Esame del campo visivo periferico, perimetria

La perimetria è un metodo per determinare il campo visivo. La visione periferica è molto più ampia della visione centrale, quindi è più difficile quantificarla. A causa della natura soggettiva delle risposte dei pazienti, si tenta di standardizzare molti aspetti dei test per massimizzare l'eliminazione delle variabili. Nonostante ciò, nell'interpretazione dei difetti di PP, è necessario tenere conto dell'affidabilità delle risposte del paziente.

Lo scopo dello studio PZ è determinare i confini esterni della percezione visiva da parte della retina periferica, nonché le varie qualità della visione in quest'area. L'interpretazione dei dati PZ è importante nella diagnosi delle malattie, nella loro localizzazione nei percorsi visivi tra la retina e la corteccia occipitale, la registrazione della progressione, la stabilità o la remissione delle malattie. Pertanto, sono necessari studi ripetuti sul campo visivo per scopi diagnostici e per valutare gli effetti della terapia..

Il campo visivo è più spesso studiato con quattro metodi: confronto, perimetro, sulla griglia di Amsler e sullo schermo tangenziale..

Una valutazione di screening indicativa del campo visivo può essere eseguita con un metodo di ricerca di controllo (di confronto) semplice e pubblicamente disponibile..

Non sono richiesti strumenti speciali per questa forma di verifica PP. Questo metodo consente di determinare approssimativamente il PZ del paziente. Confronta il normale campo visivo del medico con il campo visivo del paziente. Il dottore mette il paziente di fronte a lui con le spalle alla luce a una distanza di 1,0 m. I volti del paziente e del dottore si trovano allo stesso livello. Il campo visivo di ciascun occhio viene esaminato separatamente. Per fare ciò, gli occhi opposti vengono chiusi con un palmo, ad esempio l'occhio sinistro del paziente e l'occhio destro del ricercatore, quindi, al contrario, l'occhio destro del paziente e l'occhio sinistro del medico. Dal momento che il medico e il paziente si guardano negli occhi, ogni violazione della fissazione viene facilmente rilevata.

Come bersaglio, puoi usare un piccolo oggetto, ad esempio una matita o una più grande, di solito una, due o quattro dita (il paziente deve identificare il numero di dita con uno sguardo fisso fisso) o l'intera mano. Il bersaglio viene posizionato al centro della distanza tra il paziente e il medico. Il ricercatore posiziona prima l'obiettivo fuori dai confini della RZ in uno qualsiasi dei meridiani, ad es. fuori dalla vista dell'oggetto del test per il paziente e il medico. Quindi il ricercatore muove lentamente e senza intoppi la mano dalla periferia al centro da diversi lati, muovendo leggermente le dita. Il paziente deve indicare il momento in cui nota l'aspetto della mano del medico nel campo visivo. Il dottore lo confronta con il momento in cui egli stesso nota l'oggetto. Lo studio viene condotto su 8 meridiani equidistanti a 360 °, oppure il medico mostra il bersaglio in uno dei quattro quadranti del campo visivo periferico.

Ad un attento esame, possono essere rilevati punti ciechi e scotomi focali. Questo metodo rivela un significativo restringimento dei confini e gravi difetti nel campo visivo. Il test può rivelare cambiamenti significativi nel campo visivo associati a patologie oculari come la corioretinite, il distacco della retina; anomalie del nervo ottico, come glaucoma avanzato o malattie intracraniche come un tumore al cervello, una lesione ischemica o un'emorragia.

Possono esserci forme sottili (sottili) di emianopsia destra o sinistra, che vengono rilevate con la presentazione simultanea di obiettivi su entrambi i lati lungo la linea mediana. Per eseguire questo test di confronto simultaneo, l'esaminatore tiene entrambe le mani sulla periferia su ciascun lato. Il paziente deve determinare da quale parte (destra, sinistra o entrambi) il ricercatore agita periodicamente le dita. Sorprendentemente, un paziente con una lieve emianopsia sul lato sinistro può ancora identificare le dita di una mano sul lato sinistro e non può vederle (a sinistra) quando il ricercatore agita simultaneamente le dita di entrambe le mani su entrambi i lati. Questi dati indicano disattenzione parziale o relativa al lato sinistro, quando entrambi i lati vengono stimolati in modo uguale e simultaneo.

L'esatta definizione dei confini del campo visivo viene effettuata con metodi strumentali. Questi includono la campimetria - un metodo per esaminare il campo visivo su una superficie piana e la perimetria - un metodo per esaminare il campo visivo su una superficie sferica concava.

La campimetria è attualmente di utilità limitata, viene utilizzata per rilevare la patologia delle aree centrali del campo visivo entro 30-40 ° dal centro.

I perimetri sono sotto forma di arco o emisfero. Il più semplice è il perimetro desktop di Foerster. Si tratta di un arco a 180 °, coperto da una vernice nera opaca all'interno, con gradazioni sulla superficie esterna di gradi - da 0 ° al centro a 90 ° alla periferia.

Per la ricerca, vengono utilizzati oggetti di carta bianca o colorata, fissati alle estremità di aste lunghe. I bicchieri di carta hanno diametri diversi. Per determinare i confini esterni del campo visivo, utilizzare un oggetto bianco d = 3 mm, per misurare i difetti all'interno del campo visivo, utilizzare un oggetto bianco d = 1 mm. Gli oggetti colorati hanno d = 5 mm.

Ogni occhio viene testato separatamente. La massima sensibilità si nota nella fovea ed è rappresentata dalla massima acuità visiva della fissazione centrale. L'acuità visiva diminuisce rapidamente quando il soggetto si allontana dal centro della macula. L'area della retina centrale contiene il 66% dei campi recettivi di tutte le cellule gangliari associate alla maggior parte (83%) della corteccia visiva. Gli oggetti colorati rappresentano meno stimoli per la retina rispetto agli oggetti bianchi. Pertanto, l'oggetto deve essere troppo piccolo per essere rilevato dai recettori della periferia retinica, ma sufficiente per studiare il campo visivo centrale a 10-15 ° dalla fissazione foveale.

La perimetria qualitativa (qualitativa) è un metodo per determinare il difetto del PZ e la prima fase di screening dell'esame se si sospetta il glaucoma.

Nei perimetri di proiezione, un punto luminoso viene proiettato sull'arco o sulla superficie interna del perimetro emisferico (sferoperimetro). È possibile utilizzare oggetti di prova di varie dimensioni, luminosità e colore. Man mano che le dimensioni dell'oggetto diminuiscono, l'area in cui può essere percepito diminuisce, in modo tale che quando vengono registrati su un vuoto di prova, si ottengono cerchi sempre decrescenti, chiamati isopter. Gli isotteri, quindi, assomigliano alle linee di contorno su una mappa, inclusa una zona in cui è distinguibile un oggetto di una certa dimensione..

Ciò consente la perimetria quantitativa (quantitativa). In questo caso, vengono utilizzati due oggetti di dimensioni diverse, ma la quantità di luce riflessa da essi è la stessa. Questa tecnica consente una diagnosi precoce delle malattie in cui il campo visivo cambia..

Distinguere tra perimetria cinetica e statica.

La più diffusa è la perimetria dinamica (cinetica), in cui l'oggetto del test si sposta uniformemente o gradualmente nello spazio lungo la superficie perimetrale dalla periferia al centro lungo i raggi del cerchio o viceversa. Il limite della visione viene determinato nel momento in cui un oggetto appare nel campo visivo o viene utilizzato il criterio della sua scomparsa.

Per indagare con precisione sulla FZ, sono necessarie attrezzature speciali come il perimetro Goldman. La perimetria eseguita su di essa è un test cinetico. Il paziente rileva la comparsa di un oggetto di test di super-soglia costante in movimento dalla zona di non discriminazione nel campo visivo. L'oggetto più piccolo I ha un'area di 0,25 mmq, l'oggetto V massimo è 9,8 mm2. L'illuminazione varia da 32 a 1000 apostille.

Indipendentemente dal modello perimetrale utilizzato per indagare sul campo visivo, è necessario seguire le seguenti regole:

  1. il campo visivo di ciascun occhio viene esaminato a turno, il secondo occhio viene chiuso saldamente con una benda che non limita il campo visivo dell'occhio in esame;
  2. l'occhio da esaminare deve essere posizionato esattamente di fronte al segno di fissazione al centro dell'arco (emisfero) del perimetro e fissare costantemente il segno centrale durante la perimetria;
  3. prima di iniziare lo studio, è necessario istruire attentamente il paziente, mostrare fissazione e segni mobili, spiegare quali risposte sono attese da lui;
  4. lo studio dovrebbe essere effettuato almeno 8, e meglio - 12 raggi del cerchio;
  5. se il campo visivo viene esaminato per i colori, il suo bordo periferico non viene contrassegnato nel momento in cui il paziente ha notato per la prima volta il segno, ma quando distingue con sicurezza il suo colore.

