Basalioma: foto, sintomi, trattamento, fasi e prognosi della vita

Il basalioma della pelle o il carcinoma a cellule basali è una neoplasia dell'epitelio cutaneo, caratterizzata da un cerotto squamoso rosa che si verifica principalmente sul viso.

Il tumore è un singolo nodulo rossastro che sale sopra la superficie della pelle. Il gruppo a rischio comprende persone anziane con pelle chiara e persone che si espongono regolarmente all'esposizione solare. Tra i bambini e gli adolescenti, la probabilità di carcinoma a cellule basali è praticamente esclusa..

Il basalioma è il tumore cutaneo più favorevole dal punto di vista della cura e della successiva sopravvivenza. Una caratteristica distintiva di questa neoplasia maligna è che il tumore non metastatizza, quindi è relativamente ben curabile.

Cos'è?

Il basalioma (carcinoma a cellule basali) è un tumore maligno della pelle che si sviluppa dalle cellule dell'epidermide.

Prende il nome dalla somiglianza delle cellule tumorali con le cellule dello strato basale della pelle. Il basalioma ha i principali segni di una neoplasia maligna: cresce nei tessuti adiacenti e li distrugge, si ripresenta anche dopo aver eseguito il trattamento corretto.

A differenza di altri tumori maligni, il basalioma praticamente non metastatizza. Per il basalioma sono possibili trattamenti chirurgici, criodistruzione, rimozione laser e radioterapia. Le tattiche di trattamento sono selezionate individualmente in base alle caratteristiche della malattia.

Rimozione del carcinoma a cellule basali mediante curettage ed elettrodissezione.

Questo metodo viene talvolta utilizzato per rimuovere i carcinomi delle cellule basali nodulari e superficiali. Dopo l'anestesia locale con lidocaina all'1% con una curette (cucchiaio Volkmann in metallo), viene eseguita una biopsia (tessuto per istologia) con un movimento espiratorio. A causa della maggiore fragilità e scioltezza del carcinoma a cellule basali, si presta molto meglio alla pelle sana. Inoltre, l'intero tumore visibile viene scavato nello strato denso della pelle, poiché lo strato denso (derma) è resistente a tale intervento. Durante la rimozione del basalioma con una curette, appare il sangue, con l'aiuto di un coltello elettrico chirurgico, si ferma e allo stesso tempo si verifica la carbonizzazione di tessuti densi praticamente sani intorno al basalioma e sotto di esso. Pertanto, vengono raggiunti 2 obiettivi: vengono forniti il ​​rientro richiesto in profondità e larghezza, nonché l'emostasi chirurgica. Dopo aver rimosso il basalioma in questo modo, i bordi della ferita non vengono chiusi, guarisce sotto la crosta formata dall'elettrodissezione. Con basaliomi molto piccoli, a volte sono limitati solo all'elettrodissezione, senza scavo. L'efficacia del curettage e dell'elettrodissezione è estremamente dipendente dal medico chirurgo, la percentuale di recidive va dal 7,7% al 40%! Scegli attentamente il tuo oncologo se stai pianificando questo tipo di trattamento.

Rimozione di basalioma con una curette. Quindi, con l'aiuto di un coltello elettrico, il sangue si ferma, i tessuti adiacenti vengono carbonizzati, diventando altrettanto fragili. Il curettage viene ripetuto di nuovo.

Ragioni di sviluppo

Nonostante gli studi a lungo termine sul carcinoma a cellule basali, le cause della sua insorgenza non sono state determinate con precisione. La comparsa di questi tumori è spesso associata a malattie della pelle, la maggior parte delle quali è più frequente negli anziani (dopo 50 anni). Nell'infanzia e nell'adolescenza sono molto rari e, nel caso di una diagnosi di carcinoma a cellule basali nei bambini, questo è solitamente associato ad anomalie congenite, ad esempio la sindrome di Gorlin-Goltz.

I fattori che possono contribuire allo sviluppo di basali includono:

  • irradiazione ultravioletta;
  • Radiazione ionizzante;
  • esposizione prolungata alla luce solare;
  • esposizione a sostanze cancerogene e tossiche;
  • lesioni alla pelle (ustioni, tagli, ecc.);
  • lavoro interrotto del sistema immunitario del corpo;
  • sconfitta da infezioni virali;
  • predisposizione genetica;
  • eredità.

È stato dimostrato che un'esposizione frequente e prolungata alla luce solare spesso causa la maggior parte delle malattie della pelle e aumenta anche il rischio di sviluppare un carcinoma a cellule basali. Non si deve ignorare il tumore, anche se non causa disagio al paziente, il carcinoma a cellule basali è pericoloso perché durante lo sviluppo del tumore cresce in strati profondi, distruggendo così i tessuti molli, cartilaginei e ossei.

Prevenzione

Il basalioma è una sottospecie curabile di cancro della pelle, soggetto a diagnosi tempestiva e terapia corretta, quindi, non appena compaiono i primi sintomi, è necessario consultare immediatamente un medico.
Il tasso di sopravvivenza con rilevazione rapida è superiore al 90%. Se segui le seguenti regole, la probabilità della malattia diminuirà:

  • ridurre l'esposizione al sole;
  • evitare il sole dalle 10 alle 14 (il periodo più attivo di radiazione solare).
  • indossare abiti adeguati, cappelli.
  • usare crema solare o lozione.
  • periodicamente controllato da un dermatologo, oncologo, ecc..
  • evitare traumi a vecchie cicatrici.

Gli appassionati di abbronzatura devono sapere che la procedura aumenta le possibilità di cancro alla pelle.

Le persone anziane non dovrebbero dimenticare che il loro corpo è altamente suscettibile alle infezioni, raffreddori frequenti e altri disturbi, incluso il carcinoma a cellule basali della pelle. Al fine di prevenire questa grave malattia, è necessario eliminarne le cause seguendo alcune semplici raccomandazioni:

È vietato prendere il sole attivamente al sole di mezzogiorno; non solo il basalioma, ma anche il melanoma, possono comparire cheratoma. È giustificato utilizzare la protezione solare o proteggere le aree esposte del corpo durante l'estate.

Questo vale non solo per gli anziani e il bambino, ma anche per la popolazione adulta..

Traumi accidentali a vecchie cicatrici, in particolare cicatrici colloidali grossolane, dovrebbero essere evitati. Il debridement tempestivo di ferite difficili da guarire o estese superfici di bruciatura contribuirà a evitare lo sviluppo di un processo oncologico.

La durata della riabilitazione dipende dallo stadio della malattia. Se viene rilevato un tumore all'inizio del suo sviluppo, le misure di riabilitazione non sono così gravi: assunzione di complessi vitaminici, creazione di nutrizione, igiene sistematica della pelle, rafforzamento della salute in generale.

Con la rilevazione tempestiva del focus e il trattamento adeguato, la prognosi è favorevole a causa dell'assenza di una marcata tendenza a formare metastasi.

Se un tumore ha un diametro superiore a 20 mm, se viene rilevato in fasi successive, è possibile un esito letale. Più grande è il tumore stesso, più pronunciato è il difetto estetico..

La prevenzione del basalioma consiste nell'evitare i fattori di rischio che provocano la comparsa di tumori:

Studiando le foto che mostrano il carcinoma a cellule basali, tutti pensano se un destino del genere possa essere evitato. Puoi, se segui alcuni consigli:

  • La pelle non dovrebbe essere troppo secca, quindi è necessario idratarla regolarmente.
  • Proteggi la tua pelle dall'esposizione alla luce solare. Non stare al sole per molto tempo, usa la protezione solare.
  • Elimina danni alla pelle, ulcere.
  • Osservare le buone pratiche igieniche quando si lavora con sostanze pericolose.
  • Non ferire le tue ferite.
  • Consulta un medico in tempo.

Visualizzazioni post: 1 581

Classificazione

Questo tipo di tumore della pelle delle cellule basali può colpire i tessuti della pelle in diverse forme, che hanno il loro stadio di sviluppo..

  1. Forma nodulare. Un tumore canceroso appare sulla pelle sotto forma di un nodulo, le cui dimensioni raggiungono 3-4 cm.È di colore perlato e forma l'erosione sulla superficie della pelle con una crosta che, una volta rimossa, può sanguinare.
  2. Pigmento. Il tumore appare sotto forma di un'ulcera con bordi rialzati. Di solito, la sua altezza periferica può raggiungere 0,7 cm.
  3. Ulcerosa. Un'ulcera grigio scuro si forma al centro del tumore, lentamente aumentando e approfondendo. Distrugge il tessuto cutaneo sano adiacente.
  4. Cicatriziale. Questa solida neoplasia maligna ha una tonalità rosa scuro, a differenza di altri tumori, il basalioma della cicatrice non appare sulla superficie della pelle. Durante lo sviluppo, questo tipo di tumore della pelle è caratterizzato dalla comparsa di erosioni, che cicatrizzano e distruggono molto rapidamente i tessuti, causando dolore insopportabile per il paziente..
  5. Sclerodermia-like. Dal suo aspetto ricorda una cicatrice bianca atrofica. La formazione maligna è spesso localizzata in varie parti del viso (naso, guance e fronte).
  6. Superficiale. Ha diverse sfumature e cresce sulla superficie della pelle di oltre 10 cm di diametro, diventando coperto da una sottile crosta erosiva. Questo tipo di tumore della pelle può essere difficile da diagnosticare in quanto viene spesso scambiato per eczema o psoriasi..
  7. Metatipico. Questo tumore si manifesta sotto forma di nodo solitario, che si diffonde rapidamente. Questa è l'unica forma di carcinoma a cellule basali che ha la capacità di metastatizzare agli organi interni e ai linfonodi..

Indicazioni e controindicazioni per la rimozione chirurgica del tumore

La rimozione chirurgica del carcinoma a cellule basali è un trattamento efficace e molto comune. Come ogni metodo, ha indicazioni e controindicazioni..

Indicazioni per l'operazione:

  • Neoplasia primaria di varie dimensioni.
  • Posizione superficiale del tumore.
  • Forma nodulare.
  • Chiari confini del focolare.
  • Localizzazione sulla pelle degli arti, tronco.
  • L'inaccessibilità della neoplasia per la completa rimozione a causa delle peculiarità della localizzazione (regione periorbitale, cute del padiglione auricolare).
  • Età avanzata del paziente.
  • La presenza di gravi malattie concomitanti.

Gli interventi chirurgici non vengono eseguiti nemmeno con basalioma ricorrente. I pazienti che assumono anticoagulanti per la vita hanno un aumentato rischio di sanguinamento, pertanto la classica rimozione del tumore non è raccomandata per questo gruppo di pazienti.

Sintomi

I sintomi del carcinoma a cellule basali della pelle (vedi foto) nella fase iniziale compaiono immediatamente dopo l'inizio della crescita della neoplasia.

Luoghi comuni di insorgenza del carcinoma a cellule basali: viso e collo. I piccoli noduli rosa chiaro o color carne sono acneici, indolori e crescono lentamente. Nel corso del tempo, una crosta grigio chiaro si forma nel mezzo di una piaga così poco appariscente. Il basalioma è circondato da una formazione densa sotto forma di un rotolo di struttura granulare.

Se la malattia non viene diagnosticata nella fase iniziale, il processo viene aggravato. L'emergere di nuovi noduli e la successiva fusione porta all'espansione patologica dei vasi sanguigni e alla comparsa di "vene del ragno" sulla superficie della pelle. Spesso si formano cicatrici nel sito delle ulcere che si formano nella parte centrale del tumore. Man mano che il basalioma cresce, cresce nei tessuti vicini, inclusi tessuto osseo e cartilagineo, che si manifesta con la sindrome del dolore.

