefarite, orzo, calazio, cheratite, forme edematose di distrofia corneale, sindrome dell'occhio secco, disturbi della guarigione corneale, malattie infiammatorie delle palpebre. La stimolazione laser del muscolo ciliare ha un effetto terapeutico in caso di spasmi di accomodamento, miopia bassa e astenopia. La stimolazione laser della retina e del nervo ottico è indicata per ambliopia, malattie degenerative della retina e nervo ottico.

Sono stati proposti numerosi dispositivi che generano lo svezzamento laser in dosi terapeutiche, con istruzioni e descrizioni dettagliate dei metodi approvati dal Ministero della Salute della Federazione Russa. O irradiazione diretta degli elementi del bulbo oculare con radiazione laser (dispositivi "LOT", "LAST", ecc.) Oppure l'effetto della radiazione riflessa sull'apparato neuro-recettore dell'analizzatore visivo osservando il puntino laser del paziente (dispositivi "Speckle", "LOT", ecc..). Il tempo di irradiazione di solito non supera i 5-10 minuti, il diametro del punto di radiazione laser è di 5-15 mm. Se irradiato, viene utilizzata fino a 200 μW / cm di densità del flusso laser. Diversi ugelli vengono utilizzati a seconda dell'area di irradiazione. Sono prescritte 5-10 procedure per il corso del trattamento, quotidianamente o a giorni alterni.

Terapia quantistica

Terapia quantistica - effetto bioritmico sull'organo di visione dei quanti leggeri con energia a bassa intensità e lunghezze d'onda diverse.

L'effetto terapeutico è dovuto alla regolazione dei processi bioelettrici sottocortico-corticali, allo scambio di neurotrasmettitori dell'endorfina e dei sistemi immunitari, all'attività ormonale delle ghiandole endocrine, al miglioramento della neuro- e dell'emodinamica.

Disturbi della sistemazione, miopia progressiva, astenopia.

Vengono utilizzati dispositivi oftalmici spettrali, che effettuano un effetto di impulso di colore a frequenze diverse. Alcuni dispositivi combinano sia effetti quantistici che terapia laser a infrarossi.

Meccanoterapia

fonoforesi

Include l'uso di vari tipi di massaggio, terapia vibratoria, terapia ad ultrasuoni a scopi terapeutici. In oftalmologia, viene ampiamente utilizzato un metodo di trattamento come la fonoforesi..

Fonoforesi - un metodo fisico-chimico combinato di esposizione a vibrazioni e droghe acustiche ad altissima frequenza.

Le caratteristiche del metodo e gli effetti clinici sono dovuti sia all'influenza dei farmaci sia all'effetto degli ultrasuoni, che ha effetti terapeutici. L'effetto meccanico è associato all'effetto della pressione acustica variabile dovuta all'alternanza delle zone di compressione e scarica a livello subcellulare e cellulare (il cosiddetto micromassaggio a vibrazione). L'effetto termico è associato all'effetto della trasformazione dell'energia assorbita delle vibrazioni ultrasoniche in calore. I principali effetti clinici degli ultrasuoni sono antinfiammatori, analgesici, antispasmodici, metabolici, defibrillanti.

Calazio, lesioni cicatriziali della pelle delle palpebre, processi distrofici nei segmenti anteriore e posteriore dell'occhio: opacità corneali, aderenze nel segmento anteriore dell'occhio con iridociclite e dopo chirurgia, opacità della TC, emoftalmo, macudodistrofia, cambiamenti fibrosi nella retina e nella coroide.

Emorragie fresche nella TC, iridociclite acuta e uveite.

Per la fonoforesi vengono utilizzati dispositivi domestici, come "UZT-104", "UZT-3.06" e altri. I dispositivi differiscono tra loro nella frequenza con cui operano. Ai fini di una penetrazione più profonda degli ultrasuoni, viene utilizzata una frequenza di 880 kHz e per il segmento anteriore dell'occhio - 2640 kHz.

Una modalità continua o pulsata viene utilizzata con un'intensità di ultrasuoni compresa tra 0,05 e 1,0 W / cm quadrati (in genere 0,2-0,4 W / cm quadrati secondo la tecnica del bagno). La durata della procedura è di 5-7 minuti, tutti i giorni o a giorni alterni. Vengono utilizzati vari farmaci, più spesso agenti proteolitici: collalisina, ialuronidasi, preparati di aloe, ecc..

Vengono proposte procedure di fisioterapia combinate:

  • fonoelettroforesi - l'uso combinato di ultrasuoni, corrente elettrica costante e farmaci;
  • superelettroforesi - sonicazione preliminare con ultrasuoni seguita da fonoelettroforesi.

E 'Importante Conoscere Il Glaucoma