I risultati dello studio del campo visivo sono registrati su moduli standard. Indicano i limiti normali del campo visivo per ciascun occhio. Sono stati sviluppati vari schemi per la registrazione dei risultati della perimetria. Molto spesso, gli schemi vengono utilizzati sotto forma di una coppia di figure arrotondate con 10 cerchi concentrici: i primi due a una distanza di 5-10 ° dal centro e quindi ogni 10 °. Il cerchio è attraversato da 12 meridiani a intervalli angolari di 15 °. Nelle metà temporali del campo visivo, a 15 ° dal centro sul meridiano orizzontale, sono indicati gli scotomi fisiologici, rispettivamente, la proiezione della testa del nervo ottico. A volte i limiti del campo visivo normale mediato sono segnati sui diagrammi e, delineando i confini in base ai risultati della perimetria cinetica, ombreggiano quelle parti del campo visivo che il paziente si è rivelato essere "abbandonato", cioè senza sensibilità alla luce assente o ridotta.

Il restringimento dei campi visivi, o scotomi identificati nel paziente, ombra.

Al giorno d'oggi, la perimetria statica (senza movimento) viene introdotta sempre di più: lo studio del campo visivo usando oggetti di prova stazionari che appaiono in diverse parti del campo visivo, la cui ampiezza e luminosità cambia. Il momento di distinguere il punto luminoso dal paziente è fissato dal dispositivo. Pertanto, viene determinata la sensibilità alla luce di varie parti della retina..

Quando si esamina il campo visivo, è necessario conoscere alcuni parametri: l'illuminazione è l'intensità o la "luminosità" dello stimolo luminoso; apostille (asb) - unità di illuminazione; decibel (dbl) è un'unità di illuminazione non specifica basata su una scala logaritmica.

T. Birich, L. Marchenko, A. Chekina

"Studio del campo visivo periferico, perimetria" ?? articolo dalla sezione Oftalmologia

Visione periferica e metodi del suo studio

Metodi per determinare la visione periferica

L'uso di un metodo semplice non richiede strumenti e dispositivi speciali. Lo studio è condotto come segue: per questo, l'infermiera e il paziente chiudono occhi diversi, seduti uno di fronte all'altro. L'infermiera sposta la mano da destra a sinistra e il paziente deve dire quando la vede. I campi sono definiti per ciascun occhio separatamente.

Per altri metodi di determinazione, è necessario un apparato speciale, che ti permetterà di esaminare rapidamente e senza sforzo ogni sezione della retina, determinare il campo visivo, l'angolo di vista. Ad esempio, la campimetria, che viene eseguita utilizzando una sfera. Tuttavia, questo metodo è adatto solo per esaminare una piccola sezione della visione periferica..

Il metodo più moderno per determinare il campo visivo è la perimetria dinamica. Questo è un dispositivo in cui si trova un'immagine, che ha luminosità e dimensioni diverse. Una persona mette solo la testa sull'apparato, e poi lui stesso prende le misure necessarie.

La perimetria quantitativa viene utilizzata per rilevare il glaucoma anche in una fase precoce.

Esiste anche la visocontrastoperimetria, che è un reticolo formato da strisce bianche e nere e colorate di diversi diametri e dimensioni. Con una retina normale senza disturbi, il reticolo viene percepito nella sua forma originale. Se ci sono violazioni, allora c'è una violazione della percezione di queste strutture..

L'esame del campo visivo umano richiede una preparazione per le procedure di perimetria.

  • Quando si controlla un occhio, è necessario chiudere attentamente l'altro in modo da non distorcere i risultati.
  • Lo studio sarà obiettivo se la testa della persona si trova di fronte al segno desiderato.
  • Affinché il paziente sia in grado di orientarsi con ciò che deve dire, gli vengono mostrati dei segni mobili, vengono informati su come si svolgerà la procedura.
  • Se viene determinato il campo visivo di un colore, è necessario fissare l'indicatore a cui è chiaramente definito il colore sul segno. I risultati ottenuti vengono applicati al dipartimento del modulo, dove accanto vengono scritti normali indicatori. Se le aree cadono, vengono disegnate.

Compromissione della vista laterale

Il trauma retinico, così come le malattie del cervello, può portare a una visione periferica compromessa. Può interessare uno o entrambi gli occhi..


Se si perde la visione periferica, una persona vedrà gli oggetti come in un tunnel

Perché il campo visivo può restringere? Considera i veri motivi di questa condizione:

  • aumento della pressione intraoculare. Man mano che il glaucoma progredisce, i nervi ottici vengono danneggiati e il campo visivo si restringe. Gli oggetti possono anche sfocare davanti agli occhi di una persona. Nelle fasi iniziali, il restringimento è insignificante. In assenza di un trattamento tempestivo, sarà semplicemente impossibile ripristinare la funzione periferica;
  • il danno alla retina può verificarsi sullo sfondo di intenso sforzo fisico, cambiamenti della pressione sanguigna, situazioni stressanti;
  • violazione della circolazione sanguigna nel cervello;
  • trauma cranico;
  • neoplasie;
  • colpi;
  • cambiamenti distrofici nella retina;
  • cambiamenti di età.

Con l'emicrania, i pazienti possono lamentarsi del fatto che tutto galleggia davanti ai loro occhi, e quindi la testa inizia a far male. Vale anche la pena notare le allucinazioni nel campo visivo laterale. Una persona può vedere visioni fugaci il più delle volte da un lato. Ad esempio, può sembrargli che un mouse sia stato eseguito o che qualcuno sia passato. Queste allucinazioni indicano la presenza di un disturbo mentale.

Esistono diversi tipi di disturbi della vista laterale:

  • lo spazio che copre l'organo della visione diminuisce. Di conseguenza, può apparire solo una piccola parte dello spazio visivo rettilineo;
  • la struttura dell'occhio cambia così tanto che compaiono aree inoperabili della retina. Di conseguenza, i pazienti vedono macchie scure che indicano la perdita di alcune aree del campo visivo;
  • perdita parziale dei campi visivi.


Il glaucoma può portare alla completa perdita della vista

La disabilità visiva si manifesta sotto forma di una diminuzione dell'acuità visiva e di una limitazione del campo visivo. Ridipingere la pupilla in una tonalità verdastra o azzurra è il principale segno esterno di un processo patologico.

L'aumento della pressione intraoculare può essere causato da stress frequente, uso prolungato di farmaci steroidi, lesioni agli occhi, anomalie dello sviluppo. Il glaucoma è caratterizzato dalla comparsa di cerchi iridescenti in piena luce, visione offuscata al buio, mal di testa, dolore agli occhi, arrossamento e sensazione di pesantezza.

scotoma

Scotoma è una perdita di campi visivi. Cataratta, stress, glaucoma, cambiamenti distrofici nell'occhio - tutto questo e molto altro può portare a disturbi. Le macchie scure possono essere cerchi, ovali, archi, zeppe.

Individuare davanti agli occhi danneggia la visione sia centrale che periferica. Alcuni pazienti lamentano visione offuscata intermittente.

Emicrania degli occhi

I difetti visivi sono temporanei. Le malattie neurologiche sono più spesso provocate. Secondo le statistiche, l'emicrania oculare con aura appare nelle donne in gravidanza e nelle persone di giovane e mezza età. I difetti possono comparire a causa della mancanza di sonno, cambiamenti nelle condizioni meteorologiche, tensione mentale, esplosioni emotive o intenso sforzo fisico.


L'emicrania oculare provoca difetti visivi

Il punto emergente va nella direzione della visione periferica. L'istruzione può essere incolore e talvolta è molto brillante. L'aura può manifestarsi come allucinazioni visive. Durante un attacco, si consiglia al paziente di calmarsi, sdraiarsi e bere tè o caffè caldi. Un neurologo tratta l'emicrania oculare.

Caratteristiche dei tipi di disabilità visiva

  • Disturbi organici si verificano a seguito di cambiamenti strutturali nei tessuti dell'occhio, accompagnati da una limitazione della sua funzione (cataratta, lesioni tumorali, congiuntivite, atrofia del nervo ottico, blefarite).
  • I cambiamenti funzionali sono caratterizzati da un cambiamento nel flusso dei raggi luminosi che formano un'immagine di oggetti sulla retina (lungimiranza, miopia, strabismo, astigmatismo, ambliopia).
  • Se si perde la chiarezza della percezione degli oggetti circostanti, si verifica un restringimento significativo della visione periferica, la capacità di vedere nell'oscurità peggiora.