  1. La variante nodulare è considerata il tipo più comune di carcinoma a cellule basali, manifestato dall'apparizione di un piccolo nodulo rosato indolore sulla superficie della pelle. Man mano che il nodulo cresce, tende a ulcerarsi, quindi sulla superficie appare una crosta depressione. La neoplasia aumenta lentamente di dimensioni ed è anche possibile la comparsa di nuove strutture simili, che riflettono il tipo di superficie multicentrica della crescita tumorale. Nel tempo, i noduli si fondono l'uno con l'altro, formando un denso infiltrato che penetra sempre più in profondità nel tessuto sottostante, coinvolgendo non solo lo strato sottocutaneo, ma anche cartilagine, legamenti e ossa. La forma nodulare si sviluppa più spesso sulla pelle del viso, della palpebra, nell'area del triangolo nasolabiale.
  2. La forma nodulare si manifesta anche con la crescita di neoplasia sotto forma di un singolo nodo, ma, a differenza della variante precedente, il tumore non tende a invadere i tessuti sottostanti e il nodo è orientato verso l'esterno.
  3. La variante superficiale della crescita è caratteristica delle forme dense simili a placche del tumore, quando la lesione si diffonde in larghezza di 1-3 cm, ha un colore rosso-marrone ed è dotata di molti piccoli vasi dilatati. La superficie della placca è coperta di croste, può erodersi, ma il decorso di questa forma di carcinoma a cellule basali è favorevole.
  4. Il basalioma verrucoso (papillare) è caratterizzato da una crescita superficiale, non provoca la distruzione dei tessuti sottostanti e sembra un cavolfiore.
  5. La versione pigmentata del basalioma contiene melanina, che le conferisce un colore scuro e ricorda un altro tumore molto maligno: il melanoma.
  6. Il basalioma atrofico-cicatriziale (simile a sclerodermia) ricorda una cicatrice esternamente densa situata sotto il livello della pelle. Questo tipo di tumore procede alternando cicatrici ed erosione, pertanto il paziente può osservare sia cicatrici tumorali già formate sia erosioni fresche ricoperte di croste. Mentre la parte centrale ulcera, il tumore si espande, interessando nuove aree della pelle lungo la periferia, mentre al centro si formano cicatrici.
  7. La forma ulcerosa del carcinoma a cellule basali è piuttosto pericolosa, poiché tende a distruggere rapidamente il tessuto sottostante e circostante. Il centro dell'ulcera affonda, coperto da una crosta grigio-nera, i bordi sono sollevati, rosa rosato, con un'abbondanza di vasi dilatati.

I principali sintomi del carcinoma a cellule basali sono ridotti alla presenza delle strutture sopra descritte sulla pelle, che non disturbano a lungo, ma tuttavia, un aumento delle loro dimensioni, anche per diversi anni, il coinvolgimento dei tessuti molli, dei vasi, dei nervi, delle ossa e della cartilagine circostanti nel processo patologico è molto pericoloso. Nella fase avanzata del tumore, i pazienti avvertono dolore, disfunzione della parte interessata del corpo, è possibile sanguinamento, suppurazione nel sito di crescita della neoplasia, formazione di fistole negli organi vicini. I tumori che distruggono i tessuti dell'occhio, dell'orecchio, penetrano nella cavità cranica e germinano le membrane del cervello sono di grande pericolo. La prognosi in questi casi è scarsa.

Previsione di rimozione del basalioma

Rimozione del carcinoma a cellule basali: l'opinione degli specialisti sull'esito del trattamento di tale lesione è generalmente favorevole. La cura completa dei malati di cancro con carcinoma a cellule basali con diagnosi tempestiva è del 90%.

La moderna rimozione del carcinoma a cellule basali si basa sull'uso della tecnologia laser, che riduce al minimo le conseguenze negative dell'escissione chirurgica del tumore. Questa tecnologia protegge anche il paziente il più possibile dalle recidive postoperatorie. Nelle fasi successive dell'oncologia, quando il tessuto osseo e muscolare è coinvolto nel processo patologico, i pazienti vengono sottoposti a trattamento combinato mediante radioterapia e un metodo chirurgico. La terapia combinata fornisce l'85% di sopravvivenza postoperatoria.

Come appare il basalioma nelle fasi iniziale e avanzata nella foto:

complicazioni

Un processo tumorale a lungo termine fa sì che cresca nelle profondità del corpo, danneggiando e distruggendo i tessuti molli, la struttura delle ossa e della cartilagine. Il basalioma è caratterizzato dalla sua crescita cellulare lungo il corso naturale dei rami nervosi, tra gli strati di tessuto e la superficie del periostio.

Le formazioni che non vengono rimosse nel tempo non sono successivamente limitate alla sola distruzione dei tessuti. Il carcinoma a cellule basali è in grado di deformare e deturpare orecchie e naso, distruggendo la struttura ossea e il tessuto cartilagineo e qualsiasi infezione associata può aggravare la situazione con un processo purulento.

  • colpire la mucosa nella cavità nasale;
  • andare nella cavità orale;
  • infettare e distruggere le ossa del cranio;
  • sistemarsi nell'orbita degli occhi;
  • portare alla cecità e alla perdita dell'udito.

L'impianto intracranico (intracranico) del tumore attraverso lo spostamento di aperture e cavità naturali è particolarmente pericoloso..

In questo caso, il danno cerebrale e la morte sono inevitabili. Nonostante il fatto che i carcinomi a cellule basali siano classificati come tumori non metastatici, sono noti e descritti più di duecento casi di carcinomi a cellule basali con metastasi..

Raccomandazioni per l'uso di unguenti per il basalioma

L'unguento al basalioma ha le sue caratteristiche, quindi, prima di iniziare il corso del trattamento, è necessario studiare attentamente le istruzioni per l'uso. La prima applicazione al tumore viene eseguita utilizzando una piccola quantità di crema, valutando la risposta del corpo. In presenza di arrossamento, eruzione cutanea e irritazione, non è possibile un ulteriore trattamento con rimedi locali..

Unguenti e creme vengono applicati sulla pelle secca precedentemente disinfettata. Poiché questi fondi penetrano bene nella pelle, devono essere applicati con un batuffolo di cotone o un distributore speciale, escludendo il contatto con aree della pelle sane.

Con movimenti morbidi e massaggianti, la crema viene applicata sulla superficie della neoplasia, distribuendola uniformemente. È importante che l'agente colpisca l'area intorno al carcinoma a cellule basali per prevenire la crescita delle cellule tumorali di diametro.

Il bendaggio viene usato raramente. Di solito, le creme sono ben assorbite nella pelle senza lasciare segni sui vestiti..

Se è necessario trattare il carcinoma a cellule basali situato nelle immediate vicinanze delle mucose (occhi, labbra, passaggio nasale), la crema viene applicata con estrema cautela. Alcuni di essi non possono essere applicati sul viso, il che può provocare lo sviluppo di un'ustione o altre reazioni avverse..

Diagnostica

Come accennato in precedenza, il carcinoma a cellule basali ha diverse forme, ognuna delle quali può essere simile ad altre malattie. Il riconoscimento corretto e tempestivo di questa neoplasia è la chiave per una cura di successo..

Di solito, concentrandosi sui suddetti segni clinici della forma nodulare, è sufficiente sospettare semplicemente il carcinoma a cellule basali. Tuttavia, nelle fasi iniziali della crescita, quando la dimensione del tumore non supera i 3 - 5 mm, è facile confonderlo con una normale talpa (specialmente se il tumore è pigmentato), mollusco contagioso o iperplasia seborroica senile. I capelli possono crescere da una talpa, cosa che non accade con il basalioma.

Il segno distintivo del mollusco contagioso e dell'iperplasia seborroica senile è una piccola isola di cheratina nella parte centrale. Se ci sono croste sul tumore, può essere confuso con una verruca, un cheratoacantoma, un tumore della pelle a cellule squamose e un mollusco contagioso. In questo caso, le croste devono essere accuratamente rimosse. Il carcinoma a cellule basali è il più semplice da fare. Dopo che il fondo della ferita è stato esposto, per una maggiore sicurezza e conferma scientifica, è necessario fare un'impronta di striscio dal fondo dell'ulcera e determinarne la composizione cellulare.

Basaliomi fortemente pigmentati sono facilmente confusi con melanomi maligni. Per evitare che ciò accada, è necessario sapere che i bordi elevati del carcinoma a cellule basali non contengono quasi mai melanina. Inoltre, la colorazione del basalioma è spesso marrone e il melanoma ha una tinta grigio scuro. La forma piatta del carcinoma a cellule basali può essere confusa con l'eczema, le placche psoriasiche e la malattia di Bowen, tuttavia, raschiare le squame dal bordo del tumore rivela il vero quadro della malattia.

Questi segni clinici hanno lo scopo di orientare il medico verso la diagnosi corretta e la sua conferma deve essere effettuata solo dopo biopsia, citologia o esame morfologico del tumore..

Alla reception con questi specialisti, al paziente possono essere poste le seguenti domande:

  1. Quanto tempo fa è apparsa l'istruzione??
  2. Come si manifestava, c'era dolore o prurito?
  3. Ci sono altre formazioni simili in qualsiasi parte del corpo? Se è così dove?
  4. È la prima volta che il paziente lo incontra o ha avuto in precedenza formazioni simili?
  5. Qual è l'attività e le condizioni in cui il paziente lavora?
  6. Quanto tempo trascorre in media il paziente all'aria aperta?
  7. Applica le misure di protezione necessarie in relazione alla radiazione solare?
  8. Il paziente è mai stato esposto a eccessiva esposizione alle radiazioni? In tal caso, dove e approssimativamente qual era la dose totale?
  9. Il paziente ha parenti con il cancro??

Se ci sono squame, vengono accuratamente rimosse su un vetrino, immerse in una soluzione speciale ed esaminate al microscopio. Quando la superficie ulcerosa è esposta, viene applicato un vetrino, coperto con un vetrino di copertura ed esaminato anche al microscopio. Se la pelle sopra il tumore è intatta, l'unico modo per stabilire una diagnosi accurata è eseguire una biopsia con la raccolta di materiale tumorale per l'analisi.

Rimozione del carcinoma a cellule basali con chirurgia micrografica di Mohs.

Questo è il metodo più accurato per rimuovere il carcinoma a cellule basali della pelle, in Russia non viene praticamente utilizzato a causa del suo costo elevato (e della mancanza di coloro che sono disposti a pagare quando ci sono opzioni gratuite). Negli studi condotti, solo l'1% dei casi di recidiva è stato registrato dopo il trattamento con il metodo Mohs di carcinoma basocellulare emergente di recente. In generale, la rimozione del carcinoma a cellule basali inizia come escissione ellittica o escissione con l'aspettativa di chiusura con lembi. Ma appena prima di chiudere la ferita, il tessuto rimosso viene inviato per esame al microscopio. Vengono esaminati campioni congelati, non campioni inclusi in paraffina (come nell'istologia convenzionale). Se la solita istologia della pelle è in attesa di una settimana, il risultato è dato immediatamente. Se vengono trovate cellule di basalioma nei bordi della pelle rimossa, l'escissione viene eseguita di nuovo, ma solo nell'area in cui è stato trovato il tumore. A volte la rimozione aggiuntiva viene eseguita più volte e il basalioma è molto più grande dei bordi visibili.

Basalioma della pelle del dorso del naso prima della rimozione con il metodo Mohs. Sembra relativamente piccolo.

Il basalioma del dorso nasale della foto precedente è stato rimosso con il metodo Mos. Le dimensioni reali, confermate dall'esame istologico, si sono rivelate molto più grandi di quelle determinate nell'aspetto.

Come trattare il carcinoma a cellule basali?

Il principale metodo di trattamento del carcinoma a cellule basali nella fase iniziale sul naso e in altre parti del corpo era e rimane la rimozione del tumore mediante un intervento chirurgico, dopo di che il tessuto rimosso viene inviato per un ulteriore esame. Lo specialista non solo rimuove il carcinoma a cellule basali, ma anche il tessuto intatto e sano circostante. Dopo l'operazione, il paziente deve essere monitorato da un dermatologo specializzato per il rilevamento tempestivo e la rimozione della ricaduta..

Per le persone anziane (che hanno un carcinoma a cellule basali nell'orecchio o nel naso), può essere somministrata la chemioterapia topica (usando un unguento al fluorouracile). Durante il periodo di terapia, il rossore grave non è escluso. È necessario utilizzare l'unguento fino al momento in cui l'area trattata raggiunge lo stadio di rigenerazione. Può anche essere usato un unguento immunomodulatore, grazie al quale le cellule immunitarie diventano più attive, proteggendo così la pelle dal gonfiore.

In caso di rifiuto dell'intervento chirurgico o con una crescita molto attiva della neoplasia, gli specialisti possono consigliare la radioterapia.

Nella fase iniziale della malattia, il trattamento con azoto liquido (crioterapia, criodistruzione del basalioma) mostra una grande efficienza. Innanzitutto, il tessuto malato viene congelato, quindi la parte mancante viene inviata per l'esame istologico..

Di recente, la popolarità di approcci più moderni - il trattamento secondo il metodo Mohs - è cresciuta. Di solito viene utilizzato durante lo sviluppo localizzato sul viso. Durante la terapia, il carcinoma a cellule basali rimuove le cellule interessate strato per strato al microscopio. Allo stesso tempo, i tessuti intatti non sono interessati, di conseguenza, viene minimizzata la possibilità di contrarre vari difetti postoperatori cosmetici..

Dopo la rimozione del carcinoma a cellule basali (recidiva)

Il carcinoma a cellule basali è un tumore ricorrente. Ciò significa che dopo la rimozione del tumore, il rischio di carcinoma a cellule basali sulla stessa area della pelle dopo un certo periodo di tempo è piuttosto elevato. Esiste anche un rischio elevato che si formi in un'altra area della pelle..

Secondo i risultati delle moderne ricerche e osservazioni di persone che hanno rimosso varie forme di carcinoma a cellule basali, la probabilità di recidiva entro cinque anni è almeno del 50%. Ciò significa che entro 5 anni dalla rimozione, il tumore riapparirà nella metà delle persone..

Le ricadute sono molto probabilmente se il basalioma rimosso è localizzato su palpebre, naso, labbra o orecchio. Inoltre, la probabilità di recidiva è maggiore quando il tumore è grande..

Trattamento

Per il trattamento del carcinoma a cellule basali, la rimozione viene effettuata utilizzando diversi metodi. La formazione di un tumore sulla superficie del derma può essere rimossa con diversi metodi. Il trattamento consiste nell'uso di metodi chirurgici e conservativi. La terapia conservativa consiste nell'irradiazione gamma, chemioterapia, pomate e lozioni medicinali. L'asportazione chirurgica è possibile utilizzando diversi metodi.

La chirurgia di rimozione viene utilizzata per lesioni di grandi dimensioni con penetrazione profonda nel derma in anestesia locale. Pertanto, dopo l'escissione dell'area malata, il paziente viene rilasciato a casa. La rimozione è possibile con i seguenti metodi:

  • L'uso di un laser consente di rimuovere una neoplasia difficile da raggiungere con danni minimi ai tessuti sani. Rimane una piccola cicatrice, non c'è rischio di infezione della ferita. L'uso di un laser riduce al minimo la possibilità di ricorrenza.
  • La criodistruzione consiste nel congelare il tumore con azoto liquido, che porta alla morte e alla distruzione delle cellule maligne. Viene eseguito utilizzando l'anestesia. Consigliato per le donne a causa di cicatrici poco appariscenti.
  • Tratta la patologia con irradiazione di raggi gamma quando è impossibile rimuoverla con altri mezzi. Sono previsti diversi corsi fino alla completa scomparsa.
  • Il metodo di elettrocoagulazione utilizza una scarica di corrente ad alta frequenza. La cauterizzazione spot dell'area malata viene eseguita con un danno minimo.
  • La chemioterapia utilizza unguenti antitumorali come 5-fluorouracile, imiquimod, metotrexato o colhamin. L'agente viene applicato sul punto dolente - dopo un po ', le cellule maligne muoiono. I medici ritengono che questo metodo sia delicato, perché non provoca danni ingenti a cellule sane.
  • La terapia fotodinamica consiste nell'esporre il tumore a lampi di luce con l'introduzione interna di una sostanza fotosensibilizzante. Dopo la PDT, rimane una piccola cicatrice. Ti consente anche di rimuovere un tumore difficile da raggiungere.

A volte viene utilizzato un trattamento combinato: vengono utilizzati diversi metodi contemporaneamente. Questo è usato per trattare patologie complesse situate in profondità nel derma..

Quale metodo utilizzare sarà chiaro dopo aver ricevuto tutti i risultati del sondaggio necessari. Si tiene conto anche dell'età e del grado di danno al sito..

previsione

La prognosi per la vita e la salute con carcinoma a cellule basali nella fase iniziale è favorevole, poiché il tumore non metastatizza. Entro 10 anni dalla rimozione del tumore, sopravvive un totale del 90% delle persone. E tra quelli il cui tumore è stato rimosso non per negligenza, il tasso di sopravvivenza a dieci anni si avvicina quasi al 100%..

Un tumore che ha un diametro superiore a 20 mm o è cresciuto nel grasso sottocutaneo è considerato trascurato. Cioè, se il basalioma al momento della rimozione era inferiore a 2 cm e non cresceva nel grasso sottocutaneo, il tasso di sopravvivenza a 10 anni è quasi del 98%. Ciò significa che questa forma di cancro è completamente curabile..

Recupero dopo l'intervento chirurgico

La ferita dopo l'intervento chirurgico può essere chiusa con suture o lasciata aperta per guarire. Le tattiche di cura dipendono dal tipo di intervento chirurgico eseguito.

Se il difetto cutaneo è stato chiuso con lembi, viene applicata una pressione moderata su quest'area usando bende elastiche o tamponi speciali durante i primi 2 giorni dopo l'operazione. Al fine di ridurre il gonfiore dell'area postoperatoria, vengono utilizzati impacchi freddi. Sia le ferite chiuse che quelle aperte vengono trattate quotidianamente con soluzioni antisettiche.

Al fine di formare una crosta sulla superficie di un difetto postoperatorio aperto, necessario per la guarigione completa della ferita, la baneocina in polvere, la lincomicina, l'unguento di eritromicina vengono utilizzati 2 volte al giorno. Se compaiono segni di suppurazione della ferita, vengono utilizzate soluzioni antisettiche, ad esempio miramistina. Al fine di accelerare la guarigione, vengono anche prescritti multivitaminici..

Cos'è il basalioma: sintomi e trattamento

Esistono diversi tipi di tumore della pelle, uno dei quali è il basalioma. Se parliamo di cos'è un basalioma, allora questo è un tipo di cellula basale di tumore maligno. Si sviluppa dalle cellule dell'epidermide. Questo nome del tumore è stato dato a causa della somiglianza delle sue cellule con le cellule dello strato cutaneo basale. Se hai un carcinoma a cellule basali, che cos'è, puoi scoprirlo dal nostro articolo. Ti parleremo anche delle sue varietà, sintomi e metodi di trattamento..

Cos'è il basalioma e le cause?

Un tumore al basalioma presenta i seguenti segni caratteristici di una neoplasia maligna:

  • distrugge i tessuti adiacenti dopo la germinazione in essi;
  • le ricadute sono possibili anche dopo un trattamento efficace.

L'unica differenza tra basalioma e altre neoplasie cutanee maligne è che non metastatizza. Questa malattia della pelle viene più spesso diagnosticata dopo i 40 anni. L'aspetto di questa neoplasia, come altri tumori maligni, è influenzato dai seguenti fattori provocatori:

  • lunga e frequente esposizione al sole (quindi, la malattia è più comune nei paesi del sud e nelle persone che lavorano al sole);

Importante! Le persone dalla pelle chiara hanno maggiori probabilità di soffrire di questo disturbo rispetto alle persone dalla pelle scura..

  • il contatto con sostanze cancerogene e tossine (arsenico, prodotti petroliferi, ecc.) può provocare la comparsa della malattia;
  • se la pelle in una certa area è costantemente ferita;
  • ustioni;
  • cicatrici;
  • cura ionizzante;
  • riduzione dell'immunità sullo sfondo di malattia prolungata o terapia immunosoppressiva.

È improbabile la comparsa di tali neoplasie negli adolescenti e nei bambini. Tuttavia, a volte viene diagnosticata una forma congenita di questa malattia: la sindrome di Gorlin-Goltz. Questo disturbo è caratterizzato da una combinazione della forma superficiale del carcinoma a cellule basali con malformazioni dei fianchi, cisti ossea mandibolare e altre anomalie.

Classificazione del basalioma

Se parliamo di come appare il carcinoma a cellule basali, dipende in gran parte dal tipo di neoplasia:

  1. Il basalioma nodulare-ulcerativo è localizzato sulle palpebre, negli angoli degli occhi, nelle pieghe del naso. La malattia inizia con la comparsa di un nodulo rossastro o rosato, opaco o lucido. Dopo un po ', il nodulo ulcera con l'aspetto di una placca sebacea sul fondo dell'ulcera. Successivamente, il basalioma ulcerativo è coperto da una rete vascolare. Una cresta densa si forma lungo il bordo e una crosta si forma in cima. La ferita sanguina spesso. Il tumore raggiunge una dimensione di 3-30 mm, cresce più in profondità, ma non fornisce metastasi.
  2. La forma cicatriziale-atrofica della malattia appare se il tumore ulceroso è sfregiato nella parte centrale, ma continua a crescere lungo il bordo.
  3. Un tumore perforante è una malattia della pelle che viene diagnosticata raramente e si sviluppa in aree della pelle soggette a frequenti traumi. Esternamente, è molto simile alla varietà nodulare-ulcerosa, ma cresce molto più velocemente.
  4. Il basalioma verrucoso ha una forma molto simile al cavolfiore. Esternamente, il tumore è costituito da diversi densi nodi globulari che sporgono sopra la superficie.
  5. La varietà nodulare non cresce in profondità nella pelle, ma cresce in superficie. Questo è un nodulo a forma di emisfero attraverso il quale sono visibili i vasi.
  6. Un tumore pigmentato differisce dalla prima varietà solo per colore lungo il bordo. Può essere marrone o nero.
  7. Un tumore sclerodermiforme cresce da un piccolo nodulo a una placca piatta attraverso la quale sono visibili i vasi. In futuro, la placca può diventare coperta di ulcere..
  8. La varietà pagetoide è localizzata su parti chiuse del corpo. Si tratta di macchie rosse o rosa pallido fino a 40 mm di diametro con bordi rialzati. Questo tipo di tumore piatto superficiale si sviluppa per un tempo molto lungo (fino a decine di anni).
  9. I tumori o i cilindromi di Spiegler possono apparire sul cuoio capelluto. Questi sono diversi emisferi rosso porpora con una vascolarizzazione. Crescono molto lentamente e possono raggiungere 1-10 cm di diametro.