Come donne e uomini vedono oggetti alla periferia

La visione periferica negli uomini e nelle donne differisce in modo significativo a causa della ragione geneticamente inerente: le informazioni ereditarie che trasformano il lavoro delle cellule periferiche della retina (coni) sono depositate nel cromosoma X, di cui ce ne sono due nel corpo femminile e uno nel maschio. Pertanto, la stessa immagine è rappresentativa di entrambi i sessi sono visti diversamente:

una donna nota piccoli dettagli che caratterizzano l'oggetto stesso e ciò che si trova intorno, attira l'attenzione e ricorda la gamma di colori degli oggetti circostanti;
l'uomo presta attenzione solo alla figura centrale, non concentrandosi sulle piccole cose;
il sesso più forte distingue meglio gli oggetti nell'oscurità, ma i suoi occhi si stancano più velocemente;
il sesso femminile guida un'auto molto più accuratamente di giorno, grazie a una visione periferica più sviluppata, notando quasi tutto ciò che accade intorno;
quando si lavora al computer, gli occhi delle donne si stancano meno.

1 Che cos'è

L'occhio umano, infatti, è un dispositivo ottico vivente complesso che trasmette un'immagine al nervo ottico, da dove i segnali degli impulsi nervosi vengono trasmessi ai lobi occipitali della corteccia cerebrale, dove si forma l'immagine. Tutte le parti del bulbo oculare svolgono le loro funzioni e non possono lavorare l'una senza l'altra, ma è la formazione dell'immagine (reazione fotochimica) che si verifica grazie alla retina. È costituita da cellule fotorecettrici sensibili alla luce (bastoncelli e coni) e complessi di cellule nervose.

Le cellule fotorecettrici producono enzimi speciali: rodopsina e iodopsina, con l'aiuto del quale l'energia della luce (fotoni) viene convertita in energia elettrica nel ganglio e nelle cellule bipolari del tessuto nervoso. Le cellule dei fotorecettori a cono si trovano prevalentemente nella fovea della retina, producono iodopsina, forniscono visione a colori (fototipica, centrale), consentono di vedere dettagli e colori fini e richiedono molta luce per il normale funzionamento.

La posizione dei fotorecettori ad asta è diversa: la maggior parte delle cellule si trova nella parte centrale della retina con una graduale diminuzione del numero verso la periferia. Le aste hanno una sensibilità alla luce incomparabilmente più elevata rispetto ai coni (circa 500 volte superiori), che consente a una persona di vedere a bassi livelli di luce, fornire visione in bianco e nero (scototopica, periferica) e crepuscolare. La visione periferica ha una risoluzione e un'acuità inferiori rispetto alla visione centrale, ma è necessaria per il normale coordinamento dei movimenti e consente di vedere al buio.

L'acuità visiva e l'angolo sono concetti interdipendenti. L'acuità visiva è la capacità dell'occhio di distinguere tra due punti nello spazio, situati l'uno vicino all'altro, a una certa distanza da una persona. L'angolo di vista si forma tra i due punti estremi dell'oggetto in questione e il punto nodale dell'occhio. Maggiore è l'angolo di visione, minore è la nitidezza. Quando sono fermi, entrambi gli occhi coprono uno spazio di circa 180 gradi in orizzontale e 130 gradi in verticale - questo spazio è chiamato campo visivo.

Sulla base della ricerca scientifica, sono state riscontrate alcune differenze di genere nel lavoro della visione periferica e centrale: gli uomini hanno una visione centrale più sviluppata, le donne hanno una visione periferica. Presumibilmente, questo è associato al consolidamento delle reazioni fisiologiche della natura predominante dell'attività di entrambi i sessi durante l'evoluzione umana. Per gli uomini, la caccia richiedeva una chiara concentrazione su un oggetto specifico, cioè utilizzava principalmente una visione centrale. Nelle donne, parallelamente alle faccende domestiche, la sicurezza della prole e della casa richiedeva un monitoraggio costante di vari pericoli esterni, ovvero la visione periferica funzionava attivamente. Nel tempo, queste funzionalità sono state fissate geneticamente..

Come sviluppare la visione periferica

Le esercitazioni sullo sviluppo contribuiscono al raggiungimento di tali compiti:

  • miglioramento dell'attività cerebrale;
  • una persona inizia a navigare meglio nello spazio;
  • si sviluppa la lettura veloce.

Ecco alcuni esercizi efficaci per aiutarti a sviluppare i tuoi indicatori di visione laterale:

Fissare lo sguardo su un oggetto e provare a riconoscere contemporaneamente gli oggetti situati su entrambi i lati.
Concentrati su un oggetto a tre metri da te. Prendi una matita e allarga le mani. In questo caso, dovresti vedere non solo il soggetto principale, ma anche le matite..
Prendi di nuovo le matite e allarga le braccia. Alza la mano destra e osserva la matita in questa mano con l'occhio destro. Allo stesso tempo, abbassa la matita sinistra e seguila con l'occhio sinistro. Successivamente, le matite vengono ridotte al centro. Quindi spostare gli oggetti in diagonale e tornare alla posizione iniziale.
Su fogli di carta, disegna lettere o numeri in un colore brillante e di grandi dimensioni. Osservare i disegni aumentando costantemente l'angolo di visione

Man mano che si sviluppa la visione periferica, è possibile utilizzare immagini più piccole..
Concentrati sull'argomento, prestando attenzione al soggetto alla periferia. Dovrebbero esserci sempre più di questi articoli..

Quindi la visione periferica è importante tanto quanto la visione centrale. La capacità di vedere oggetti periferici ti consente di navigare bene nello spazio

I disturbi della vista laterale possono indicare la presenza di gravi patologie, tra cui: glaucoma, scotoma, distacco della retina, compromissione della funzione cerebrale, neoplasie e altro. Per non perdere malattie pericolose, è importante contattare tempestivamente un oculista e seguire le sue raccomandazioni.

Gli occhi ti permettono di vedere non solo quegli oggetti che sono direttamente davanti a te, ma anche ai lati. Questo si chiama visione periferica..

La visione centrale e periferica di una persona ti consente di vedere determinate aree dello spazio, che forniscono campi visivi. I campi sono caratterizzati dall'angolo di visione quando gli occhi sono fermi. A seconda della posizione dell'oggetto rispetto alla retina, diversi colori sono percepiti con diverse angolazioni.

La visione centrale è quella che fornisce la parte centrale della retina e ti permette di vedere piccoli elementi. dipende precisamente dal funzionamento di questa parte della retina.

La visione periferica non è solo quegli oggetti su cui l'occhio si concentra dal lato di esso, ma anche oggetti confusi vicini, oggetti in movimento, ecc. Situati attorno a questo oggetto.

Pertanto, la visione periferica è così importante: fornisce l'orientamento di una persona nello spazio, la sua capacità di navigare nell'ambiente. La visione periferica è meglio sviluppata nelle donne e la visione centrale negli uomini

L'angolo di visione periferica nell'uomo è di circa 180 0 se visto lungo il piano orizzontale e di circa 130 0 lungo la verticale

La visione periferica è meglio sviluppata nelle donne e la visione centrale negli uomini. L'angolo di visione periferica nell'uomo è di circa 180 0 se visto lungo il piano orizzontale e di circa 130 0 lungo la verticale.

La determinazione della visione centrale e periferica è possibile con metodi sia semplici che complessi. Lo studio della visione centrale viene effettuato utilizzando le famose tabelle Sivtsev con lettere di dimensioni diverse, disposte in una colonna. L'acuità visiva in entrambi gli occhi può essere 1 o addirittura 2, sebbene la norma sia considerata quando si leggono 9 righe del tavolo.

Caratteristiche Modifica

Fig. 5 Gli ovali A, B e C mostrano quali parti di una situazione di scacchi possono essere riprodotte correttamente dal maestro di scacchi con la sua visione periferica. Le linee mostrano il percorso della fissazione foveale entro 5 secondi, quando il compito di ricordare la situazione è il più preciso possibile. Immagini da dati guidati

L'esistenza di inerzia visiva sotto forma di immagine sequenziale consente all'occhio di percepire una fonte di luce periodicamente sbiadita come continuamente luminosa se la frequenza dello sfarfallio aumenta a un certo livello. La frequenza più bassa richiesta per questo è chiamata frequenza di fusione dello sfarfallio critico. Fusioni di sfarfallio (a una certa frequenza) e soglie di diminuzione (percezione di sfarfallio con una frequenza crescente di sfarfallio) si verificano verso la periferia, ma ciò accade con un processo in questo caso, che differisce da altre funzioni visive; quindi alla periferia ha il vantaggio relativo di notare lo sfarfallio. La visione periferica è anche relativamente buona nel rilevare i movimenti (funzione delle cellule di Magno).