Sintomi e fasi

Prima di parlare del trattamento del carcinoma a cellule basali, è necessario descrivere i principali sintomi e le fasi della malattia. Molto spesso, la patologia è localizzata sul collo o sul viso, quindi viene solitamente diagnosticato il carcinoma a cellule basali del viso o il carcinoma a cellule basali della pelle del naso. I primi segni della malattia sono piccoli noduli color carne, molti pazienti percepiscono come normali brufoli e non prestano attenzione a loro. In questo caso, non c'è dolore quando viene premuto. In futuro, i sintomi sono integrati da manifestazioni caratteristiche di una forma o dell'altra della malattia..

A differenza dei tumori benigni, il basalioma attraversa le seguenti fasi del suo sviluppo:

  1. Lo stadio iniziale è caratterizzato dalla comparsa di piccoli noduli madreperlacei sulla pelle. Sono anche chiamate perle. Dopo un po ', queste formazioni iniziano a bagnarsi e dopo un po' diventano incrostate. Se guardi da vicino, puoi vedere ferite sanguinanti sotto la crosta. In questa fase, il tumore non dà al paziente alcun disagio e dolore. Dolore e disagio nella fase iniziale si verificano solo quando la neoplasia è localizzata su una grande superficie.
  2. Il trattamento del carcinoma a cellule basali della pelle nelle fasi successive è diverso, poiché in questo momento il tumore si ricopre di ulcere e cresce in profondità nella pelle. Qualcosa come un cratere si sta formando intorno alla formazione.
  3. Alla fine del suo sviluppo, l'ulcera acquisisce una struttura densa e non si sposta più con la pelle ai lati durante l'esame. Successivamente, il fondo dell'ulcera inizia a brillare e appaiono i vasi sanguigni intorno.

Sebbene il basalioma sia un tumore canceroso, è caratterizzato da un decorso benigno dovuto all'assenza di metastasi. Le complicazioni si verificano quando i tessuti circostanti sono danneggiati. Un esito fatale può essere se il tumore colpisce il cervello, le ossa, gli occhi, le orecchie, ecc..

Trattamento farmacologico

Se viene fatta una diagnosi di carcinoma a cellule basali, il trattamento viene selezionato individualmente, in base alle dimensioni, allo stadio e alla posizione del tumore. Prima di trattare il carcinoma a cellule basali, è necessario sottoporsi a un esame. Per fare questo, viene prelevata una macchia, una raschiatura o un'impronta dalla superficie del tumore e viene eseguito il suo esame istologico e citologico..

Importante! La malattia deve essere differenziata da lichen planus, lupus eritematoso, malattia di Bowen, cheratosi seborroica, psoriasi, sclerodermia e melanoma.

Quando si scelgono i metodi per il trattamento del carcinoma a cellule basali, è necessario tenere conto del tipo morfologico della neoplasia, sia esso primario o recidivante, il grado di germinazione nel tessuto. Uno dei seguenti trattamenti è comunemente usato:

  1. Il modo più semplice ed efficace è la rimozione chirurgica. L'operazione è indicata se la formazione è di dimensioni limitate ed è localizzata in un luogo sicuro. Un'altra indicazione per questo metodo di rimozione è la situazione in cui il carcinoma a cellule basali dopo radioterapia non è diminuito o ha dato una ricaduta.
  2. La criodistruzione sarà utile solo in caso di localizzazione superficiale della neoplasia. Inoltre, con tale trattamento, non è esclusa la probabilità di una ricaduta..
  3. La radioterapia con radiazioni per basalioma è indicata per lo stadio 1-2 della malattia. In questo caso, viene utilizzata la terapia a raggi X a fuoco ravvicinato della patologia. Se l'area interessata è piuttosto estesa, la terapia a raggi X è combinata con la terapia gamma esterna.
  4. Se il carcinoma a cellule basali dopo l'irradiazione è ricaduto o il tumore è cresciuto in profondità e ha dimensioni significative, il trattamento chirurgico viene eseguito in combinazione con la terapia a raggi X.
  5. La rimozione del laser è indicata nella vecchiaia, quando la chirurgia può portare a complicazioni. Inoltre, tale rimozione viene utilizzata quando si localizza una neoplasia sul viso, poiché si ottiene un elevato effetto cosmetico..
  6. Talvolta viene somministrata la chemioterapia locale. In questo caso, vengono fatte applicazioni al sito tumorale da citostatici (metatrexato, fluorouracile).

Ricette popolari

Il trattamento del carcinoma a cellule basali nella fase iniziale può essere effettuato utilizzando rimedi popolari. Tuttavia, non sarà possibile curare forme avanzate della malattia con tali metodi. Ecco le ricette più efficaci:

  • Le medicazioni saline dovrebbero essere applicate all'istruzione una volta al giorno prima di andare a letto. Per questo, la garza piegata in 8 strati viene inumidita in una soluzione salina.
  • Puoi preparare un unguento con celidonia. Per fare questo, mescola la polvere vegetale (10 g) con lanolina e vaselina, presi 10 g ciascuno. Aggiungi acido carbossilico alla miscela (10 gocce).
  • Comprime dalle spore di un fungo impermeabile. Devi prendere 5 cucchiai. l. spore nere e 15 g di radici di calamo. Versare questa miscela con acqua (500 ml) e insistere durante la notte. Successivamente, macina le radici del calamo e aggiungi 30 g di calendula all'infuso. Insistiamo ancora due giorni. Quindi tutta l'infusione tesa dovrebbe essere bevuta in un giorno (5-6 ricevimenti). Il corso della terapia può durare fino a 60 giorni. La torta, che è rimasta dopo aver filtrato l'infusione, viene utilizzata per preparare un unguento, che deve essere applicato sull'area della neoplasia per tutta la notte.
  • Con le spore di un impermeabile, puoi semplicemente spolverare le aree della pelle patologicamente alterate.

Inoltre, la medicina popolare raccomanda l'uso di succo di celidonia, canfora, aglio, lievito, carote, bardana, sambuco, cloruro di mercurio e mummia per il trattamento. Con questi prodotti vengono preparate soluzioni per irrigazione, pomate e medicazioni..

Radioterapia per carcinoma basocellulare della pelle del viso - ANTI-CANCRO

Recensioni sul trattamento del basalioma

Il basalioma del naso si sviluppa in persone di qualsiasi genere ed età. Le cellule epiteliali si stanno dividendo e rinnovando attivamente. La divisione cellulare è un processo complesso che è accompagnato dalla duplicazione del DNA. La copia delle informazioni genetiche per la cellula figlia è strettamente controllata. Nel tempo, le mutazioni si accumulano nel genoma cellulare, la struttura degli enzimi di controllo viene interrotta, la comunicazione della cellula con i suoi vicini.

Normalmente, una tale cellula dovrebbe autodistruggersi. Il processo di autodistruzione programmata si chiama apoptosi. Sotto influenze esterne o disturbi nel lavoro del sistema regolatorio del corpo, la cellula atipica inizia una divisione incontrollata e illimitata. In tali cellule, l'apoptosi è compromessa, non muoiono e formano un tumore..

Fattori che contribuiscono allo sviluppo di un tumore a cellule basali sul naso.

  • Eredità.
  • Fenotipo chiaro (capelli e pelle biondi, occhi azzurri).
  • Esposizione regolare a lungo termine alle radiazioni ultraviolette.
  • L'azione di grandi dosi di radiazioni. Le radiazioni non agiscono sul genoma delle cellule, causando mutazioni.
  • L'azione dei reagenti chimici - arsenico, anilina, idrazina, benzidina, pesticidi.
  • Immunità ridotta a causa di malattie croniche (HIV, diabete mellito, ecc.), Nonché a causa dell'assunzione di farmaci che sopprimono le reazioni immunitarie.

Il gruppo a rischio per carcinoma a cellule basali comprende persone di età superiore ai 50 anni. Devono controllare con particolare attenzione la pelle e consultare un medico per eventuali violazioni.

L'assunzione di farmaci può sopprimere l'immunità e provocare la crescita del basalioma

Esistono diversi modi per trattare il carcinoma a cellule basali del naso. Tutti hanno lo scopo di distruggere completamente il tumore ed evitare la ricaduta. L'opzione è selezionata dal medico, a seconda della profondità del focus sul cancro.

Radioterapia

Un tumore precoce è influenzato dai raggi X..

I piccoli tumori vengono asportati in anestesia locale. Le cellule sane vicine vengono anche rimosse per evitare ricadute.

Include l'assunzione di citostatici: farmaci che bloccano il metabolismo e i processi di divisione delle cellule tumorali.

crioterapia

La neoplasia è congelata, di solito con un flusso di azoto liquido, a -20 gradi. La criodistruzione non ha controindicazioni, viene spesso utilizzata in combinazione con gli ultrasuoni.

Rimozione laser

Efficace solo per noduli molto piccoli.

Sono state prese misure complete per il trattamento del carcinoma avanzato. Innanzitutto, il tumore viene irradiato, quindi viene eseguita la chirurgia. Se il basalioma ha attaccato il tessuto osseo, le aree interessate dell'osso vengono rimosse e gli impianti installati.

La radioterapia è efficace nelle prime fasi del basalioma

Anche il moderno metodo di irradiamento del basalioma può causare effetti collaterali. Durante ogni sessione, possono svilupparsi arrossamenti e lieve indolenzimento, la cui gravità aumenta entro la 3a settimana. Di solito scompaiono 4-6 settimane dopo il completamento dell'irradiazione del basalioma e possono essere mitigate dall'uso di unguenti a base di glucocorticoidi (prednisolone, idrocortisone, sinaflan).

Durante l'intero corso di irradiazione, si possono formare ulcere e croste nell'area del basalioma e sulla pelle circostante - segni di dermatite da radiazioni, che scompaiono al termine del corso del trattamento. La pelle viene trattata con vaselina, argosulfan, bende a base d'argento vengono applicate per ammorbidire le reazioni alle radiazioni. Con gravi ulcerazioni e infezioni, si consiglia di trattare la pelle con diossidina..

La pelle deve essere protetta da ulteriori danni durante il corso di irradiazione e oltre. È necessario proteggersi dalla luce solare, dal calore, dal freddo e dall'attrito. Il paziente deve utilizzare la protezione solare sulla pelle irradiata con un fattore di protezione di almeno 15. Per i carcinomi a cellule basali del collo e della pelle della testa, è necessario indossare un cappello a tesa. Questa protezione deve durare per tutta la vita..

Dermatite da radiazioni con cicatrici, vasodilatazione (teleangectasie), croste. Sviluppato dopo l'irradiazione del basalioma.

Altri effetti collaterali dipendono dalla regione della pelle da irradiare, come la mucosite - infiammazione delle mucose della bocca e del naso durante l'irradiazione, accompagnata da bruciore, secrezione di muco o, al contrario, secchezza e comparsa di ulcere superficiali. Per prevenire la mucosite, è necessario utilizzare uno spazzolino morbido, sciacquare la bocca con brodi di salvia, camomilla, clorexidina.

Altri effetti collaterali dipendono dalla regione della pelle da irradiare.

Questi includono mucosite - infiammazione delle mucose della bocca e del naso durante l'irradiazione, accompagnata da bruciore, muco o viceversa, secchezza, comparsa di ulcere superficiali. Per prevenire la mucosite, è necessario utilizzare uno spazzolino morbido, sciacquare la bocca con brodi di salvia, camomilla, clorexidina.

Il basalioma o carcinoma a cellule basali è una malattia della pelle che è uno dei tipi di tumori maligni. Il tumore si sviluppa da cellule basali atipiche dell'epidermide. Questa è la forma più comune di malattie della pelle neoplastiche maligne che colpiscono l'uomo. Il trattamento del carcinoma a cellule basali dà buoni risultati se effettuato nelle fasi iniziali dello sviluppo di tumori maligni.

Dato che il carcinoma a cellule basali si sviluppa sulla superficie della pelle, i sintomi della malattia sono immediatamente visibili al paziente o ai loro parenti. Tuttavia, prima del trattamento del basalioma, la diagnosi di cancro della pelle è obbligatoria..

Per diagnosticare il carcinoma a cellule basali, un oncologo esegue una biopsia dell'area cutanea interessata. Sono inoltre necessari ulteriori test di laboratorio.

Esternamente, le manifestazioni del carcinoma a cellule basali sono molto simili ad altre malattie della pelle. Ecco perché è importante eseguire una diagnostica differenziale al fine di distinguere il carcinoma a cellule basali da malattie come:

  • nevo intracellulare;
  • iperplasia sebacea;
  • eczema;
  • psoriasi;
  • cheratosi senile;
  • fuoco di Sant'Antonio;
  • La malattia di Bowen;
  • Cheratosi seborroica;
  • melanoma;
  • sclerodermia localizzata.

Il trattamento del carcinoma a cellule basali del viso viene effettuato in vari modi, la cui scelta rimane con lo specialista. L'obiettivo principale della terapia è rimuovere la formazione e prevenirne la ricomparsa sul corpo. La scelta del trattamento per il carcinoma a cellule basali della pelle dipende da una serie di fattori, vale a dire:

  • dimensione dell'istruzione;
  • la posizione del tumore sul corpo;
  • l'area delle lesioni cutanee;
  • lo stato di salute del paziente;
  • stadio della malattia;
  • la presenza di altri processi patologici nel corpo;
  • età del paziente.

la dimensione del tumore supera i 20 mm di diametro;

  • la posizione della formazione del tumore vicino agli occhi, al naso e alle labbra;
  • confini del tumore sfocati e irregolari;
  • immunità debole nel paziente;
  • malattie gravi concomitanti;
  • crescita del tumore vicino a grandi vasi sanguigni e nervi.

Sulla base di questo, le tattiche e i metodi di trattamento del basalioma (tumore della pelle) sono selezionati individualmente per ciascun paziente. Il tipo di malattia stesso è importante anche quando si sceglie un metodo per il trattamento del carcinoma a cellule basali. A tal fine, viene eseguita una diagnosi preliminare volta a determinare il tipo di formazione maligna sulla pelle..

In oncologia, vengono utilizzati i seguenti metodi di trattamento del basalioma:

  1. Metodo chirurgico
  2. Curettage e ulguration
  3. Criodistruzione - rimozione di neoplasie mediante esposizione all'azoto liquido
  4. Radioterapia
  5. Rimozione laser
  6. Terapia fotodinamica
  7. Terapia a raggi x

Questo è il modo più popolare per trattare il carcinoma a cellule basali della pelle, finalizzato alla completa escissione della neoplasia maligna. Durante l'operazione, non solo viene asportato il tumore, ma anche i tessuti vicini per escludere la loro infezione. I tessuti vengono asportati a una larghezza di 1-2 cm attorno alla lesione.

L'operazione per il carcinoma a cellule basali ha le seguenti controindicazioni:

  • la possibilità di rimozione radicale di neoplasie sulla pelle;
  • localizzazione del tumore sul viso, nella zona degli occhi, nel naso, nel padiglione auricolare;
  • vecchiaia;
  • la presenza di concomitanti malattie gravi;
  • intolleranza all'anestesia.

Dopo la rimozione chirurgica del carcinoma a cellule basali, sono possibili le seguenti complicanze:

  • sanguinamento;
  • dermatite allergica da contatto;
  • infezione della ferita dopo escissione del tumore;
  • ischemia dei bordi della ferita.

Il basalioma dopo il trattamento con rimozione chirurgica richiede cure speciali. A seconda del volume dell'area operata, la ferita dopo la rimozione del tumore può rimanere aperta o suturata. Per ridurre l'edema postoperatorio, si consiglia al paziente di applicare impacchi freddi nell'area operata. La procedura deve essere ripetuta ogni due ore. La superficie della ferita dovrebbe anche prestarsi al lavaggio con acqua e sapone 2 volte al giorno.

Con ferite aperte, devono essere trattati con antisettici per evitare la suppurazione. Per questo, il medico tratta quotidianamente la superficie della ferita con soluzioni battericide e unguenti. Nel periodo di riabilitazione postoperatoria, ai pazienti oncologici vengono prescritti complessi multivitaminici che promuovono una guarigione più rapida delle aree cutanee danneggiate.

La criodistruzione è un altro metodo di trattamento del carcinoma a cellule basali della pelle. Tale terapia consiste nella distruzione dei tessuti della formazione patologica mediante raffreddamento a ̊C mediante il metodo di applicazione o l'esposizione al contatto.

Il trattamento del carcinoma a cellule basali con azoto liquido presenta i seguenti vantaggi:

  1. La procedura per rimuovere le neoplasie sulla pelle offre buoni risultati estetici.
  2. È usato per rimuovere tumori di qualsiasi dimensione e in qualsiasi parte del corpo, incluso il viso.
  3. La procedura viene eseguita in regime ambulatoriale, il paziente non ha bisogno di andare in ospedale.
  4. Il paziente può tornare a casa o lavorare immediatamente dopo la terapia.
  5. Quando si sceglie un metodo per rimuovere il carcinoma a cellule basali, come la criodistruzione, l'anestesia non viene utilizzata, l'operazione viene eseguita in anestesia locale.
  6. È anche usato nel trattamento delle donne in gravidanza.
  7. L'età avanzata e le malattie concomitanti non sono controindicazioni alla criodistruzione.
  8. Elimina la perdita di sangue a seguito della rimozione delle neoplasie, come accade durante il trattamento chirurgico.
    In estate, cerca di non uscire all'aperto durante le ore di massima attività solare (11: 00h - 16: 00h). Oppure, quando esci, applica una crema speciale che non permetta ai raggi UV di attraversare le aree della pelle, con un fattore di protezione di almeno 20 unità. Proteggi il viso e il collo in modo particolarmente attento: il carcinoma a cellule basali appare più spesso lì. Monitora la tua dieta consumando meno proteine ​​animali possibili. Solo le proteine ​​vegetali contenute in semi, noci e fagioli vari saranno utili. Mangia più verdure. Non ferire le vecchie cicatrici. Se si trovano in luoghi in cui sono costantemente esposti all'attrito e ad altre influenze, consultare il medico. Tratta intensamente ulcere e ferite che non guariscono bene. A prima vista, innocui, possono provocare la comparsa di carcinoma a cellule basali della pelle. Fare attenzione quando si maneggiano prodotti petroliferi.

Metodi di base di irradiazione di un tumore basale

Il trattamento per una delle forme più comuni di cancro della pelle, il carcinoma a cellule basali, è determinato da diversi fattori. Questa è la localizzazione del tumore, le sue dimensioni e l'estensione della diffusione ai tessuti di cartilagine, muscoli, tendini e ossa situati sotto l'epidermide. La radioterapia è adatta per gli anziani, i pazienti con controindicazioni alla rimozione del tumore con altri metodi, le sue dimensioni sono troppo grandi. Gli svantaggi di questo metodo di terapia comprendono effetti collaterali e complicanze derivanti dall'irradiazione..

Argomento: Cancro della pelle (carcinoma a cellule basali, carcinoma a cellule squamose)

Buon pomeriggio Olga! È improbabile che la tua professione provochi una ricaduta della malattia!

Ciao Tatyana. Per risolvere la tua domanda, devi andare dall'oncologo per esaminare le neoplasie cutanee.

Ciao. Molto spesso, i basaliomi vengono rimossi per escissione o criodistruzione. Metodi equivalenti nei risultati se eseguiti correttamente. Puoi stare "al sole" entro limiti ragionevoli per te.

Ciao. Devi assolutamente consultare un oncologo.

Ciao Irina. Il basalioma della pelle non metastatizza. La rimozione chirurgica è un trattamento radicale con una buona prognosi. Se hai ulteriori domande, scrivi a loodspb @ gmail. com

La ricaduta non è esclusa!

È possibile se non c'è tumore!

Durante il corso, tali effetti collaterali possono apparire e scomparire. Di solito, compaiono già nella seconda o terza settimana. E scompaiono - dopo la fine del corso.

Ma puoi anche accelerare il ritmo di questo. L'applicazione di creme e unguenti per corticosteroidi topici può ridurre l'infiammazione, il prurito e il dolore..

La crema corticosteroide allevia l'infiammazione e il prurito

La radioterapia è adatta per gli anziani, i pazienti con controindicazioni alla rimozione del tumore con altri metodi, le sue dimensioni sono troppo grandi. Gli svantaggi di questo metodo di terapia comprendono effetti collaterali e complicanze derivanti dall'irradiazione..

Il trattamento laser per carcinoma a cellule basali è di due tipi:

  1. Somministrazione di uno speciale farmaco fotosensibilizzante prima della procedura terapeutica - terapia fotodinamica (PDT).
  2. Il fotosensibilizzatore non può essere utilizzato quando è pianificato solo il raggio laser..

Il trattamento fotodinamico del carcinoma a cellule basali viene utilizzato nelle cliniche oncologiche di tutto il mondo per le seguenti indicazioni:

  • piccole formazioni tumorali;
  • carcinomi a cellule basali multiple;
  • localizzazione di tumori sul viso quando è richiesto un elevato risultato estetico.

L'efficacia complessiva di tutti i casi di trattamento fotodinamico va dal 78 all'88%, che dipende dal farmaco fotosensibilizzante utilizzato e dal livello di qualifica del medico. L'uso di un laser non fornisce un'adeguata penetrazione di profondità per tumori di grandi dimensioni, con un tasso di recidiva dal 12 al 22%.

La radioterapia nel trattamento del carcinoma a cellule basali della pelle è uno dei metodi più comunemente usati per trattare le malattie neoplastiche. Può essere usato sia indipendentemente che come parte di una terapia complessa.

Il trattamento del carcinoma a cellule basali mediante irradiazione viene utilizzato nelle fasi iniziali dello sviluppo del carcinoma a cellule basali in presenza di una lesione superficiale con un diametro non superiore a 5 cm.L'esposizione a un raggio laser è efficace nel localizzare il tumore sul naso, nell'area dei padiglioni auricolari, nonché nel trattamento della malattia nei pazienti anziani.

La radioterapia è il trattamento principale per il carcinoma a cellule basali nei pazienti di età superiore ai 65 anni. Ciò è dovuto al fatto che molti anni dopo la radiazione esiste la possibilità di sviluppare il cancro. E i pazienti di età inferiore ai 65 anni hanno un'aspettativa di vita più lunga rispetto ai pazienti più anziani.

L'irradiazione è indicata per tumori di grandi dimensioni, nonché per la localizzazione della neoplasia sulle palpebre e negli angoli di occhi, naso, orecchie, labbra, quando la chirurgia può portare a gravi difetti estetici o alla disfunzione di questi organi.

Il trattamento radiologico del carcinoma a cellule basali è l'effetto delle radiazioni ionizzanti sulla formazione di tumori. È uno dei tipi di radioterapia.