La visione centrale è relativamente debole al buio (visione scotopica) perché le cellule dei coni mancano di sensibilità a bassi livelli di luce. Il genere di cellule che sono concentrate più lontano dalla fovea delle retine - le verghe - funzionano meglio dei coni in condizioni di scarsa luminosità. Ciò rende la visione periferica utile per rilevare le fonti di luce debole durante la notte (come le stelle deboli). In effetti, ai piloti viene insegnato a usare la visione periferica per la scansione quando si vola di notte..
Gli ovali A, B e C mostrano (vedi Fig. 5) quali parti di una situazione di scacchi possono essere riprodotte correttamente dal maestro di scacchi con la sua visione periferica. Le linee mostrano il percorso della fissazione foveale per 5 secondi, quando il compito di ricordare la situazione deve essere il più preciso possibile. Immagini da dati guidati

Le differenze tra visione foveale (talvolta chiamata anche centrale) e periferica si riflettono in sottili differenze fisiologiche e anatomiche nella corteccia visiva. Diverse direzioni visive facilitano l'elaborazione di informazioni visive da diverse parti del campo visivo e un complesso di regioni visive lungo le rive della fessura interemisferica (un solco profondo che separa i due emisferi del cervello) è stato associato alla visione periferica. È stato suggerito che queste aree sono importanti per le risposte rapide agli stimoli visivi nella periferia e per controllare la posizione del corpo rispetto alla gravità..

La visione periferica può essere esercitata, ad esempio, dai giocolieri, che devono trovare e catturare regolarmente oggetti nella loro visione periferica, il che migliora le loro capacità. I giocolieri devono concentrarsi su un determinato punto nell'aria, in modo tale che quasi tutte le informazioni necessarie per catturare con successo gli oggetti siano percepite nella zona periferica vicina..

Cos'è Side View

La capacità di vedere oggetti situati lateralmente offre un posto separato per la retina. La periferia di questo organo ha una nitidezza inferiore rispetto alla visione centrale e percepisce solo toni in bianco e nero. Questa capacità aiuta a migliorare il coordinamento e la risposta di una persona a movimenti improvvisi di lato. Visione centrale e periferica - condizioni necessarie per una vita appagante.

  • la visione periferica ha un'acuità inferiore;
  • se la visione periferica è bassa, può essere migliorata con esercizi speciali;
  • la capacità di catturare oggetti lateralmente è necessaria per alcune professioni.

Se la percezione laterale con gli occhi è scomparsa, allora la persona ha problemi di natura oftalmica. Qualsiasi disfunzione di questa natura dovrebbe essere esaminata in breve tempo, perché la persona non sarà in grado di muoversi autonomamente, poiché la perimetria della vista è significativamente ridotta.

2 Insufficienza visiva periferica e diagnosi

La funzione principale della visione laterale è orientare una persona nello spazio. Sotto l'influenza di vari fattori negativi interni ed esterni, la retina può essere danneggiata. Ciò si riflette immediatamente nella visione periferica, il campo visivo è significativamente ridotto. Le ragioni principali sono:

  1. 1. Glaucoma. In questo processo patologico, la pressione intraoculare è notevolmente aumentata, a seguito della quale si verificano danni ai nervi ottici e il campo visivo viene significativamente ridotto. Una persona ha la sensazione persistente di vedere gli oggetti come in un tunnel. All'inizio della malattia, cadono piccole aree periferiche. Nei casi avanzati e gravi, i confini della vista si restringono fortemente e irreversibilmente, la visione periferica è quasi completamente persa.
  2. 2. Vari danni alla retina (distacco, stratificazione, alterazioni distrofico-degenerative). Osservato sotto l'influenza di grave stress, crisi ipertensive, eccessivo sforzo fisico, traumi agli occhi e al cervello.
  3. 3. Circolazione alterata dei nervi ottici dei lobi occipitali della corteccia cerebrale.
  4. 4. Neoplasie benigne e maligne.
  5. 5. Tutti i tipi di colpi.
  6. 6. Diminuzione fisiologica percettibile della visione laterale associata a processi di invecchiamento (spesso osservata dopo 60 anni).

Restringimento graduale della visione periferica nel glaucoma

La diagnosi dei disturbi della vista periferica è determinata in diversi modi:

  1. 1. Metodo di controllo. Consente, senza dispositivi speciali, di determinare approssimativamente il campo visivo del paziente in pochi minuti. È usato in condizioni di visione normale da un medico. L'essenza del metodo: confronto della visione periferica di un oculista e di un paziente. Il medico e il paziente si trovano ad una distanza di un metro uno di fronte all'altro e per prima cosa chiudono un occhio opposto (medico - sinistra, paziente - destra). Gli occhi aperti sono il punto di fissazione. Il medico sposta lentamente qualsiasi oggetto con la mano dal bordo verso il centro fino a quando il paziente non lo vede. Quindi ripeti lo stesso con l'altro occhio..
  2. 2. Metodo perimetrale. Le deviazioni sono determinate usando un dispositivo speciale - un perimetro. Il paziente fissa con gli occhi un piccolo pendolo situato nella parte centrale del perimetro. L'ampiezza della visione laterale è determinata da pendoli luminosi situati in diverse aree della vista, tenendo conto del numero di punti e della loro luminosità. I dati ottenuti sono sottoposti a trattamento informatico e offrono al medico la possibilità di valutare la presenza e l'entità delle violazioni o la loro assenza..
  3. 3. Campimetria. Effettuato in due modi. Il primo utilizza uno schermo scuro opaco che misura 2x2 metri. Il paziente è posizionato a una distanza di un metro dallo schermo. L'oculista sposta un oggetto leggero lungo di esso in quattro direzioni principali (frontale, temporale, nasale, mento) e quattro linee diagonali aggiuntive. Il paziente informa il medico quando smette di vedere l'oggetto, e quindi i confini della vista sono segnati. Nel secondo metodo, manipolazioni simili vengono eseguite utilizzando un monitor di computer..

Come fare per vedere meglio

Per espandere la visione periferica, è necessario controllare l'apparato visivo e stabilire le cause alla radice delle deviazioni. Solo se il fattore che ha provocato la patologia è assente, puoi fare un esercizio per ripristinare la visione laterale e l'uso di droghe. Iniezioni e gocce sono generalmente prescritte. Tutte le ricette sono prescritte individualmente in base alle caratteristiche dell'organismo. La medicina alternativa non risolve il problema, ma migliora la situazione solo per un breve periodo. Se la deviazione si verifica durante la gravidanza, potrebbe indicare una condizione chiamata preeclampsia, che minaccia la vita della donna e del bambino. In questo caso, è necessario consultare urgentemente un medico..

L'allenamento speciale, che include una serie di esercizi sviluppati, aiuta molto. Puoi allenare la visione periferica a casa non solo per le malattie, ma anche per la loro prevenzione e miglioramento della visione laterale. Il complesso ginnico per gli occhi è selezionato da un oculista in base alle indicazioni

Per efficienza, è importante seguire esattamente le istruzioni per eseguire gli esercizi

Allenamento della vista periferica

Esistono molti esercizi per allenare la visione periferica, ma qui ci sono solo quelli più interessanti; alcuni possono essere fatti sulla strada mentre si lavora o nei trasporti, mentre altri richiedono un ambiente domestico calmo su cui concentrarsi. La cosa bella è che quasi tutti questi esercizi non richiedono molto tempo e molti sforzi..

  1. Guarda dritto, concentrandoti su un punto e senza muovere i tuoi allievi. Allo stesso tempo, prova a riparare gli oggetti che sono al di fuori del campo della visione diretta - sui lati, sopra, sotto. Quando l'attività diventa più complicata, è necessario uscire e osservare il paesaggio della città allo stesso modo. Alcuni oggetti possono muoversi.
  2. Prendi una matita in ogni mano e mettila di fronte a te. Concentrati sulle matite e inizia a distribuirle lentamente ai lati fino a quando "cadono" fuori fuoco. All'inizio dell'allenamento, questa sarà una distanza molto breve..
  3. Esercizio con le stesse matite. La posizione di partenza è la stessa, ma ora è necessario abbassare una matita e sollevare la seconda, lungo la strada allargandole leggermente ai lati. Segui la matita sinistra con l'occhio sinistro, la destra con la destra.
  4. Disegna su fogli di carta o stampa grandi numeri e lettere. Siediti su una sedia e mostrati queste foto di lato, in modo da non guardarle direttamente. Cerca di tenerli il più lontano possibile dal centro della messa a fuoco. Nel tempo, rendi il compito più difficile: riduci lettere e numeri. In questo modo sarai finalmente in grado di leggere il testo senza guardarlo. Per uno scout: un'abilità insostituibile!
  5. Copri gli occhi con il palmo in modo da poter vedere solo ciò che è sui lati, ma allo stesso tempo blocca la tua visione diretta. Questo esercizio richiede molto tempo, quindi è meglio fare una maschera. Prova a fare le solite cose come camminare per la stanza, mangiare, pulire. L'esercizio dura un'ora: prima cammini nella maschera per 20 minuti, poi riposi per 20 minuti e poi passi di nuovo 20 minuti nella maschera.
  6. Trova le tabelle Shulge su Internet. Queste sono carte speciali utilizzate per sviluppare la visione laterale. Puoi acquistarli o stamparli su una stampante. La linea di fondo è che ci sono file di numeri sul campo bianco e un punto rosso al centro. Devi leggere questi numeri senza distogliere lo sguardo dal punto..
  7. Camminando per la strada, cerca di guardare dritto, ma allo stesso tempo nota tutte le buche e le crepe sotto i tuoi piedi. Questo esercizio è particolarmente utile per coloro che guidano veicoli: consente di monitorare contemporaneamente oggetti lontani e vicini sulla strada..