Il trattamento del carcinoma a cellule basali con terapia a raggi X è il principale metodo di terapia per le fasi iniziali del carcinoma basale. In oncologia, la radioterapia viene utilizzata anche nelle forme avanzate di carcinoma a cellule basali in combinazione con farmaci chemioterapici. Tuttavia, negli ultimi anni, la radioterapia è stata utilizzata sempre meno, poiché le radiazioni rappresentano una minaccia per lo sviluppo del cancro della pelle.

Dopo aver trattato il carcinoma a cellule basali con radiazioni, possono verificarsi alcuni effetti collaterali. Alla fine di ogni sessione, il rossore e il dolore del luogo di esposizione al raggio laser non sono esclusi. La gravità di tali effetti collaterali raggiunge il suo picco più vicino alle 3 settimane di trattamento, di solito entro 4-6 settimane tutti i sintomi spiacevoli scompaiono da soli.

Con la sindrome del dolore grave e il rossore dei tessuti, la loro intensità può essere ridotta usando unguenti a base di glucocorticosteroidi, questi sono:

    ulcere ed erosione sulla pelle; processi infiammatori della mucosa della cavità orale e del naso; eccessiva secchezza e bruciore delle aree danneggiate; scarico mucoso dalla ferita; emorragia.
    infiammazione di vari tipi di mucose e pelle del naso; bruciore e secchezza delle aree trattate; peeling grave; mucosite con muco; ulcere sanguinanti epidermiche.

Durante l'intero corso di irradiazione, si possono formare ulcere e croste nell'area del basalioma e sulla pelle circostante - segni di dermatite da radiazioni, che scompaiono al termine del corso del trattamento. La pelle viene trattata con vaselina, argosulfan, bende a base d'argento vengono applicate per ammorbidire le reazioni alle radiazioni. Con gravi ulcerazioni e infezioni, si consiglia di trattare la pelle con diossidina..

La pelle deve essere protetta da ulteriori danni durante il corso di irradiazione e oltre. È necessario proteggersi dalla luce solare, dal calore, dal freddo e dall'attrito. Il paziente deve utilizzare la protezione solare sulla pelle irradiata con un fattore di protezione di almeno 15. Per i carcinomi a cellule basali del collo e della pelle della testa, è necessario indossare un cappello a tesa. Questa protezione deve durare per tutta la vita..

L'efficacia delle radiazioni ionizzanti risiede nell'effetto sul DNA cellulare. Sotto l'influenza dell'irradiazione γ, inizia a rompersi, il che rende impossibile un'ulteriore moltiplicazione delle strutture maligne. Prima di tutto, la radiazione terapeutica è diretta alle cellule che si dividono intensamente e questa è la proprietà principale delle neoplasie maligne. Ma i tessuti sani sono anche esposti alle radiazioni, che causano gli effetti della terapia..

Il piatto ha uno spessore di 1 cm, viene immerso in acqua bollente, quindi applicato sulla pelle del naso o in altre parti del viso, del collo e del corpo. L'applicatore viene quindi modellato per ripetere ogni curva. Gli elementi radioattivi e le piastre protettive di piombo vengono applicati ad esso. Il vantaggio di questo metodo è la diminuzione dell'intensità delle radiazioni mentre passa attraverso i tessuti. Questo è il motivo per cui è ampiamente usato per trattare il cancro della pelle..

L'effetto della radioterapia a fuoco ravvicinato da una distanza fino a 7,5 cm si ottiene per irradiazione con una potenza compresa tra 10 e 250 W. A seconda di ciò, la profondità dell'esposizione cambia - da pochi millimetri a 7 - 8 cm. Per mettere a fuoco i raggi, viene applicato un tubo speciale sul dispositivo e l'area di esposizione è limitata utilizzando filtri in alluminio o ottone fino a 3 mm di spessore.

La β-irradiazione intra-tessuto viene effettuata utilizzando isotopi radioattivi di fosforo P32 o tallio Tl204. Prima di allora, soluzioni colloidali di oro Au188, argento Ag111 sotto forma di granuli trattati con fili di catgut vengono iniettate nel tessuto di basalioma. Secondo gli oncologi, questo metodo di radioterapia è più complicato di altri e l'attrezzatura per la conduzione non è disponibile in tutte le cliniche a causa del suo alto costo. È usato per trattare forme di carcinoma cutaneo a cellule basali resistenti ad altri metodi di esposizione alle radiazioni..

Questo video ha come t

  1. Carota. Le carote fresche devono essere grattugiate e applicate sulla superficie del tumore sotto forma di impacco. Si consiglia inoltre di bere un bicchiere di succo di carota fresco due volte al giorno, rafforzerà il sistema immunitario e accelererà il processo di guarigione..
  2. Celidonia. Il trattamento al basalioma con celidonia viene effettuato lubrificando la formazione del tumore sulla pelle con il succo di questa pianta. Si raccomanda anche l'uso interno di tinture a base di celidonia. Per prepararlo, è necessario un cucchiaino di fiori secchi di celidonia versare un bicchiere di acqua bollente, lasciare per mezz'ora e bere 50 ml di infuso preparato al giorno.
  3. Tintura Di Tabacco. Mettere 50 g di tabacco in una bottiglia, versare un bicchiere di vodka e conservare in frigorifero per due settimane. Scuoti il ​​contenitore ogni giorno. Dopo due settimane filtrare la tintura, inumidire un batuffolo di cotone, applicare sul basalioma e fissare con un cerotto.
  4. Tintura di canfora. Per prepararlo, devi acquistare cristalli di canfora in farmacia, avrai bisogno di 10 grammi. Diluirli in 100 g di alcool al 50%, insistere fino a quando tutti i cristalli non saranno completamente sciolti. Utilizzare per lozioni e impacchi. Il corso del trattamento è di 10 giorni, quindi viene presa una pausa di 5 giorni e la terapia viene ripetuta di nuovo.
  5. Mumijo. Mescola 2 g di mummia con 500 ml di succo d'uva appena spremuto. Scaldare a bagnomaria a 70 ° C, prendere 50 ml a stomaco vuoto per 10 giorni di seguito.
  6. Lievito. Il lievito di birra deve essere diluito con acqua per ottenere una consistenza densa, applicarlo su un batuffolo di cotone, attaccare al basalioma e fissare con un cerotto per diverse ore. Trattare quotidianamente per 2 settimane.
    localizzazione del tumore, la superficie anteriore del collo è più suscettibile all'esposizione alle radiazioni rispetto alla pelle delle ali del naso e di altre parti del viso, la parte posteriore della testa; la temperatura dell'aria, quando fa caldo, migliora l'afflusso di sangue all'epidermide, il che aumenta il rischio di sviluppo delle conseguenze del trattamento, quando fa freddo questa probabilità diminuisce; essendo in sovrappeso, è stato dimostrato che la pelle delle persone obese è più suscettibile agli effetti delle radiazioni; crepe, graffi aumentano la permeabilità dell'epidermide; cambiamenti di età.
  • nodulare;
  • piatto;
  • superficiale.

Radioterapia

    Fascio. Questo tipo di trattamento implica l'irradiazione della zona della pelle interessata con raggi X a fuoco breve in combinazione con la gamma terapia esterna e viene utilizzata per trattare solo lo stadio iniziale del carcinoma a cellule basali. Laser. Questo metodo è giustamente considerato uno dei più progressivi ed efficaci. È completamente indolore e ben tollerato dagli anziani.
    Chirurgico. La rimozione chirurgica dei carcinomi a cellule basali è di gran lunga la più popolare e anche tra gli specialisti gode della massima sicurezza. Vale la pena ricordare che questo tipo di trattamento può essere utilizzato solo con carcinomi a piccole cellule basali o in aree in cui le cicatrici postoperatorie non saranno cospicue. Medicinale. È possibile che vengano prescritti farmaci citostatici, ovvero farmaci antitumorali. Usali solo dopo aver consultato un medico e non trattare il basalioma da solo! Criogenico. La cellula basale è esposta all'azoto liquido, congelandolo in tal modo. Questa procedura è indolore e rapida, quindi solo una procedura sarà sufficiente senza anestesia. Un altro vantaggio di questo metodo sono le cicatrici sottili..
  • farmaci (chemioterapia);
  • chirurgico;
  • radioterapia;
  • crioterapia;
  • chirurgia laser;
  • immunoterapia.
  • Evitare il contatto con sostanze tossiche e agenti cancerogeni;
  • Cerca di limitare il tuo soggiorno alla luce solare diretta, in particolare all'ora di pranzo (dalle 10 alle 14 ore);
  • In estate, proteggiti dalle radiazioni ultraviolette con cappelli e prodotti per la pelle con un filtro UV elevato;
  • Escludi il trauma alle vecchie cicatrici, se presenti.

Rimozione del basalioma

Indicazioni per

La radioterapia per il basalioma è possibile in quasi tutti gli stadi della malattia. Tuttavia, con lo sviluppo di tecniche laser e di onde radio per la rimozione del tumore, questo metodo di trattamento è sbiadito sullo sfondo. Inoltre, i medici sottolineano che la crescita del carcinoma a cellule basali è lenta, pertanto, con regolari esami preventivi, esiste un'alta probabilità di rilevare la malattia in una fase precoce..

  • grandi dimensioni del carcinoma a cellule basali;
  • la diffusione di cellule maligne in profondità sotto la pelle;
  • l'età del paziente supera i 65 anni;
  • la presenza di malattie che sono controindicazioni ad altri trattamenti;
  • caratteristiche della localizzazione del carcinoma a cellule basali che ne impediscono la rimozione chirurgica.

Inoltre, le radiazioni sono ampiamente utilizzate come parte della terapia complessa. Ad esempio, dopo l'intervento chirurgico sono necessarie sessioni di esposizione ionizzante se è impossibile eliminare completamente le cellule patologiche. Inoltre, l'esposizione alle radiazioni è una variante del cosiddetto trattamento palliativo. Ciò significa che le sessioni di terapia aiutano ad alleviare il dolore e altri sintomi della malattia in casi inoperabili..

    grandi dimensioni del carcinoma a cellule basali; la diffusione di cellule maligne in profondità sotto la pelle; l'età del paziente supera i 65 anni; la presenza di malattie che sono controindicazioni ad altri trattamenti; caratteristiche della localizzazione del carcinoma a cellule basali che ne impediscono la rimozione chirurgica.

Gli esperti di carcinoma a cellule basali si riferiscono al gruppo dei tumori borderline. La crescita dell'educazione avviene in profondità nei tessuti e il nodulo (a seconda del tipo di oncologia) può occupare una vasta area sulla pelle, assumere la forma di un'ulcera. Inizialmente, il tumore appare sullo strato basale dell'epidermide. Se non tratti il ​​carcinoma a cellule basali per lungo tempo, si diffonderà alla cartilagine, alle ossa.

Il trattamento del carcinoma a cellule basali attraverso l'uso della radioterapia è possibile in qualsiasi fase della malattia. Ma ora lo uso meno spesso a causa dell'efficacia di tecniche moderne come il laser, la terapia con onde radio..

Lo stadio iniziale del carcinoma a cellule basali può essere eliminato con i farmaci o con un intervento chirurgico minimo. Affinché la terapia con basalioma passi più velocemente e più facilmente, è necessario rilevare la malattia nelle fasi iniziali del suo sviluppo.

La radioterapia per il basalioma è indicata nei seguenti casi:

  • un tumore di dimensioni molto grandi;
  • localizzazione di una formazione maligna in un'area considerata di difficile accesso;
  • età (oltre 65 anni);
  • penetrazione dell'oncologia in profondità nella pelle, nel tessuto osseo cartilagineo;
  • il paziente ha una malattia che è una controindicazione ad altri metodi terapeutici.

La radioterapia viene utilizzata nel complesso trattamento dell'oncologia.