Ricorda che non devi essere troppo zelante con questi esercizi: dedicali 15 minuti al giorno (tranne che per l'esercizio con una maschera, 1-2 sessioni alla settimana sono sufficienti per questo). All'inizio, i tuoi occhi ti faranno un po 'male, e forse anche la tua testa - non aver paura. Ci sono molti muscoli nel nostro sistema visivo, compresi quelli per focalizzare il nostro sguardo. Quando iniziamo ad allenarci in palestra, il nostro corpo prima risponde con dolore e lo chiamiamo DOMS. È lo stesso qui: cariciamo i muscoli pigri, li facciamo funzionare, quindi appare un po 'di dolore. Monitora attentamente le tue condizioni: un po 'di disagio è normale. Se senti dolore ai tuoi occhi, appare la lacrimazione, è difficile muovere i bulbi oculari, quindi hai esagerato. Riposa gli occhi per qualche giorno.

Questi avvertimenti non sono scritti qui per spaventarti: non c'è nulla di pericoloso nell'allenamento dei muscoli degli occhi. Esercizi simili per cambiare la concentrazione sono prescritti per la miopia, quindi, sviluppando la visione periferica, puoi allo stesso tempo "rafforzare" la sua qualità generale. Ma dopo pochi giorni inizierai a notare quanto è diventata più ampia l'immagine del mondo intorno a te, e in un mese i tuoi occhi si trasformeranno in uno schermo widescreen sul quale vedrai molto più di quanto hai visto prima.

Visione periferica di cosa si tratta, metodi di diagnosi e trattamento

Attraverso gli occhi, una persona riceve fino all'80% delle informazioni sul mondo che lo circonda. Il meccanismo visivo ha una struttura complessa.

Ti consente di concentrarti sugli oggetti per esaminarli in dettaglio, oltre a notare gli oggetti che si spostano dal lato. La visione periferica è responsabile di quest'ultima.

Grazie a lui, guidiamo in sicurezza un'auto, navighiamo nel mondo intorno a noi, leggiamo rapidamente e facciamo molte altre cose..

Definizione del concetto

La copertura del campo visivo umano è di circa 120 gradi. Ma la percezione visiva non è la stessa in questo campo. Vediamo gli oggetti al centro dello sguardo più chiaramente di quelli che si trovano sui lati, sopra e sotto. La centrale è responsabile della prima e la periferica della seconda..

Per dimostrare chiaramente cos'è la visione periferica, sarà utile la fotografia o, più precisamente, l'effetto fotografico. Pensa a un'immagine in cui il soggetto al centro dell'inquadratura è chiaramente visibile, ma gli oggetti sul lato e sullo sfondo sono sfocati. Se i fotografi ottengono artificialmente un tale effetto, allora per una persona questo stato di cose è la norma..

La visione periferica è la capacità di vedere oggetti al di fuori del fuoco dell'attenzione. La visione centrale, o diretta, ha una piccola copertura, ma discerne i più piccoli dettagli dell'oggetto. La visione periferica vede tutto il resto, ma è vaga.

Trattamento e prevenzione

Il disturbo della vista periferica è una conseguenza di altre malattie. È necessario determinare la causa e cercare di eliminarla. Per il trattamento del glaucoma nelle fasi iniziali, il medico prescrive colliri. Quando la malattia progredisce, è necessario un intervento chirurgico.

Come con qualsiasi malattia, il fattore tempo è di grande importanza.

È importante prendersi cura della propria salute e non ignorare le manifestazioni dei problemi di vista:

  • Difficoltà di orientamento nello spazio;
  • Scarsa visibilità nella semioscurità;
  • Interferenza in vista.

In caso di sintomi allarmanti, consultare immediatamente un medico.

Come svilupparsi?

La visione laterale migliora con esercizi specifici. È necessario sviluppare una visione periferica per le persone di determinate professioni (autisti, atleti, agenti di polizia, soccorritori), nonché per coloro che desiderano migliorare le proprie capacità di lettura rapida.

Ecco alcuni esercizi semplici ma potenti:

  1. Siediti e fissa lo sguardo di fronte a te. Senza muovere le pupille, prova a riconoscere tutti gli oggetti che si trovano alla periferia. Esercizio quotidiano per 5-10 minuti. Quando è facile farlo, esci e fai lo stesso. Questo allenamento viene eseguito in qualsiasi momento conveniente: in viaggio, in fila, durante una pausa al lavoro;
  2. Questo esercizio richiederà grandi numeri e lettere stampate o scritte a mano. Posiziona le carte sul lato e prova a vederle con la tua visione periferica. Complica l'attività allontanando le etichette dal centro della messa a fuoco e rimpicciolendo il carattere;
  3. Usa le tabelle Schulte. Queste sono carte con file di numeri o lettere. Più righe, più difficile è l'attività. Inizia con una piccola quantità. C'è un punto rosso al centro della carta. Devi focalizzare lo sguardo sul punto e leggere tutti i numeri e le lettere;
  4. Raccogli due oggetti identici, come le matite. Allunga le braccia davanti a te e fissa lo sguardo sugli oggetti. Allunga le braccia ai lati fino a quando non scompaiono dalla vista. All'inizio, la distanza che puoi spargere con le matite sarà molto piccola. Aumenterà con l'allenamento;
  5. Mentre cammini, dirigi lo sguardo dritto in avanti e, con la tua visione periferica, cerca di vedere quanti più dettagli possibile. Questo esercizio si allena anche lontano e vicino alla messa a fuoco, che è particolarmente utile per gli appassionati di auto..

Esercizio fisico regolare, ma non più di 15 minuti al giorno. All'inizio sono possibili disagio, dolore agli occhi e alla testa. Ciò suggerisce che i muscoli degli occhi e parti del cervello precedentemente inutilizzati sono stati coinvolti nel lavoro. I sintomi andranno via nel tempo.

Conclusione

La visione periferica aiuta una persona a navigare nell'ambiente, a vedere al crepuscolo, a notare ostacoli con la coda dell'occhio. Queste abilità ci impediscono di affrontare molti problemi ogni giorno. Le tecniche di lettura rapida si basano sullo sviluppo della visione periferica. Sii sano e abbi cura dei tuoi occhi!

Diagnostica e trattamento della visione periferica

Per diagnosticare malattie nell'area dei nervi ottici e della retina, è necessario contattare un neurologo o un oculista. Se vengono rilevate anomalie, il neurologo fa riferimento a un oculista per determinare con precisione la malattia e prescrivere un ulteriore trattamento.

Il rilevamento della malattia è il seguente: esiste un metodo chiamato "perimetria". Si distingue in due sottospecie:

Oggi, anche la perimetria informatica è molto diffusa, il che rende possibile determinare i campi visivi con elevata precisione utilizzando programmi speciali..

La perimetria cinetica utilizza un oggetto in movimento. Di solito, per il test viene utilizzato un punto luminoso di dimensioni e colore costanti, quindi viene attivato. Nel corso della traiettoria, il paziente deve determinare dove si trova il punto, che si muove in diverse direzioni. A seconda di dove il paziente osserva la luce, viene determinato l'angolo di vista della retina della visione periferica.

La perimetria statica è caratterizzata dal fatto che gli oggetti su cui il paziente deve concentrare la sua attenzione sono immobili. L'oculista dice in anticipo la posizione dell'oggetto e il paziente deve vederlo trovarsi in un certo punto della stanza

La procedura viene eseguita in diversi punti lungo la tela o il muro per confermare o identificare completamente la malattia.

Dopo la diagnosi della malattia, l'oftalmologo prescrive il trattamento. Come la procedura diagnostica, il trattamento è suddiviso in fasi a seconda della gravità e del grado di danno ai canali ottici e alla retina..

Per il trattamento del glaucoma in fase iniziale, vengono utilizzati metodi medici, vengono prescritti numerosi farmaci (colliri), a seconda della forma della malattia:

L'intervento chirurgico viene anche utilizzato per eliminare il glaucoma nelle fasi successive dello sviluppo:

  • trabeculectomia;
  • sclerectomia;
  • iridectomia.

Oltre al glaucoma, la pressione intracranica, che contribuisce alla formazione della pressione intraoculare, non può essere ignorata. I metodi di trattamento non sono sostanzialmente molto diversi dal trattamento di altre malattie in quest'area. Innanzitutto, questi sono colliri.

Il medico che ha effettuato la diagnosi determina anche la dieta, è severamente vietato utilizzare nella dieta:

  • bevande al caffè
  • tutti i tipi di sali.

Il trattamento dei danni meccanici alla retina e al bulbo oculare viene solitamente corretto mediante un intervento chirurgico. È inoltre classificato in base alla gravità della lesione. Sulla base di questo, il trattamento è prescritto con un metodo terapeutico per danni deboli:

  • lacrime;
  • droghe interne.

O chirurgico per i più gravi: un intervento chirurgico per il trapianto di cornea oculare, cristalli oculari.

È impossibile fare a meno dei metodi popolari, ma molto spesso vengono utilizzati come articoli di "pronto soccorso", poiché senza consultare un medico e un'analisi approfondita del danno, è possibile preservare un po 'della salute, ma allo stesso tempo si può fare un grande danno per ignoranza.

Ripristino della vista - autoriparazione della visione senza chirurgia

Auto-restauro della visione

Home »Articoli» Ricerca dei campi visivi centrale e periferico

Articoli correlati:

Esame dei campi visivi centrale e periferico

L'esame dei campi visivi centrale e periferico (determinazione dei confini del campo visivo, determinazione della sensibilità che distingue la luce della retina) viene effettuato mediante perimetria e campimetria.

La perimetria è la misurazione delle funzioni visive dell'occhio a focolai topograficamente definiti del campo visivo. Il campo visivo è la porzione dello spazio circostante in cui l'occhio, con uno sguardo fisso, può rilevare gli stimoli visivi. Con la perimetria, il campo visivo viene proiettato su una superficie sferica concava concentrica con la retina.

Campimetria: esame del campo visivo su uno schermo piatto.

Il campo visivo è uno dei componenti principali della percezione visiva umana. Lo stato del campo visivo fornisce l'orientamento nello spazio e consente di fornire una caratteristica funzionale dell'analizzatore visivo quando si sceglie una professione, si passa un progetto di bozza, si esamina la capacità lavorativa e anche nella ricerca scientifica. La misurazione del campo visivo è parte integrante di qualsiasi esame, sia di routine che speciale, di un paziente in oftalmologia, poiché la compromissione della visione periferica può essere un segno precoce e talvolta l'unico segno di molte malattie degli occhi.

Valutazione dello stato del campo visivo in dinamica - un criterio per il decorso della malattia, l'efficacia del trattamento; inoltre, ha un valore predittivo. Lo studio del campo visivo è di grande importanza in neurochirurgia e neurooftalmologia nella diagnosi topica delle malattie del cervello e dei percorsi, poiché ciò provoca difetti caratteristici che indicano danni a varie parti del percorso visivo.

Determinazione dei confini del campo visivo e rilevazione dei difetti nelle funzioni visive al loro interno, valutazione quantitativa e interpretazione clinica dei risultati.

Lo studio dello stato del campo visivo è indicato nella diagnosi, valutazione dell'efficacia del trattamento, esame clinico e prognosi del decorso delle malattie del nervo ottico, retina, chiasma, vie e corteccia visiva in oftalmologia e specialità correlate (neurooftalmologia, neurologia, neurochirurgia). Determinazione dello stato del campo visivo durante il travaglio, l'esame medico militare e forense.

Malattia mentale del paziente, suo comportamento inappropriato a causa di intossicazione da alcol o droghe.

Lo studio del campo visivo viene effettuato mediante controllo (senza dispositivi speciali) e metodi strumentali in una stanza separata, isolata da suoni estranei. Il ricercatore (medico, infermiere) deve essere consapevole del design del dispositivo e delle caratteristiche del suo funzionamento, dello scopo dello studio e dell'interpretazione dei risultati. Il paziente dovrebbe avere un'idea del compito dello studio e del suo ruolo nello svolgimento della tecnica. Per ottenere risultati comparabili, lo studio deve essere condotto alle stesse condizioni..

Nella pratica medica, viene esaminato un campo visivo monoculare, viene applicata una medicazione occlusiva al secondo occhio. Al paziente viene offerto di fissare qualsiasi punto nello spazio con l'occhio esaminato e contemporaneamente contrassegnare l'aspetto o la scomparsa di un oggetto che si muove nel campo visivo. Le dimensioni del campo visivo di un occhio normale sono determinate dal bordo della parte otticamente attiva della retina, situata lungo la linea dentata, e dalla configurazione delle parti del viso adiacenti all'occhio (archi superciliari, i bordi inferiore e temporale dell'orbita, l'altezza del dorso nasale). I principali punti di riferimento del campo visivo sono il punto di fissazione (associato alla fossa centrale della macula) e il punto cieco (proiezione nello spazio del disco del nervo ottico).

Il metodo di controllo per esaminare il campo visivo è semplice, non richiede strumenti e richiede solo pochi minuti per condurre. È utilizzato sia nella pratica ambulatoriale che in un ospedale in assenza di dispositivi speciali o in pazienti critici per una valutazione approssimativa del campo visivo. In questo studio, il normale campo visivo del medico funge da controllo. L'essenza del metodo è la seguente: il paziente è posto con le spalle alla luce, il dottore si siede di fronte a lui ad una distanza di 1 M. Il paziente si copre l'occhio con il palmo della mano e il dottore - il suo, di fronte all'occhio chiuso del paziente. L'esaminato fissa l'occhio del medico e nota il momento in cui appare una penna, un dito o un altro oggetto, che il medico si sposta dolcemente dalla periferia al centro da diversi lati alla stessa distanza tra se stesso e il paziente. Confrontando le letture del paziente con le sue, il medico può stabilire cambiamenti nei confini del campo visivo o la presenza di difetti in esso. Questa tecnica fornisce informazioni abbastanza precise sulla presenza di difetti significativi nel campo visivo, ad esempio, come l'emianopsia.

Studio del campo visivo sui dispositivi

Esistono due tipi di perimetria: cinetica e statica, che differiscono l'una dall'altra nella natura della presentazione dell'oggetto (Fig. 11-1).

Con la perimetria cinetica, al paziente viene presentato un oggetto che si sposta dalla periferia al centro o viceversa. I confini del campo visivo saranno quei punti nello spazio in cui un oggetto in movimento appare o scompare. Quando i punti sono collegati tra loro, si ottiene un isopter - una linea con la stessa sensibilità che distingue la luce. Se usi oggetti di diverse dimensioni e luminosità, puoi ottenere diversi isopter, dando un'idea della distribuzione della sensibilità alla luce nel campo visivo. Questo tipo di perimetria è chiamato isopter-perimetria o perimetria quantitativa (quantitativa) (Figura 11-2).

Con la perimetria statica, lo studio viene eseguito con un oggetto stazionario, che viene presentato in un determinato punto, mentre la sua luminosità cambia gradualmente. Ciò determina la capacità dell'occhio di rilevare la differenza nell'illuminazione della superficie di sfondo (arco o emisfero del perimetro) e l'oggetto del test. Questo indicatore è chiamato soglia della luce differenziale o soglia della sensibilità di distinzione della luce della retina. La perimetria statica è anche chiamata perimetria del profilo (Fig. 11-3).

Per eseguire la perimetria cinetica, è necessario un arco o un perimetro di proiezione emisferica. Questi sono perimetri Foerster, proiezione PRP-60, proiezione universale, emisferica Goldman (o suoi analoghi).

Allo stato attuale, i perimetri dell'arco: Foerster (oggetti, bianchi o colorati, sono fissati su lunghe aste nere e si muovono manualmente lungo la superficie interna dell'arco perimetrale) e la proiezione PRP-60 (oggetti di prova sotto forma di un punto ellittico sono proiettati sull'arco usando un proiettore, diametro, il colore degli oggetti di prova può cambiare a seconda delle attività impostate) - un ricordo del passato.

Dal 2003, un dispositivo cinetico di proiezione "Pericom-K" è stato utilizzato per studiare il campo visivo. È stato creato per facilitare il lavoro dei medici: oftalmologi, neurologi, neurochirurghi, che non dispongono di sferoperimetri, per condurre la perimetria manuale o automatica, nonché per esaminare il campo visivo nei pazienti anziani con patologia oculare o cerebrale grave. È costituito da un'unità di controllo, un modulo luminoso e un cavo di collegamento, funziona con due batterie AA e pesa circa 300 grammi e può essere facilmente trattenuto da un ricercatore. Inoltre, per eseguire la tecnica, è necessario qualsiasi perimetro ad arco con un dispositivo a mento frontale. Durante lo studio, utilizzando l'unità di controllo e il modulo luce, oggetti di prova che variano in area e luminosità vengono proiettati sull'arco perimetrale (in conformità con gli standard di Goldman). Il dispositivo si è dimostrato efficace nella pratica, i risultati dello studio corrispondono ai dati della perimetria cinetica con oggetti simili.