  • Grandi dimensioni della neoplasia;
  • L'introduzione di cellule maligne negli strati sottocutanei profondi;
  • Età superiore ai 65 anni;
  • La presenza di controindicazioni ad altri metodi;
  • Funzionalità di localizzazione che rappresentano un ostacolo alla rimozione chirurgica.

Inoltre, le radiazioni sono ampiamente utilizzate come parte del trattamento complesso. Ad esempio, l'esposizione ionizzante è necessaria se l'operazione non può portare alla completa eliminazione delle cellule patologiche. L'irradiazione può anche essere usata come terapia palliativa. In casi inoperabili, le sessioni aiutano ad alleviare il dolore intenso ed eliminare altri sintomi.

  • esposizione alle radiazioni;
  • elettrocoagulazione;
  • Criodistruzione;
  • metodo chirurgico;
  • trattamento laser.

Le tecniche di cui sopra possono portare a un risultato positivo e salvare una persona da una formazione maligna. Di norma, il trattamento del carcinoma a cellule basali nelle fasi iniziali procede abbastanza bene e non ha praticamente conseguenze, sia fisiche che visive. Ciò è dovuto al fatto che dal momento della sua formazione, un tumore canceroso si sviluppa piuttosto lentamente. Inizialmente, ricorda una piccola talpa con una struttura e un aspetto specifici..

Un'ulteriore progressione della malattia, che può durare per diversi mesi o addirittura anni, favorisce il radicamento del carcinoma a cellule basali ed è accompagnata da un aumento della sua area. Questo sviluppo di eventi può portare a danni ai tessuti adiacenti e alla deformazione del tessuto cartilagineo, nonché alla crescita delle ossa del cranio, il che complica notevolmente la procedura di trattamento..

Nevo non cellulare congenito

La causa della malattia non è nota. Di solito si verifica nelle donne.

Sintomi Caratterizzato dall'aspetto di piccoli elementi punteggiati, chiazzati o maculopapolari di forma rotonda da pochi millimetri a 1 cm di diametro, blu scuro. Ciò è dovuto all'effetto Tyndall ed è associato alla posizione profonda della melanina nel derma.

Gli elementi dell'eruzione cutanea sono solitamente localizzati su viso, collo, dorso delle mani e dei piedi, glutei, meno spesso sulle mucose.

Possibile trasformazione in melanoma in età avanzata. Ulcerazione e sanguinamento non sono tipici. Talvolta si verificano nevi blu eruttivi multipli.

Istopatologia. Nel derma vengono determinate le cellule a forma di fuso e aderenti, contenenti melanina sotto forma di granuli grandi e ben distinguibili. Si nota la proliferazione delle cellule fibroblastiche.

Trattamento. Viene eseguita l'asportazione chirurgica.

Sinonimi: halonevus, nevo bordato

Il nevo di Setton è un nevo non cellulare circondato da un bordo dipigmentato.

Cause e patogenesi. La malattia può essere basata su disturbi autoimmuni, ovvero la comparsa di anticorpi citotossici nel sangue e l'azione dei linfociti citotossici. Al centro della depigmentazione, c'è una diminuzione del contenuto di melanina nei melanociti e la scomparsa dei melanociti stessi dall'epidermide. Si verifica ugualmente spesso sia negli uomini che nelle donne. Una storia familiare di vitiligine.

Sintomi Prima della comparsa di un halonevus, si nota un lieve eritema attorno al nevo non cellulare. Quindi si forma una lesione arrotondata o ovale - una papula marrone o marrone scuro con un diametro di circa 3-5 mm (nevo non cellulare), circondata da un bordo depigmentato o ipopigmentato chiaramente delineato.

Diagnosi differenziale. La malattia deve essere differenziata da nevo blu, nevo non cellulare congenito, nevo di Spitz, melanoma primario, verruca semplice e neurofibroma.

Trattamento. Con un quadro clinico atipico e dubbi sulla diagnosi, il nevo dovrebbe essere eliminato.

Sinonimi: nevo Spitz, nevo giovanile, melanoma giovanile

La malattia si manifesta a qualsiasi età. Circa un terzo dei pazienti sono bambini di età inferiore ai 10 anni. Dopo 40 anni, la malattia è rara. Il 90% dei nevi viene acquisito. Ci sono informazioni su casi familiari.

Le cause e la patogenesi della malattia non sono note..

Sintomi Sul cuoio capelluto e sul collo c'è una papula (o nodo) con confini chiari, rotondi oa forma di cupola, con una superficie liscia, priva di peli, meno spesso - ipercheratotica, verrucosa. Le sue dimensioni sono generalmente piccole - meno di 1 cm. Il colore della formazione simile a un tumore è marrone, il colore è uniforme.

Alla palpazione, il nevo viene preso in considerazione. in rari casi sono possibili emorragie e manifestazioni.

Istopatologia. Una formazione simile a un tumore si trova nell'epidermide e nello strato reticolare del derma. Iperplasia dell'epidermide, proliferazione dei melanociti, espansione dei capillari, una miscela di grandi cellule epiteliali e grandi fusiformi con abbondante citoplasma, si notano poche mitosi.

Diagnosi differenziale. Il nevo di Spitz dovrebbe essere distinto dal melanoma cutaneo maligno.

Trattamento. L'asportazione chirurgica viene eseguita con esame istologico obbligatorio.

Sinonimo: sindrome di Becker-Reiter

Le cause e la patogenesi della malattia non sono note. Gli uomini si ammalano 5 volte più spesso delle donne. Sono possibili casi familiari della malattia.

Sintomi La malattia inizia nella pubertà con l'aspetto di una singola placca con una superficie irregolare, leggermente verrucosa. Il colore della lesione va dal giallo-marrone al marrone, il colore è irregolare. Una grande placca di forma irregolare, con bordi frastagliati è localizzata sulla pelle delle spalle, della schiena e degli avambracci, sotto le ghiandole mammarie.

Istopatologia. Nell'epidermide si notano acantosi, ipercheratosi e raramente cisti cornee. Le cellule del nevo non sono state trovate. Il numero di melanociti non è aumentato. È visibile un aumento del contenuto di melanina nei cheratinociti dello strato basale.

Diagnosi differenziale. Il nevo di Becker deve essere distinto dalla sindrome di McCune-Albright e dal nevo non cellulare congenito gigante.

Trattamento. Nessun trattamento specifico.

Cause e patogenesi. L'inizio della malattia è associato a disembriogenesi. Casi familiari segnalati.

Sintomi La malattia di solito esiste dalla nascita: ci sono formazioni papillari ovali, lineari o di forma irregolare verruche, ipercheratotiche di varia localizzazione, che si trovano spesso unilateralmente.

Istopatologia. Si nota iperplasia dell'epidermide, in particolare delle appendici, a volte vacuolizzazione.

Trattamento. Usano crioterapia, elettrocauterizzazione, laser al carbonio, retinoidi aromatici.

Sinonimo: nevo oculare-mascellare grigio-cianotico

Cause e patogenesi. Il motivo rimane poco chiaro. La patologia è considerata ereditaria. È ereditato in maniera autosomica dominante. Alcuni autori considerano il nevo di Oto come una variante di un nevo blu. Più spesso si trovano nelle persone di origine asiatica (giapponese, mongoli, ecc.), Così come nelle persone di altre nazionalità.

Sintomi Il nevo Oto può svilupparsi dalla nascita o appare durante l'infanzia, le donne sono più spesso colpite. Il quadro clinico della malattia è caratterizzato da un cambiamento unilaterale del colore della pelle nella zona di innervazione del primo e del secondo ramo del nervo trigemino (pelle della fronte, intorno agli occhi, tempie, guance, naso, orecchie, congiuntiva, cornea, iris degli occhi).

Il colore delle lesioni varia dal marrone chiaro al grigio-nero con una sfumatura bluastra. La loro superficie è liscia, non sale al di sopra del livello della pelle. Gli sclera sono spesso di colore blu, la congiuntiva marrone. I confini del focus sono irregolari, indistinti. La visione di solito non soffre. L'intensità del colore si indebolisce nel tempo.

Istopatologia. La presenza di melapociti dendritici tra fasci di fibre di collagene è caratteristica.

La diagnosi differenziale viene eseguita con altri nevi pigmentati.

Trattamento. Non esiste una terapia specifica. È richiesta l'osservazione da un dermatologo e un oculista.

Sinonimi: nevo pigmentato congenito, nevo melanocitico congenito

La malattia è congenita, sebbene le varietà rare compaiano durante il primo anno di vita. Uomini e donne si ammalano allo stesso modo.

Cause e patogenesi. Il nevo non cellulare congenito si verifica a causa della maldifferenziazione dei melanociti.

Sintomi Distingue tra nevo non cellulare congenito piccolo, grande e gigante localizzato su qualsiasi parte della pelle. I nevi al tatto sono morbidi, flessibili, la loro superficie è irregolare, rugosa, piegata, lobata, coperta di papille o polipi, simile a convoluzioni cerebrali. Il colore delle lesioni è marrone chiaro o scuro.

Trattamento. Dato il rischio di localizzazione, è auspicabile la rimozione chirurgica.

Sintomi I nevi pigmentati sistematici possono essere congeniti o acquisiti. Possono verificarsi in utero e sotto l'influenza di varie lesioni, malattie infettive o altre malattie comuni della madre..

Con un nevo pigmentato sistemato congenito, piatto simmetrico o leggermente sollevato sopra il livello della pelle, compaiono macchie giallo-marroni, spesso sparse in tutta la pelle. Questi punti sono nettamente delimitati da pelle intatta e non presentano alterazioni infiammatorie lungo la periferia..

Le lesioni, a volte fondendosi, formano vaste aree di iperpigmentazione con confini indistinti. Più spesso si trova sul collo, nell'area delle pieghe naturali, il tronco. La pelle del viso, i palmi e le piante dei piedi, così come le unghie, sono spesso prive di danni. Nessuna sensazione soggettiva.

Diagnosi differenziale. La malattia deve essere distinta dall'orticaria pigmentosa, dalla melanosi cutanea, dalla lentiginosi acquisita e dalla malattia di Addison..

Sintomi Il nevo comedonico è una rara variante di nevi, manifestata clinicamente da una lesione, all'interno della quale vi sono papule follicolari strettamente raggruppate, leggermente in aumento sopra la superficie della pelle, la cui parte centrale è satura di una densa massa cornea di colore grigio scuro o nero. Con la rimozione forzata della spina cornea, si forma una depressione, al posto della quale rimane l'atrofia.

Il nevo può essere congenito o acquisito. Le lesioni sono spesso lineari e possono essere localizzate unolateralmente o bilateralmente. Un nevo può apparire in qualsiasi parte del corpo, compresi i palmi e le piante dei piedi. Le lesioni sono generalmente asintomatiche, senza sensazioni soggettive.

Istopatologia. Istologicamente, nei nevi comici, vengono rivelate invaginazioni dell'epidermide piene di masse cornee, nel lume di cui possono aprirsi i dotti delle ghiandole sebacee atrofiche o dei follicoli piliferi. Caratterizzato da una pronunciata reazione infiammatoria nel derma.

Diagnosi differenziale. La malattia deve essere distinta dalla porokeratosi da Mibelli, una malformazione papillomatosa.

Trattamento. L'elettroeliminazione viene spesso utilizzata.

[17], [18], [19], [20], [21], [22], [23], [24]

Nevi melanocitici acquisiti comuni (sin.: nevi pigmentati, talpe) sono neoplasie melanocitiche benigne. Ogni nevo attraversa diverse fasi del suo sviluppo. Innanzitutto, è un nevo intraepidermico borderline, che assomiglia a una chiazza uniformemente pigmentata di colore marrone o nero con una superficie liscia, non è palpabile.