Lo sferoperimetro Goldman è stato creato negli anni '40 del XX secolo, ma anche ora è considerato un modello (standard) per i moderni perimetri automatizzati. È costituito da un emisfero con un raggio di 300 mm, il colore dello schermo è bianco. Il sistema ottico contiene un proiettore con filtri e aperture per la luce. L'oggetto viene spostato ruotando il proiettore collegato al pantografo, che viene anche utilizzato per registrare i risultati della ricerca. Uno speciale tubo telescopico consente di osservare la posizione dell'occhio da esaminare ed è allineato con il punto di fissazione. È incluso un dispositivo fotometrico che controlla la luminosità dello sfondo del perimetro e dell'oggetto di prova presentato. La testa del soggetto è fissata nel dispositivo frontale del mento.

L'oggetto del test è caratterizzato da dimensioni, luminosità, contrasto con lo sfondo e durata della presentazione. Con un aumento di questi parametri, l'oggetto nel campo visivo viene percepito più velocemente e con maggiore sicurezza.

La luminosità è misurata in unità di luce - candele per metro quadrato, lendini o apostilbe: 1 cd / m2 quadrati = 1 nit = 3.14 apostilbe (Asb).

Diametro degli oggetti di prova presentati (V-0) in mm: 9.0; 4,5; 2,25; 1.12; 0,56; 0,28.

Intervallo di luminosità (4 - 1; a, b, c, d, e) di oggetti di test (cd / m2 al quadrato): 320; cento; 32; dieci; 3.2; 1.0; 0,32; 0.1, ecc.

Luminosità retroilluminazione (cd / m2 al quadrato) 10; 0,2; 0.0002.

Il moderno dispositivo Goldman non automatizzato consente di eseguire perimetria sia cinetica che statica.

Il dispositivo perimetrale fornisce una variazione proporzionale dell'intensità dello stimolo quando la luminosità o la dimensione angolare dell'oggetto cambia di una divisione. Le divisioni di scala sono selezionate in modo tale che gli oggetti con la stessa somma di indici di luminosità e dimensione in qualsiasi combinazione abbiano lo stesso flusso luminoso e quindi gli stessi confini del campo visivo. I confini normali per oggetti con una somma di indici di 6 sono già determinati da restrizioni anatomiche, quindi, per oggetti di intensità ancora maggiore, rimangono praticamente gli stessi e gli oggetti con una somma di indici di 1 (0/1) differiscono solo entro 10 ° dal centro nell'infanzia e nell'adolescenza. pertanto, non vengono utilizzati nella pratica clinica. Un oggetto con una somma di indici di 2 viene utilizzato per studiare le parti centrali del campo visivo entro 10-15 ° dal punto di fissazione. Da ciò ne consegue che nel caso della patologia oculare iniziale, è conveniente usare oggetti con la somma degli indici 3-5; nella zona fino a 30 ° dal punto di fissazione - un oggetto con una somma di indici 3, in una zona di 30-50 ° - con una somma di 4 e oltre, in una zona di 50 ° - con una somma di 5. Si consiglia di investigare la zona centrale fino a 30 ° in presbiti e iperopi con correzione per vicino.

La perimetria statica (attualmente automatizzata computerizzata) è lo standard clinico per l'esame del campo visivo. I moderni perimetri automatizzati consentono di esplorare l'intero campo visivo e le sue aree specifiche, salvare i risultati nella memoria del dispositivo, esercitare il controllo nel tempo ed eseguire analisi statistiche.

Il prerequisito teorico per la creazione della moderna perimetria quantitativa (cinetica e statica) è l'introduzione da parte di Treckweire nel 1927 del concetto di "collina della visione". In un'immagine tridimensionale dei risultati della perimetria degli isotteri, il campo visivo appare come una collina o un'isola (Figura 11-4).

L'altezza della collina e il tipo di pendenza corrispondono al livello di sensibilità alla luce in diverse parti del campo visivo. Le aree con ridotta sensibilità alla luce sembrano depressioni (fosse) sulla superficie della collina.

La perimetria statica consente di determinare la soglia di sensibilità alla luce differenziale e la sensibilità della retina (dal contrasto tra l'illuminazione di sfondo della superficie perimetrale e la luminosità dell'oggetto di prova).

C'è una differenza e una relazione tra soglia e sensibilità.

La soglia è una proprietà dell'oggetto: maggiore è la soglia, più luminoso è lo stimolo e viceversa.

• Oggetto soglia: uno stimolo con una luminosità sufficiente per essere visto nel 50% dei casi della sua presentazione in una determinata posizione.

• L'oggetto sopra la soglia è più luminoso della soglia e deve essere sempre visibile.

• L'oggetto sottosoglia è più pallido della soglia e teoricamente non viene mai visto.

La sensibilità è una proprietà della retina: viene misurata determinando la soglia in diverse aree del campo visivo.

Esiste una relazione inversa tra la soglia e la sensibilità: se la soglia nell'area studiata è alta (è visibile solo un oggetto molto luminoso), la sensibilità della retina in quest'area è bassa.

Attualmente, ci sono due approcci alla perimetria statica automatica: suprathreshold (screening, dall'inglese allo screening - setacciamento) - un metodo di esame rapido approssimativo per identificare i pazienti che necessitano di diagnosi o trattamenti più accurati e soglia, come più sensibili e informativi..

La perimetria a soglia superiore consente di determinare i cambiamenti qualitativi nel campo visivo, che nei loro valori sono superiori a quelli fisiologici e sono sintomi di patologia. Il test viene eseguito con un oggetto più luminoso del previsto livello normale di sensibilità alla luce nell'area in esame. Se il paziente vede un tale oggetto, questa area del campo visivo è considerata normale; in assenza di una risposta del paziente, viene registrata la presenza di uno scotoma. La presentazione di una maggiore luminosità in una determinata area dell'oggetto consente di determinare lo scotoma relativo (se il paziente vede l'oggetto) e assoluto (se l'oggetto non vede la massima luminosità). I risultati del test possono essere presentati sotto forma di vari simboli che indicano il livello di danno.

La perimetria statica a soglia (Fig. 11-5) consente una valutazione quantitativa della sensibilità alla luce della retina, è più sensibile ai disturbi precoci e con osservazione a lungo termine.

Nella maggior parte dei perimetri moderni, la luminosità degli oggetti di prova può essere modificata in un intervallo significativo, da 0,1 a 1000 d / m2 al quadrato. Pertanto, per comodità di esprimere la relazione tra la soglia e la sensibilità, viene utilizzata una scala logaritmica e il decibel è un'unità logaritmica inversa relativa: 1 decibel (dB) = 0,1 unità logaritmica della luminosità dell'oggetto.

Il test di soglia viene costruito aumentando e diminuendo gradualmente la luminosità dello stimolo presentato (il principio di "scala" o "forcella"). Lo studio inizia con la presentazione di uno stimolo leggermente più luminoso del valore assunto della soglia corrispondente alla normale sensibilità alla luce. Quindi la luminosità dell'oggetto test viene gradualmente ridotta (4 dB ciascuno) fino a quando il paziente inizia a lasciarlo passare, e quindi la luminosità viene gradualmente aumentata con incrementi di 2 dB fino a quando il paziente non vede di nuovo lo stimolo. Il valore di luminosità dell'ultimo stimolo visto viene registrato come soglia in un determinato punto di prova.

I moderni perimetri automatizzati consentono esami in determinate aree, salvano i risultati nella memoria del dispositivo, monitorano lo stato del campo visivo ed eseguono analisi statistiche..

I perimetri informatici più comuni che consentono un esame completo del campo visivo in varie patologie sono l'analizzatore del campo visivo Humphrey (Humphrey Instruments Inc., USA) e Octopus (Interzeag AG, Svizzera). Contengono programmi di screening e soglia per l'esame dei campi visivi centrale e periferico mediante il metodo della perimetria statica del computer. Negli stessi perimetri dell'ultima generazione, ci sono programmi per eseguire la perimetria cinetica dell'isopter. Entrambi i metodi si completano a vicenda, ma nella diagnosi precoce delle malattie si preferisce la perimetria statica automatica..

Per studi simili, utilizzare la perigrafia statistica automatica domestica "Pericom" (VNIIMP-OPTIMED-1). Il dispositivo utilizza 12 test di perimetria ed esamina il campo visivo nelle modalità di volume veloce (30%), ridotto (70%) o pieno (100%). È possibile uno studio più dettagliato delle singole aree del campo visivo. Utilizzato oltre la soglia (tre livelli di rilevazione del bestiame) e le strategie di soglia.

Negli ultimi anni, la tecnica della perimetria con raddoppio della frequenza (FDP) è diventata diffusa all'estero e la tecnica della perimetria con raddoppio della frequenza (FDP) ha iniziato a essere studiata e applicata in Russia, progettata per studiare il sistema magnocellulare (include cellule gangliari con assoni spessi, che sono più sensibili a un aumento della PIO sopra livello tollerante). Il metodo può essere pensato come visocontrastometria, quando la variazione della frequenza spaziale e temporale dello stimolo è combinata con l'analisi della topografia della sensibilità al contrasto. La perimetria raddoppiata in frequenza ha mostrato alta sensibilità e specificità nella diagnosi precoce del glaucoma e una maggiore stabilità dei risultati rispetto alla perimetria statica automatica, il che rende la FDP particolarmente efficace nel determinare la progressione del glaucoma..

La campimetria - lo studio del campo visivo su uno schermo piatto - è emersa e sviluppata contemporaneamente alla perimetria. Secondo la letteratura dell'ultimo decennio, la campimetria computerizzata (acromatica e colorata) viene utilizzata per diagnosticare e monitorare l'efficacia del trattamento delle malattie del nervo ottico e della retina.

Le seguenti caratteristiche sono caratteristiche della campimetria informatica:

* lo schermo su cui viene effettuata la ricerca - il display del computer;

* la procedura di ricerca, elaborazione e archiviazione dei dati è implementata utilizzando l'apposito software;

* nello studio del campo visivo centrale, è possibile determinare non solo la soglia di sensibilità alla luminosità differenziale a stimoli acromatici e cromatici di varie dimensioni, forme, luminosità, ma anche per cambiare la luminosità e la lunghezza d'onda dello sfondo dello schermo e realizzare vari metodi di presentazione dello stimolo.

Secondo studi stranieri, le seguenti tecniche campimetriche si sono dimostrate efficaci: campimetri da campo a rumore bianco (Campimetro elettronico di Tubingen); Campimetri di tipo Humphrey (protocollo 30-2): moltiplicazione della campimetria Damato.

Per oltre 20 anni nell'oftalmologia russa, la campimetria computerizzata a colori è stata utilizzata secondo il programma Ocular. Utilizzando questo metodo, viene eseguita una valutazione topografica delle violazioni della sensibilità alla luce e al colore in vari punti del campo visivo centrale (entro 21 ° dal punto di fissazione e 56 punti del campo visivo centrale) in base alla soglia di sensibilità alla luminosità (rilevazione per bovini) e al momento della reazione sensomotoria (rilevazione di relativa e focolai assoluti di rallentamento della conduzione dell'eccitazione). La valutazione della presenza e distribuzione dei cambiamenti nel tempo della reazione sensomotoria nel campo visivo rispetto alla presenza di difetti (bovini) fornisce informazioni utili sul livello di danno, poiché un aumento del tempo di reazione è significativamente influenzato solo dalla patologia che colpisce gli assoni delle cellule gangliari della retina e le parti più alte dell'analizzatore visivo.

Nel 2003, è stato sviluppato e applicato in pratica un metodo di campimetria computerizzata basato sul complesso di misurazione e calcolo "Campi" per la diagnosi e il monitoraggio dei pazienti con glaucoma in diverse fasi dell'esame clinico - ambulatoriale e ospedaliero, nonché per la diagnosi e il monitoraggio del campo visivo dei pazienti con altre patologie visive. nervo e retina. Il complesso "Campi" è progettato per studiare le aree centrali e individuali dei campi visivi periferici utilizzando un monitor per personal computer come dispositivo di misurazione. A seconda delle attività, è possibile eseguire diverse opzioni di test per ciascun occhio. La maggior parte dei test si basa sulla strategia di ricerca della soglia. Il metodo della campimetria computerizzata è facile da imparare ed eseguire, i risultati ottenuti sono paragonabili ai dati della perimetria statica standard, anche se ci vuole molto meno tempo per eseguire uno studio campimetrico.

Campo visivo normale

Nello stato normale del campo visivo, studiato con il metodo cinetico, gli isotteri si trovano concentrati l'uno rispetto all'altro, senza deformazioni e curve..

Con l'aumentare dell'età dei pazienti, si verifica una depressione diffusa dell'isopter, che si manifesta nel loro avvicinamento al punto di fissazione o nella scomparsa di un singolo isopter.

Quando si esegue il test del campo visivo centrale in soggetti oftalmologicamente sani utilizzando la perimetria statica automatica, viene determinato un aumento della fotosensibilità media contemporaneamente a una diminuzione dell'area studiata del campo visivo e al numero di punti di test.

Il livello medio di fotosensibilità per il campo visivo centrale (fino a 5-10 ° dal punto di fissazione) nelle fasce di età 18-40 e 41-65 anni era rispettivamente di 35,0 ± 0,8 e 34,0 ± 0,6 dB; per il campo visivo periferico negli stessi gruppi di età, sono stati ottenuti valori di 30,0 ± 1,2 e 28,0 ± 0,9 dB, rispettivamente. Allo stesso tempo, il livello di sensibilità foveolare in queste fasce di età era di 35,0 ± 0,6 e 35,0 + 0,8 dB.

Cambiamenti patologici nel campo visivo

La perdita diffusa del campo visivo può verificarsi nel glaucoma ed è associata all'effetto di un elevato IOP sulle fibre nervose, nonché all'annulamento dei mezzi di rifrazione, miosi e malattie della retina. Il valore diagnostico della riduzione diffusa della fotosensibilità è limitato a causa della sua natura non specifica, che dovrebbe essere presa in considerazione durante il monitoraggio dei campi visivi e durante l'osservazione dinamica dei pazienti. Il deterioramento del campo visivo può essere espresso da una diminuzione della sensibilità alla luce in alcune aree della retina o dal restringimento concentrico.

Nel glaucoma, il restringimento dell'isopter come difetto precoce nel campo visivo si nota sul lato nasale e si chiama "compattazione" dell'isopter nasale periferico.

L'allargamento del punto cieco è dovuto alla depressione della sensibilità della retina peripapillare ed è considerato un cambiamento glaucomatoso precoce nel campo visivo. Questo sintomo può verificarsi anche con altre malattie del nervo ottico e della retina. L'espansione del punto cieco può essere rilevata anche in pazienti sani quando si esamina il campo visivo con un oggetto soglia, quindi questo segno non è patognomonico per il glaucoma..

L'angioscotoma è uno scotoma ramificato lungo situato sopra o sotto il punto cieco ed è una proiezione sulla retina di grandi vasi retinici. Questo scotoma è tecnicamente difficile da identificare e ha poco valore diagnostico..

La diffusione della soglia di fotosensibilità può precedere la comparsa di singoli bovini. Le variazioni delle risposte di soglia su test ripetuti e nella stessa area sono chiamate fluttuazioni o piccoli disturbi localizzati della luce. Esistono diversi tipi di fluttuazioni: la prima sono le fluttuazioni individuali intra-test, più spesso chiamate fluttuazioni a breve termine, che si verificano durante uno studio di soglia con una durata non superiore a 20 minuti. Il secondo tipo è l'intertest individuale o fluttuazioni a lungo termine. I pazienti con glaucoma presentano una variazione significativamente maggiore dei valori di soglia durante uno studio (fluttuazione a breve termine), nonché quando si confrontano i test nel tempo (fluttuazione a lungo termine).

Difetti del fascio di fibre nervose (Fig. 11-6)

I difetti del campo visivo focale causati dalla morte o dal danno dei fasci di nervi retinici sono più specifici per il glaucoma di quelli diffusi. Il modello dei difetti del fascio di fibre nervose è associato alla topografia retinica dello strato di fibre nervose. I più vulnerabili quando entrano nel disco del nervo ottico sono i fasci arcuati superiori e inferiori di fibre nervose che vanno attorno alla regione maculare e si trovano a 10-20 gradi dalla foveola. Con un aumento della IOP, sono tra i primi a soffrire, a causa dei quali si formano scotomi focali, arcuati (arcuati) e a forma di anello (arcuati doppi) nella zona di Bjerrum. Un modello tipico della progressione dei difetti del campo visivo glaucomatoso è la trasformazione di piccoli bovini paracentrali in più grandi e più densi, con la formazione di un difetto centrale assoluto circondato da uno scotoma relativo. A volte un difetto arcuato precoce può fondersi con un punto cieco, si restringe verso la fine e va in una direzione leggermente curva. Tale difetto è noto come lo scotoma di Seidel..

Lo scotoma arcuato, che occupa un'area arcuata dal punto cieco alla sutura mediana, è chiamato scotoma di Bjerrum (Fig. 11-7).

Con un'ulteriore progressione, si forma uno scotoma arcuato doppio o anulare.

Sebbene gli scotomi arcuati siano i difetti del campo visivo glaucomatoso precoce più comuni, non sono patognomonici per questa malattia. Esistono altre condizioni patologiche in cui non esiste una connessione evidente tra la lesione del disco del nervo ottico e il campo visivo, ma questo tipo di bestiame viene rilevato nel campo visivo.

Alcune di queste malattie (secondo D. O. Harrington, 1969).

* coroidite iuxtapanillare o corioretinite;

* miopia con atrofia peripapillare;

* degenerazione retinica pigmentata;

* occlusione delle arterie retiniche.

• Patologia della testa del nervo ottico:

* emboli colesterolo delle arterie retiniche;

E 'Importante Conoscere Il Glaucoma