Di solito appare nei bambini nei primi anni di vita, ma è particolarmente attivo nell'adolescenza. Si trova più spesso in aree aperte del corpo: viso e tronco. Aumenta gradualmente di dimensioni, ma, di regola, il diametro in questa fase non supera i 5 mm. Nel tempo, il nevo diventa epidermico-dermico o misto, mentre è molto più convesso, in media non supera i 7 mm, è una papula con contorni chiari o formazione papillomatosa sul peduncolo, ma meno intensamente pigmentata: può essere marrone chiaro e persino corporale colori.

La superficie del nevo è liscia o verrucosa. Essendo una formazione esofitica, un nevo misto è suscettibile a lesioni, con la sua crescita attiva, è possibile il prurito. Quindi il nevo misto si trasforma in un nevo intradermico, che si alza anche sopra la superficie della pelle, sebbene possa appiattirsi e talvolta perde completamente il pigmento, acquisendo un colore carnoso o rosato, soprattutto nel caso di una componente vascolare pronunciata. Il successivo sviluppo del nevo dermico rimuove da diversi anni a diversi decenni, fino alla sua involuzione.

Basalioma della pelle: metodi di diagnosi e trattamento

L'ulcera da radiazioni è una conseguenza pericolosa di tale trattamento del basalioma. Sotto l'influenza di isotopi radioattivi, la microcircolazione è disturbata nei vasi sanguigni situati sotto la pelle. Il rischio di complicanze aumenta in proporzione alla profondità di penetrazione del processo patologico e alla forza della radiazione. L'inizio dei cambiamenti ulcerativi nella pelle è evidenziato dai seguenti sintomi:

    secchezza e desquamazione; la scomparsa del modello superficiale dell'epidermide; la comparsa di "asterischi" vascolari; disturbo della pigmentazione.

Se il basalioma si trova vicino alle mucose del naso o della bocca, può verificarsi la loro infiammazione: mucosite. È caratterizzato da secchezza dell'epitelio, comparsa di bruciore e dolore quando viene toccato. Tuttavia, tali conseguenze sono rare. Con il trattamento con radiazioni dei tumori nella zona degli occhi, si nota la congiuntivite ricorrente.

Nel tempo, la pelle esposta alle radiazioni diventa più sottile e sotto di essa è visibile una rete vascolare. Un anno e mezzo dopo la fine del trattamento, è possibile la comparsa di aree più chiare o, al contrario, scure dell'epidermide. La gravità di questi segni dipende dalla durata del trattamento, dalla dose di radiazioni ricevuta a seguito della terapia e dall'area di esposizione. Vale la pena notare che l'ulcera da radiazioni discussa sopra può apparire anche diversi mesi dopo la fine del ciclo di trattamento..

La conseguenza più pericolosa è l'elevato rischio di sviluppare una forma più grave e maligna di cancro della pelle: la cellula squamosa. Per questo motivo, l'irradiazione del carcinoma a cellule basali non è auspicabile per i pazienti di età inferiore ai 50 anni. Inoltre, a causa del rischio di complicanze, questo metodo di trattamento non viene utilizzato per le ricadute del basalioma..

La regola di base della radioterapia per il carcinoma a cellule basali consiste in un esame preliminare del paziente, prendendo anamnesi e identificando patologie concomitanti. Queste informazioni aiuteranno a calcolare correttamente la dose, la frequenza e la durata della terapia. A seconda delle dimensioni del tumore, durante la procedura vengono catturati 1-2 cm di tessuto sano circostante. Questo viene fatto per prevenire il ripetersi della malattia..

Le piastre di piombo vengono utilizzate per proteggere altre celle vicine. In essi è praticato un foro, che ripete esattamente la forma del basalioma e viene applicato ad ogni sessione di radioterapia. Il paziente viene avvisato che prima di iniziare il corso del trattamento (anche durante esso), la pelle deve essere protetta dai danni. Inoltre, i medici raccomandano di aderire a queste regole:

    proteggersi dalla luce diretta del sole, non visitare il solarium, uscire con abiti a maniche lunghe, coprire il viso con un cappello a tesa larga, spalmare la pelle aperta con una crema speciale; non è possibile strofinare la pelle esposta alle radiazioni, massaggiare, mettere lattine, applicare cerotti di senape, trattare con antisettici e soluzioni alcoliche (iodio, verde brillante, perossido) senza prescrizione medica; le procedure igieniche devono essere eseguite con cura in modo da non eliminare i segni del medico che definiscono l'area di esposizione alle radiazioni; è vietato fare impacchi, mettere un termoforo; prima di usare sapone profumato o bagnoschiuma, schiuma da bagno, deodorante, crema, dovresti assolutamente consultare un medico, i prodotti per il trucco (se consentito) devono essere lavati via 4 ore prima di un trattamento con radiazioni per il carcinoma a cellule basali; per prevenire l'infezione batterica, vale la pena limitare le visite a luoghi pubblici come piscine o bagni.

I medici sottolineano che la radioterapia è un grave onere per il corpo. Pertanto, se compaiono sintomi fastidiosi, è necessario consultare il medico o l'infermiere. È anche meglio coordinare con loro i cambiamenti nella nutrizione, nel clima. Vale la pena ricordare che il pericolo delle conseguenze del trattamento con radiazioni per il carcinoma a cellule basali persiste per il resto della vita..

Per la prevenzione della dermatite da radiazioni, la pelle intorno al basalioma viene regolarmente lubrificata con vaselina, emulsione metacilica o trattata con un batuffolo di cotone imbevuto di una miscela di balsamo di Shostakovsky e olio vegetale (preparato in un rapporto di 1: 4). Inoltre, ciò dovrebbe essere fatto dalla prima sessione di irradiazione. Se, nonostante le misure adottate, si sviluppano ulcere, è necessario prevenire l'infiammazione batterica.

Per prevenire danni alla mucosa, è prescritto il risciacquo o il risciacquo con clorexidina, camomilla o decotto di salvia. Le gocce antibatteriche sono indicate per il trattamento della congiuntivite. Se non fosse possibile evitare l'esposizione alla luce solare sulla pelle del viso o su altre parti del corpo in cui si trova il basalioma, potrebbe apparire il cosiddetto edema induttivo..

Va notato che con il trattamento con radiazioni dei carcinomi a cellule basali situati sul viso, il rischio di recidiva è maggiore rispetto ad altre aree della pelle. Secondo le cliniche oncologiche in Russia e in paesi stranieri, questa probabilità è fino al 30%. Di particolare difficoltà è l'effetto sui tumori localizzati su una superficie in rilievo, poiché la radiazione viene assorbita dalle cellule in modo non uniforme.

Il basalioma può crescere nella pelle molto in profondità. In tali casi, è quasi impossibile rimuoverlo completamente..

Tale trattamento è prescritto per i pazienti anziani (dai 60 anni in su). Grandi difetti maligni irradiati situati in aree "scomode" in cui l'escissione chirurgica può influire negativamente sull'estetica.

Inoltre, l'irradiazione è l'unica opzione per coloro che sono controindicati per l'escissione chirurgica a causa di disturbi sistemici concomitanti o complicanze del cancro basale..

Le complicazioni a breve termine dopo una sessione includono:

    arrossamento dell'area trattata; infiammazione; prurito; lieve indolenzimento.

I sintomi collaterali diventano evidenti entro la 3a settimana del corso di radiazione. Dopo aver completato il corso, dopo 4-6 settimane, scompaiono completamente o parzialmente. Puoi accelerare il processo di guarigione con farmaci topici a base di corticosteroidi..

Per questo, si raccomanda di trattare regolarmente la superficie trattata con antisettici. Inoltre, si consiglia al paziente di utilizzare una crema solare con un fattore di protezione di almeno 15.

Inoltre, le aree interessate devono essere trattate con clorexidina..

La congiuntivite è possibile con irradiazione del basalioma perioculare. È trattato con farmaci a base d'argento, come Protargol o Collargol..

Altri aggravamenti che compaiono un anno e anche diversi anni dopo l'irradiazione del tumore basale:

    espansione di piccole navi; sbiancamento della zona trattata dell'epidermide; oscuramento della pelle; le cicatrici peggiorano gradualmente il loro aspetto; c'è una minaccia di cancro della pelle a cellule squamose.
  • localizzazione del tumore, la superficie anteriore del collo è più suscettibile all'esposizione alle radiazioni rispetto alla pelle delle ali del naso e di altre parti del viso, la parte posteriore della testa;
  • la temperatura dell'aria, quando fa caldo, migliora l'afflusso di sangue all'epidermide, il che aumenta il rischio di sviluppo delle conseguenze del trattamento, quando fa freddo questa probabilità diminuisce;
  • essendo in sovrappeso, è stato dimostrato che la pelle delle persone obese è più suscettibile agli effetti delle radiazioni;
  • crepe, graffi aumentano la permeabilità dell'epidermide;
  • cambiamenti di età.
  • secchezza e desquamazione;
  • la scomparsa del modello superficiale dell'epidermide;
  • la comparsa di "asterischi" vascolari;
  • disturbo della pigmentazione.
  • proteggersi dalla luce diretta del sole, non visitare il solarium, uscire con abiti a maniche lunghe, coprire il viso con un cappello a tesa larga, spalmare la pelle aperta con una crema speciale;
  • non è possibile strofinare la pelle esposta alle radiazioni, massaggiare, mettere lattine, applicare cerotti di senape, trattare con antisettici e soluzioni alcoliche (iodio, verde brillante, perossido) senza prescrizione medica;
  • le procedure igieniche devono essere eseguite con cura in modo da non eliminare i segni del medico che definiscono l'area di esposizione alle radiazioni;
  • è vietato fare impacchi, mettere un termoforo;
  • prima di usare sapone profumato o bagnoschiuma, schiuma da bagno, deodorante, crema, dovresti assolutamente consultare un medico, i prodotti per il trucco (se consentito) devono essere lavati via 4 ore prima di un trattamento con radiazioni per il carcinoma a cellule basali;
  • per prevenire l'infezione batterica, vale la pena limitare le visite a luoghi pubblici come piscine o bagni.

, la cui presenza in una persona aumenta il rischio di sviluppare carcinoma a cellule basali. Tali fattori predisponenti includono i seguenti:

  • Esposizione frequente e prolungata al sole, compreso il lavoro alla luce solare diretta;
  • Visitare il solarium a lungo;
  • Pelle luminosa;
  • La tendenza a formare scottature solari;
  • La tendenza a formare le lentiggini dopo breve tempo alla luce diretta del sole;
  • Origine celtica;
  • Lavorare con composti di arsenico;
  • Bere acqua potabile contenente arsenico;
  • Contatto frequente e prolungato con sostanze cancerogene come fuliggine, catrame, catrame, paraffina, bitume, creosoto e prodotti petroliferi;
  • Inalazione di prodotti di combustione di scisti bituminosi;
  • Immunità ridotta;
  • albinismo;
  • La presenza di cheroderma pigmentato;
  • La presenza della sindrome di Gorling-Holtz;
  • Esposizione a radiazioni ionizzanti, inclusa la radioterapia precedentemente prodotta;
  • Burns;
  • Cicatrici sulla pelle;
  • Ulcere della pelle.

Oltre ai fattori predisponenti, i basaliomi hanno malattie precancerose, la cui presenza aumenta significativamente il rischio di sviluppare un tumore, poiché possono degenerare in cancro.

E 'Importante Conoscere Il Glaucoma